lunedì, dicembre 17Settimanale a cura di Valeria Sorli

Mese: dicembre 2018

Giusy Versace: Una donna che non conosce barriere

Giusy Versace: Una donna che non conosce barriere

PRIMAPAGINA, VIP
“Dobbiamo allenarci ad affrontare il dolore e a trasformarlo per non perdere il sorriso e la voglia di vivere”; sono queste le bellissime parole di una donna che non conosce barriere ma che con la sua grande voglia di vivere, trasmette l’energia più bella a chi da sempre la segue, a chi le sta accanto e a chi ha imparato da lei che un sorriso accende la vita; Giusy Versace: atleta paralimpica, scrittrice, conduttrice televisiva, deputato della Repubblica, ma soprattutto una donna coraggio! Sei una donna speciale Giusy, con la tua grande energia infondi la bellezza della vita, come fai ad essere ogni giorno così positiva e con il sorriso sulle labbra? Io dico spesso che ho le gambe in carbonio, per il resto sono umana come tutti, mi arrabbio e mi abbatto, però dura poco perch
Andrea Mainardi: 2° classificato del GF VIP

Andrea Mainardi: 2° classificato del GF VIP

PRIMAPAGINA, VIP
Lo chef di Brescia sale sul podio dei vincitori preceduto dal suo grande amico Walter Nudo  Milano, 11 dicembre 2018 – Finale da batticuore per Andrea Mainardi, secondo classificato nella 3° edizione del Grande Fratello Vip. Una puntata impegnativa e ricca di colpi di scena che ha visto lo chef atomico impegnato in tre sfide al televoto: la prima vinta con stupore contro Francesco Monte; la seconda contro Giulia Provvedi e la terza, la più importante, che lo ha visto arrivare secondo alle spalle di Walter Nudo. “È stata un’esperienza fantastica, ricca di emozioni, un percorso che mi ha aiutato molto a crescere come persona e come personaggio – commenta a caldo Andrea Mainardi – Durante i giorni dentro la casa ho sentito molto la mancanza delle persone a me care, dai miei genitori
Alviero Martini: Gelo a Santa Fe

Alviero Martini: Gelo a Santa Fe

Alviero Martini, PRIMAPAGINA
Stati uniti d’America, New Mexico, aeroporto di Albuquerque, destinazione Santa Fe. A fine anni '90, come già ho scritto più volte, mi spostavo da una città all’altra per le famose personal appaerance, ovvero mi presentavo nei grandi shopping center, e nel reparto pelletteria, che fosse Blomingdale’s, Saks Fifth Avenue, o Macy’s, allestivano un evento speciale, per farmi incontrare con i Clienti che volevano vedere di persona chi c’era dietro il marchio, cosi avveniva per me e per tutti gli stilisti o celebrities, come ho già raccontato di Liz Taylor per il suo profumo, o Cindy Crawford per la sua line di lingerie, tutti dovevamo incontrare il pubblico, a quei tempi non era ancora in uso la moda dei selfie, e dunque bastava un autografo o una stretta di mani per rassicurarli che eravam
Grande Fratello Vip: Lo specchio della nostra società

Grande Fratello Vip: Lo specchio della nostra società

ATTUALITA'
  Grande fratello si, grande fratello no. L'occhio che sorveglia, il pubblico che sbircia. Critiche, attacchi, dita puntate ma poi tutti sanno tutto. Fenomeno sociale che studia comportamenti, manie e tic di privilegiati "ostaggi" dei riflettori per 24 ore. Senza telecamera quanti di noi vivono le stesse situazioni? Tutti! In gruppi di amicizie, familiari e lavorativi, oggi più di ieri grazie anche ai social. Alla base di tutto ci sono i rapporti, poi i rapporti ed infine i rapporti. Accoppiamenti, "scoppiamenti", avvicinamenti, allontanamenti, passioni, "spassioni", intelligenza, ignoranza, sorrisi, lacrime, cultura, leggerezza. Insomma lo specchio di una società esistente nell'era due punto zero con e senza telecamere, dal nord al sud al centro, in Italia come all'estero,
Slow snow nel Kufsteinerland: inverno lento

Slow snow nel Kufsteinerland: inverno lento

ATTUALITA'
  Non c’è fretta nel Kufsteinerland, la zona che abbraccia l’incantevole cittadina di Kufstein, famosa per la sua fortezza che le regala l’aria fiabesca. In inverno, con la neve, la piccola cittadina tirolese sembra un presepe e le attività invernali che attirano i turisti non sono le classiche sciate adrenaliniche dei grandi comprensori. In questa parte del Tirolo, sono le ciaspole e gli slittini ad avere il sopravvento. CIASPOLARE SUL LAGO GHIACCIATO Ciaspolare è un’attività molto amata in Kufsteinerland, ci sono tante zone con tanta neve e senza il pericolo di valanghe da esplorare al ritmo lento delle ciaspole. Nei mesi più freddi, quando la temperatura lo consente, si ciaspola sul lago ghiacciato. Passo dopo passo l’idea di camminare sull’acqua regala emozioni e magnifi
Le origini delle fate

Le origini delle fate

MISTERI
  La fata è una creatura leggendaria, presente in fiabe e miti principalmente di origine italiana e francese. Un essere etereo e magico, visto come spirito della natura la cui origine è antichissima e si perde nel tempo. La concezione delle fate come esseri a metà strada fra il divino e l’umano, deriva molto probabilmente dalle società primitive, che utilizzavano pratiche sciamaniche per connettersi con la natura e penetrarne i segreti. Sono residui di remote credenze, gli spiriti invisibili delle forze ancestrali, custodi di segreti che solo pochi umani potevano conoscere e costoro erano per l’appunto gli sciamani. Ciò spiegherebbe la natura lunatica delle fate in letteratura, che talvolta dispensano ricchezza e felicità ed altre volte castighi e maledizioni. Diversi tipi
Senza lasciare traccia

Senza lasciare traccia

CINEMA
Regia: Debra Granik Anno: 2018 Tom (Thomasin McKenzie) è una ragazza di tredici anni e vive sola con il padre Ben (Ben Foster), ex veterano con disturbi post traumatici, in una foresta della provincia americana nell'Oregon. I due si mantengono con ciò che offre la natura: si nutrono di erba e funghi, bevono acqua piovana, dormono nel bosco e solo occasionalmente si recano nel paese vicino per fare rifornimento dei beni di prima necessità. Ben non riesce ad adattarsi alla vita sociale e alla presenza di persone attorno a sè; non ne conosciamo con precisione i motivi – il film non li spiega – ma qualcosa in lui si è spezzato dopo l'esperienza bellica, rievocata solo attraverso il suono degli elicotteri che disturbano i suoi sonni. Quando vengono scoperti, sono affidati ad una comunit
Una donna felice può cambiare il mondo?

Una donna felice può cambiare il mondo?

EVIDENZA, Mitch Dj
Quante volte vi chiedete: "Ma io sono felice?" e quante volte la risposta a questa domanda è "Sì. Gemma De Francesco e Samantha Zamboni hanno scritto un libro dal titolo “Una donna Felice può cambiare il mondo” Le autrici sono anche le ideatrici del metodo Business For Lady®, il primo metodo creato sulle differenze fisiologiche tra uomo e donna che aiuta imprenditrici e libere professioniste ad ottenere risultati con concreti nella Vita Professionale senza rinunciare alla Vita Privata. Ho avuto il piacere di conoscerle e di poter scambiare con loro alcune domande in esclusiva ... chissà magari tutto questo può essere d’aiuto anche a noi uomini per comprendere al meglio l’universo femminile .Del mio stesso parere sembra sia anche l attore Germano Lanzoni che in questa foto si domanda i
La musica degli anni ’70

La musica degli anni ’70

MUSICA
Un vecchio vinile gira sul giradischi all’interno di un negozio di musica, la voce del cantante ti entra dentro l’anima, il suono della chitarra è quello di una diavoletto, il tocco è inconfondibile, Angus Young è un chitarrista che riconosci tra migliaia. Quel rock’n’roll con venature blues mi fa pensare che gli anni Settanta vivono ancora oggi, la musica attuale ne ha subito il sound e le contaminazioni, quel decennio verrà ricordato come la consacrazione di quei gruppi rock che hanno inventato uno stile e l’innovazione musicale, un fenomeno difficile da dimenticare. Tutto era diverso, l’arte veniva condivisa e vissuta con più entusiasmo, il blues fu il genere che più contaminò quelle band che si affacciavano nel mercato musicale, i Led Zeppelin erano la band che più fece presa tr
Le energie dei fiori per i nostri bambini

Le energie dei fiori per i nostri bambini

BENESSERE, EVIDENZA
  Crescere i nostri figli con l'aiuto dei fiori di Bach e' una delle esperienze piu' entusiasmanti e positive che possiamo fare. I bambini in genere sono aperti e ricettivi e rispondono all'assunzione dei rimedi in modo rapido e straordinario, perche' essendo ancora in sintonia con le vibrazioni della Natura e meno condizionati dai pregiudizi, di solito non oppongono le resistenze di noi adulti. Spesso gia' dopo pochi giorni, si possono notare in loro gli effetti positivi del rimedio assunto. Generalmente sono loro stessi a ricordare ai genitori il momento di assunzione delle loro magiche goccine. Per motivarli ad assumere i rimedi si puo' raccontar loro una favola, per esempio 'La Fata Melina', avvicinandoli pian piano al mondo delle energie sottili. Per loro la c