venerdì, Gennaio 18Settimanale a cura di Valeria Sorli

Anno nuovo, vita nuova !!!

La data del capodanno dipende dalla  particolare cultura e religione: In particolare, il giorno del capodanno cade:

Il 1º gennaio nel calendario gregoriano e nel calendario giapponese. Per le popolazioni che seguono il calendario giuliano, ad esempio alcune Chiese ortodosse e Chiese orientali cattoliche,  ai fini strettamente religiosi l’inizio dell’anno viene celebrato nel giorno corrispondente al 14 gennaio gregoriano-

Il Capodanno cinese, o capodanno lunare, si festeggia in diversi paesi dell’estremo oriente (tra cui Cina, Giappone, Corea, Mongolia, Nepal, Bhutan) in corrispondenza del novilunio che cade tra il 21 gennaio e il 20 febbraio

Il Capodanno islamico si festeggia il primo giorno del mese di Muharram e può corrispondere a qualsiasi periodo dell’anno gregoriano, in quanto l’anno lunare impiegato nel calendario islamico è circa 11 giorni più breve dell’anno solare del calendario gregoriano, cosicché una data islamica si “sposta” indietro, rispetto al calendario gregoriano, di circa un mese ogni tre anni.

Insomma ogni Paese ha un suo modo e datario per celebrare l’inizio dell’anno, Losar, il capodanno tibetano, cade tra gennaio e marzo. Le usanze dell’Afghanistan, Iran, Tagikistan e tutti i paesi turco-iranici o turco-persiani, cioè Azerbaigian, Uzbekistan, Turkmenistan, la stessa Turchia lo celebra con il solstizio di primavera.

In Thailandia, Cambogia, Birmania e Bengala, il capodanno solare detto Songran è invece compreso tra il 13 aprile e il 15 dello stesso mese, in occasione del cambiamento di posizione del sole nell’anello dello zodiaco.

La Festività del 1º gennaio nel nostro mondo occidentale

segna l’inizio di un nuovo periodo, che solitamente incomincia una settimana dopo Natale, dedicato al riepilogo dell’anno appena trascorso, specialmente nelle radio, nelle televisioni, e nei quotidiani. I mass-media spesso, infatti, pubblicano articoli o trasmettono notizie su quanto è avvenuto durante l’ultimo anno, gli elenchi delle persone più in vista decedute durante l’anno appena terminato, i cambiamenti annunciati, previsti o prevedibili nel nuovo anno, come la descrizione delle leggi che entreranno in vigore il 1º gennaio e l’oroscopo per l’anno che verrà.

Siamo in molti a considerarla anche un’occasione per fare dei buoni propositi per il nuovo anno, che vengono regolarmente disattesi, se non per i primi giorni di gennaio, grasso che cola se arriviamo fino a febbraio

La tradizione italiana prevede una serie di rituali scaramantici per il primo dell’anno che possono essere rispettati più o meno strettamente come quello di vestire biancheria intima di colore rosso o di gettare dalla finestra oggetti vecchi o inutilizza, per fortuna abbandonata per civiltà. . Le lenticchie poi non possono mancare insieme allo zampone e vengono consumate durante il  cenone del 31 dicembre come auspicio di ricchezza per l’anno nuovo,  e poi l’immancabile abbraccio o bacio sotto il vischio in segno di buon auspicio. Dei miei capo d’anno ho perso il conto, quest’anno sarò ad Atene, lo scorso anno a Lisbona, l’anno prima a Tel Aviv, poi una n lunga serie in India, in ogni luogo dove ci fosse il caldo, tranne uno freddissimo in Rajastan, come quelli, tanti, trascorsi a New York, la città più fredda in assoluto. Ma per molti anni ho scelto mete caraibiche, da santo Domingo a Cuba, dalle Hawaii  a Bali, moltissimi a Rio, sulla spiaggia di Copacabana, tra 2-3 milioni di persone, tutti rigorosamente vestiti di bianco,  ad assistere ai fuochi d’artificio più spettacolari che si possano immaginare e ad ammirare la spettacolarità delle Baiane con i loro costumi tradizionali, bianchi ovviamente, che spingono  in mare barchette di tute le misure, con i desideri, ma soprattutto i ringraziamenti alla dea del mare  Yemanjà, devoti come sono i brasiliani a tutti gli dei.

Un capodanno davvero inaspettato lo trascorsi, 10 anni fa circa, ..in aereo! Ero in India per Natale , e follemente feci rientro in Europa, con scalo a Parigi per proseguire per il Brasile…. Ma una nevicata colossale, ci costrinse a 14 ore di ritardo, trascorse nella lounge della compagnia aerea, con champagne e ogni bene, ma il tempo di salire a bordo, e partire, ecco il capitano che dà l’annuncio: signori e signore, ora siamo in attesa della macchina per togliere il ghiaccio dalle ali dell’aereo, si presume che tarderemo un’ora al massimo… “oh noooo!!!” un coro a bordo si levò e tutte le cinture di sicurezza si sganciarono e l’aereo diventò un salotto… ma non fu un’ora l’attesa, bensì …8 ore!!! Dunque siamo partiti alle 6 del 31 dicembre, ovviamente con il fuso orario di 4 ore più avanti, abbiamo brindato a bordo, e neanche la soddisfazione di vedere i fuochi artificiali, poiché stavamo trasvolando sopra l’oceano… disguidi di chi viaggia…

Dunque è una festività che trascorro  sempre in buona compagnia di amici, famigliari e conoscenti, e ormai da tempo evito discoteche, ristoranti affollatissimi, evitando il rischio del “trenino”, tanto caro ai festaioli.

Bene, le frasi convenzionali per l’augurio di questa festa sono davvero moltissime, ma la più quotata resta sempre questa: AUGURI DI UN PROSPERO ANNO, IN SALUTE, PIENO D’AMORE E DI PACE, PER TUTTI!