mercoledì, Luglio 24Settimanale a cura di Valeria Sorli

Antonello Montes: Riders on the Road

Antonello Montes, classe 1966, ha saputo unire la sua grande passione per la moto e in particolare la Ducati e fare della beneficenza con la B maiuscola aiutando in modo concreto le persone e in particolar modo i bambini. Oggi è Presidente dell’Associazione Riders on the Road. Andiamo a conoscerlo meglio…

Tutto parte nel 2014. Giro d’Italia in moto in 70 ore toccando e attraversando 19 regioni tramite tutte strade statali (ne parlarono diversi giornali). Da cosa nasce la voglia di mettersi in gioco in un modo così particolare e tosto?

Nasce dalla voglia di dimostrare una grande forza fisica, una sfida un po’ con se stessi…

Il giro d’Italia è stato abbinato ad una raccolta fondi in favore di una bambina che doveva subire un trapianto di cuore…ti va di raccontarci la storia e le belle emozioni che hai provato e vissuto?

Tutto è partito grazie a dei contatti in Sicilia che, venuti a conoscenza della mia impresa, hanno deciso di abbinare le due cose; in seguito, grazie al direttore di Tutto su Roma, la raccolta fondi ha riscosso un grande successo. L’aver raggiunto un’importante somma di danaro, ha permesso di poter aiutare la bambina che ora, dopo un secondo trapianto, sta bene. L’averla incontrata è stata una grande emozione.

Nel 2014 viaggiavi 24 ore consecutive on the road facendo solo la sosta per il carburante. Anche questa maratona è abbinata ad una raccolta fondi. Ogni obiettivo raggiunto cosa rappresenta per te?

E’ stata una prova estrema molto faticosa, ma lo scopo e la voglia di fare del bene ti fanno superare certe fatiche. In questo caso la raccolta fondi era per una clinica.

Nel 2016 viene ideato, progettato e messo in opera il progetto benefico “La Staffetta del Cuore”. Sono stati raccolti fondi per la Fondazione Simoncelli facendo viaggiare un “Gilè” come testimonial.

Credo sia stata una bella emozione, che ricordi hai?

Nasce per caso o forse era un segno del destino. Ero con mia moglie in moto di ritorno da San Marino. Davanti a noi avevamo il bus n. 58, lo seguiamo e così ci troviamo a Coriano il paese del Sic, ci fermiamo in un bar e incontriamo Paolo Simoncelli e lì scatta qualcosa… dopo una cena a Rimini nasce La Staffetta del Cuore. L’abbiamo presentata alla Fondazione Simoncelli e dopo un attimo di incertezza, hanno appoggiato il progetto: far girare un gilè in tutta Italia con tutte le firme e le date della staffetta… da quella esperienza nasce Riders on the Roads.

Nel 2017 la bellissima 32 ore On the Road ampiamente superata per raccogliere fondi ed aprire così la palestra di Acquasanta Terme, paese terremotato, avete anche portato un dolce, dono della Ferrero. L’emozione di poter vedere felici i bambini…raccontaci come è andata…

Il comune di Acquasanta Terme ha appoggiato il nostro progetto in passato, poi con il terremoto abbiamo pensato di dare loro una mano in quattro persone, io, un motociclista della Toscana, uno della Emilia Romagna e uno del paese Acquasanta Terme. Il tragitto Alessandria-Parigi Parigi-Barcellona e poi Barcellona-Prato…una impresa faticosa, con tante paure. Per fortuna tutto è andato per il meglio; poi la sorpresa tramite il Ducati Club di Desmolanghe di Alba. Abbiamo avuto una fornitura di dolci della Ferrero… la fatica fatta è subito svanita dopo l’aver visto il viso e i sorrisi dei bambini e la loro gioia.

Nel 2018 viene fondata l’Associazione Riders on the Road. Ci racconti come e da chi nasce l’idea, il progetto e che cosa mirate a fare?

Dalle esperienze passate e visti i rapporti forti, nasce Riders on the Road di cui sono il Presidente, il vice presidente è Marco Albani, i tesorieri sono Antonella Viscardi e Santina Francella, poi tanti altri, tra cui Luca Anselmi, Mirco Mancinelli, Antonio Rossi, Vinicio Trinca. Sarà una grande avventura, a gennaio si parte e vi aggiorneremo su tutte le nostre iniziative.

Un saluto per i lettori de ”La Gente che Piace”

Un grazie di vero cuore alla redazione de La Gente che Piace, in primis a Valeria Sorli. Auguro il grande successo che merita e un grazie a te Giorgio per esserci sempre e della tua disponibilità.

Ringrazio Antonello per la bellissima chiacchierata e invito a seguire Riders on the Road su Facebook per conoscere nuovi impegni e interessanti viaggi.

Print Friendly, PDF & Email