giovedì, Febbraio 21Settimanale a cura di Valeria Sorli

L’opera di Simone Di Matteo al Roma Fringe Festival

Il 2018 è stato un anno importante per noi de “La Gente Che Piace!” Un anno fatto di sogni realizzati e amicizie consolidate e sincere. Tra questi c’è senza ombra di dubbio lui, Simone Di Matteo, l’irriverente scrittore opinionista e personaggio tv che ha dimostrato come con il potere della scrittura si possa arrivare ad abbracciare un pubblico sempre più grande, diverso ed eterogeneo, ed in svariate versioni come ad esempio il suo ultimo lavoro letterario, “L’amore dietro ogni cosa”, che, per la regia di Guido Del Vento, è uno dei 36 spettacoli in concorso alla VII edizione del Roma Fringe Festival.

Il libro, già insignito del Premio per la Letteratura al Centro Espositivo Elsa Morante con il Patrocinio di Roma Capitale, è un’opera antologica di racconti, in cui l’autore, con maestria, conduce e trasporta il lettore tra i sentieri e i luoghi dell’amore. L’adattamento teatrale a cura dello stesso Simone Di Matteo, Barbara Bricca, Gabriele Planamente e Guido Del Vento trascina lo spettatore nell’universo interiore di Simon, in una sorta di Oz della mente, in cui si incontrano le passioni e le paure che, con ogni probabilità, fanno parte di ognuno di noi e questo grazie anche ad una regia eccezionale, dinamica e visionaria. Sul palco gli attori Alessandro Di Marco, Barbara Bricca, Cristina Colonnetti, Antonio De Stefano, Federico Galante, Gabriele Planamente, personaggi delusi, dolenti e sfiduciati, ma allo stesso tempo pronti, attraverso un percorso di accettazione del dolore e della sofferenza, ad aprirsi all’amore riconciliandosi con se stessi.

Il Fringe, il più importante festival mondiale di spettacolo dal vivo, si replica in ogni capitale culturale del mondo. Attivo a Roma dal 2012, patrocinato dalla World Fringe Society, rappresenta una finestra spalancata sull’ampio panorama del giovane teatro italiano. Un punto di riferimento per tutti gli artisti indipendenti che ambiscono a una platea internazionale, grazie alla partnership con World Fringe Network. Tra gli altri, verrà assegnato il premio Miglior Spettacolo Roma Fringe Festival 2019, che garantirà l’accesso, come rappresentante italiano, a uno dei 240 Fringe Festival nel mondo, tra i quali New York, San Diego, Hollywood, Sidney, Chicago, Amsterdam e Stoccolma e una tournée di 14 date presso i teatri del circuito Zona Indipendente, che ospiteranno lo spettacolo vincitore. La kermesse sarà ospitata nei locali de La Pelanda, all’interno del complesso dell’ex Mattatoio, nel quartiere Testaccio, dal 7 al 27 gennaio 2019.