martedì, Agosto 20Settimanale a cura di Valeria Sorli

Autore: Alviero Martini

Alviero Martini: La regina dell’estate

Alviero Martini: La regina dell’estate

Alviero Martini, PRIMAPAGINA
  Stiamo parlando della camicia da uomo,  per la verità regina tutto l’anno, se si pensa all’abbigliamento per l’inverno,  all’abbondanza dell’azzurro formale, alle millerighe, ai bianchi di tutte le tonalità, ai rosati, agi grigi, tutte rigorosamente abbinate a cravatte fantasia, o classiche che siano, ma è lei la protagonista del guardaroba maschile, la camicia per andare in ufficio, per presentarsi ad meeting, ad uno sportello, con gemelli magari, a volte sotto un gilet, o ad un pullover, ma sempre lei, con i sui colli bottondown, alla francese, a punta, stondati, ora di moda molto piccoli, e dunque la camicia è un elemento indispensabile per il look maschile; nessuno uomo po’ farne a meno, in qualunque stagione. Anche nello sport, quanti quadroni da boscaiolo si vedono in g
Alviero Martini: Camouflage o mimetico

Alviero Martini: Camouflage o mimetico

Alviero Martini, PRIMAPAGINA
Il termine Camouflage deriva dell’inglese. Si tratta di un verbo “to camouflage”, che significa camuffare, nascondere, mimetizzare. E viene esteso anche a mascherare. In origine il camouflage, o camuffamento, veniva utilizzato dai soldati per mimetizzarsi con il paesaggio, in modo da non essere notati. Appurato che la provenienza è di origine militare, questo tessuto a macchie, è talmente noto, talmente nell’immaginario collettivo che i suoi connotati bellici sono ampiamente dimenticati, e oggi se ne fa un uso “casual”, in tutti i settori. Pur restando il tessuto divisa dei soldati, purtroppo spesso in guerra, la moda tuttavia se ne è appropriato e da anni si vedono collezioni e interpretazioni di ogni tipo. Non vi nascondo che il disegno in se mi affascina molto, pur non avendo il mit
Alviero Martini: Proposte indecenti

Alviero Martini: Proposte indecenti

Alviero Martini, PRIMAPAGINA
  Photo by Paco di Canto   Il 1987 e 88 li ho vissuti tra Roma e per la maggior parte del tempo a Mosca. Mi occupavo di interior design, e durante una visita ad una amica che si era trasferita a Mosca, segretaria dell’Ambasciatore Brasiliano nella capitale Sovietica, mi fece visitare la sede e il meraviglioso palazzo In Uliza Gerzena, un edificio fine ‘800, di tre piani, ma solo due erano utilizzati, a causa di un incendio negli anni 50, e da allora l’ambasciatore aveva una residenza esterna , in quanto in vari anni di successioni di Corpi Consolari, nessuno era riuscito a ristrutturare il palazzo. Mi buttai a capofitto, la storia che Laura mi raccontò, mi pareva una grande opportunità, una sfida, e non esitai a lasciare il mio gruppo turistico con la loro visita al Muse
Alviero Martini: Tempi moderni ed intolleranze

Alviero Martini: Tempi moderni ed intolleranze

Alviero Martini, PRIMAPAGINA
  Viaggiare è diventato sempre più comune e prendere un aereo è ormai il corrispettivo di un bus urbano. I luoghi comuni si sprecano,  ma molti sono azzeccati proprio perché se ne vedono di tutti i colori. Qualche giorno fa ero su un volo low cost in servizio dal Sud Italia a Orio al Serio, Bergamo. Salgo, avevo la poltrona 19A, corridoio. Mi siedo e vedo che nella 19B è già seduta una gentil signora, giovane, di grande statura a e stazza. Ha già reclinato il sedile, con l’immancabile cellulare in mano, con il pollice e le unghie smaltate nere, fa scorrere il display rapidamente  per trovare la musica giusta, e naturalmente è  collegato a due cuffie enormi, dalle quali escono decibel a profusione. La osservo, la scruto e ne faccio una fotografia con i miei occhi, perché pare
Alviero Martini: Tutti al cinema

Alviero Martini: Tutti al cinema

Alviero Martini, PRIMAPAGINA
  Descrivere  il cinema con tutti gli aggettivi che sono già stati utilizzati è un compito arduo, ma inevitabilmente mi ripeterò.  Una precisazione importante: non pretendo fare una critica cinematografica ai tre film che ho visto, ma una semplice trasmissione del mio “sentiment”, delle mie sensazione che ho provato dopo la loro visione. Non eviterò i luoghi comuni, ovvero che il cinema è finzione, ma anche realtà, fantasia, sogno, racconto, dramma, allegria, visione, libertà di pensiero, di espressione, umorismo, eccesso, denuncia,  documentario, cartoon, comico, scenografico, scrittura, romanzo, citazione, omaggio etc etc.  ed avendo praticato il mestiere dell’attore negli anni 70-80, ho lavorato con i Fratelli Taviani, con Sergio Citti, con Gassman, Philippe Noiret, e molti
Alviero Martini: Social e curiosità

Alviero Martini: Social e curiosità

Alviero Martini, PRIMAPAGINA
  Premetto che per le mie relazioni personali ho conservato la sana abitudine di frequentare le persone a me care, di condividere un viaggio, una mostra, un cinema, una cena, di invitarci reciprocamente nelle rispettive case per trascorrere qualche ora insieme, di telefonarci in qualunque momento sentiamo la necessità di scambiarci informazioni, sensazioni, fatti, consigli, etc. Sento il  piacere di vederci, abbracciarci, guardarci negli occhi e con la sincerità che il nostro rapporto merita, sciogliere le briglie e mostrarci per quelli che siamo senza pudore, condividendo successi, cadute, inciampi, debolezze e forze, demoralizzazioni, insomma tutto ciò che fa  di un rapporto sincero una vera amicizia, senza filtri o maschere. E son orgoglioso di aver coltivato amicizie che du
Che viaggiatore sei?

Che viaggiatore sei?

Alviero Martini, PRIMAPAGINA
Il mio sogno, sin da piccolo  era viaggiare? Eccomi accontentato… Nell’ ultimo mese  ho preso ben 6 volte il treno superveloce, per Venezia, Roma e Salerno, tra Trenitalia e Italo. 16 aerei, un Milano-Bari-Milano, un Milano-Palermo Milano, un Milano-Rio de Janeiro e conseguente ritorno, un Milano-Pechino- Hong Kong, un treno vetusto quanto folcloristico tra Guangzhou  e Hong Kong, con tanto di burocratiche dogane, entrando nella città dove non serve il visto rispetto alla repubblica Cinese dove mi trovavo,  e poi finalmente  di nuovo il ritorno a casa. Ma tu, che tipo di viaggiatore sei? Io ho sviluppato nel tempo , ma da molto tempo, un tipo di organizzazione di viaggio che fa si che l’aeromobile o il treno non siano “MIEI”, ma bensì della comunità che viaggia… ma pare che per m
Hong Kong: Alviero Martini in corrispondenza da Hong Kong

Hong Kong: Alviero Martini in corrispondenza da Hong Kong

Alviero Martini, EVIDENZA
Hong Kong è Cina, oggi maggiormente integrata al Paese stesso, ma in passato ha vissuto per molti ani di indipendenza, creando uno stato dentro lo stato, portando benefici colossali alla nuova Cina. Hong Kong è, come Macao, una regione amministrativa speciale della Cina. Situata sulla costa meridionale della Cina tra il delta del fiume delle Perle e il Mar Cinese Meridionale,  la città è famosa per la sua preponderante skyline e per il profondo porto naturale. Con una superficie di circa 1.100 km2 e una popolazione di sette milioni di persone, Hong Kong è una delle aree più densamente popolate del mondo. Il 95% della popolazione di Hong Kong è di etnia cinese, mentre il restante 5% appartiene agli altri gruppi. Il gruppo etnico cinese maggioritario della città, gli Han, ha origin
Pechino express: Alviero Martini corrispondente da Pechino

Pechino express: Alviero Martini corrispondente da Pechino

Alviero Martini, PRIMAPAGINA
  Sono stato varie volte in Cina,  a iniziare dagli ’90, con fervente attività di esportatore, quindi conoscevo bene i Cinesi in qualità di Clienti, aperture di boutique in varie città dai nomi impronunciabili, naturalmente con base ad Hong Kong, sede degli  uffici della nostra agente, Judy Ju, una business woman davvero tosta, che apri’ la prima boutique nella sua città, al tempo quasi totalmente anglosassone, e dalla capitale degli affari gestiva la Cina intera,  con spostamenti aerei micidiali, per poi tornare ad atterrare nell’aeroporto più pericoloso al mondo, a Kowloon, uno spazio aeroportuale minuscolo in mezzo ai grattacieli della città, tant’è che ai corsi di pilotaggio l’ultima prova, quella decisiva, era una simulazione di portare a terra l’aereo proprio  slalomando
SAMBA, BOSSA NOVA & CO. Corrispondenza da Rio de Janeiro di Alviero Martini

SAMBA, BOSSA NOVA & CO. Corrispondenza da Rio de Janeiro di Alviero Martini

Alviero Martini, PRIMAPAGINA
Se si trattasse di parlare di musica per lo più italiana, mi farei consigliare dalla mia amicaproduttrice e simpaticissima esperta Mara Maionchi… ma sono a Rio, travolto dalla musica. Ho amici musicisti, ma per quanto nè sappia, non posso che  mettere in campo i miei anni passati ad ascoltare, sin dagli anni 70, i brasiliani più conosciuti,  Gal Costa, Ellis Regina, Joao Gilberto, Vinicio de Morais, Toquinho, CichoBarque,  e via dicendo. Vediamo di riassumere questo grande patrimonio dell’umanità che è la musica brasiliana, così ricca di sfumature, di un infinità di generi e con delle eccellenze straordinarie. Con músicapopular brasileira (musica popolare brasiliana, o più semplicemente MPB) si intende l'insieme di tutti i generi popolari brasiliani della musica leggera e di tutte l