venerdì, Giugno 5Settimanale a cura di Valeria Sorli

Autore: Stefano Pariani

Cinema- Rachel

Cinema- Rachel

CINEMA, EVIDENZA
RACHEL Regia: Roger Michell Anno: 2017 Tratto dal celebre romanzo di Daphne du Maurier “Mia cugina Rachele”, il film è ambientato nell'Inghilterra dell'Ottocento e mette in primo piano l'ambiguità di una donna in bilico tra innocenza e colpevolezza. Il giovane Philip (Sam Claflin), cresciuto come un figlio dal cugino Ambrose nella sua tenuta di campagna in Cornovaglia, apprende tramite lettera della malattia del cugino trasferitosi per un certo periodo in Italia.          Qui Ambrose, scapolo convinto, si è frettolosamente sposato con una donna, che a quanto si apprende deve averlo fatto uscire di senno, aggravando la sua condizione. In breve tempo muore in circostanze non del tutto chiare. Cresce in Philip una forte ostilità nei confronti di Rachel, la moglie del cugino, nella qu
Cinema a casa- Mr. Nobody

Cinema a casa- Mr. Nobody

CINEMA, EVIDENZA
Mr. Nobody - Regia: Jaco Van Dormael Anno: 2009 Chi siamo? A cosa portano le nostre scelte? Possiamo cambiare il nostro futuro? Domande esistenziali che affondano le radici nell'essenza più intima dell'uomo e attorno alle quali gira il film culto “Mr. Nobody”. Presentato con successo a Venezia nel 2009 e stranamente mai circolato nelle nostre sale cinematografiche, né mai uscito in dvd, a differenza del resto del mondo, è ora finalmente disponibile in italiano sulle piattaforme streaming. Nemo Nobody (Jared Leto), un signor “nessuno”, come indica il suo stesso nome, ha 117 anni, ultimo mortale in un futuro - siamo nel 2092 - dove ormai l'umanità è immortale grazie alla rigenerazione cellulare, ma dove è sconosciuta l'autenticità di sentimenti come l'amore e la passione. Intervistato e p
Cinema streaming- American Honey

Cinema streaming- American Honey

CINEMA, EVIDENZA
American Honey - Regia: Andrea Arnold - Anno: 2016 Tra i vari film da recuperare in streaming in questo periodo di forzata chiusura dei cinema, “American Honey” della regista inglese Andrea Arnold è uno dei titoli più interessanti. Mai circolato nelle sale italiane, è l'occasione per scoprire sulle piattaforme dedicate al cinema questo film che ha ricevuto vari riconoscimenti internazionali, tra cui il Premio della Giuria a Cannes nel 2016. Siamo in Oklahoma ai margini della provincia americana, in un contesto di degrado economico e famigliare, dove Star (Sasha Lane), adolescente con poche speranze davanti a sé, insieme ai due fratellini vaga alla ricerca di cibo nei cassonetti e di tutto ciò che viene buttato dalla società. Quando conosce il carismatico Jake (Shia LaBeouf), che sol
Il Cardellino-Il Film in streaming #iorestoacasa

Il Cardellino-Il Film in streaming #iorestoacasa

CINEMA, PRIMAPAGINA
Regia: John Crowley Anno: 2019 Tratto dall'omonimo romanzo-fiume di Donna Tartt, vincitore del Premio Pulitzer nel 2014, “Il cardellino” è uno di quei film che, pur vantando un importante cast e sorretto da una storia coinvolgente, in Italia non ha avuto una distribuzione nei cinema. Più volte annunciata, la sua uscita è stata prima rinviata, poi cancellata e così la pellicola è approdata direttamente sulle piattaforme streaming. Oggi più che mai, con le sale necessariamente chiuse, si presenta l'occasione per scoprire questo film. Il tredicenne Theo (Oakes Fegley) in visita con la madre al Metropolitan di New York rimane colpito da un piccolo dipinto olandese del 600 raffigurante un cardellino legato da una catenella alla sua casetta.               La mamma lo invita ad apprezzarlo; è
Oscar 2020- Trionfo di “Parasite” a Joaquin Phoenix

Oscar 2020- Trionfo di “Parasite” a Joaquin Phoenix

CINEMA, EVIDENZA
Grandi attori e grandi film hanno dato lustro alla cerimonia degli Oscar, che si è svolta il 10 febbraio al Dolby Theatre di Los Angeles. Nella rosa dei dieci candidati a miglior film una selezione di interessantissime pellicole, tutte diverse tra di loro, dirette da grandi registi. L'ha spuntata “Parasite”, che si è portato a casa quattro statuette come miglior film, miglior regia, miglior sceneggiatura originale e miglior film internazionale. Non era mai successo che un film straniero si aggiudicasse due Oscar nella categoria miglior film e dunque enorme soddisfazione per il regista, il sudcoreano Bong Joon-ho, accolto in sala con una standing-ovation. Il premio principale dunque non è andato a "Cera una volta a...Hollywood” né al suo regista Quentin Tarantino e nemmeno al “Joker” (ben 1
Piccole Donne

Piccole Donne

CINEMA, EVIDENZA
Regia: Greta Gerwig Anno: 2019 Cambiano i tempi e le mode, ma la storia delle quattro sorelle March continua ad affascinare generazioni di giovani (e non solo) e torna al cinema in una nuova, personalissima versione. Rivive così sul grande schermo il classico di Louisa May Alcott con le aspirazioni e i sogni delle piccole donne che vivevano a Concord,Massachussetts, all'epoca della guerra civile americana, con il padre al fronte e la risoluta madre sempre pronta ad insegnare la generosità verso il prossimo, anche in tempi di difficoltà economiche. Tornano la volitiva Jo (Saoirse Ronan) alle prese con i suoi racconti e con la sua voglia d'indipendenza e di anticonformismo, la vanitosa Amy (Florence Pugh), la saggia Meg (Emma Watson) e la dolce Beth (Eliza Scanlen), sfortunato angelo del
LE MANS ’66 – LA GRANDE SFIDA

LE MANS ’66 – LA GRANDE SFIDA

CINEMA, EVIDENZA
Regia: James Mangold Anno: 2019 Detroit, primi anni '60. Il colosso automobilistico americano, la Ford, è in crisi di vendite e per rilanciare il proprio marchio decide di scendere in campo con la costruzione di un'auto da corsa e di sfidare la squadra della mitica Ferrari. L'impresa sembra impossibile e il team modenese guarda con sufficienza e ironia l'idea dei colleghi-rivali americani, ma tanta è la voglia di mettersi in gioco che i vertici Ford assoldano due autentici assi del volante: Carroll Shelby (Matt Damon), ex pilota e progettista, e Ken Miles (Christian Bale), collaudatore talentuoso pilota britannico. Seguiamo così le vicende parallele dei due personaggi, realmente esistiti, dai caratteri antitetici - uno razionale, l'altro impulsivo e ruvido - eppure uniti da profondo r
Cinema: Ad Astra

Cinema: Ad Astra

CINEMA, PRIMAPAGINA
Regia: James Gray Anno: 2019 Una missione nell'ignoto siderale dello spazio diventa un viaggio alla ricerca di sé. E' il tema fondamentale di “Ad astra”, il nuovo film di James Gray, che torna ad esplorare coi consueti toni crepuscolari l'animo umano di fronte ai rapporti e ai vincoli famigliari. Brad Pitt interpreta il malinconico Roy McBride, pluridecorato astronauta il cui padre, pioniere dello spazio, ha abbandonato trent'anni prima la famiglia alla ricerca di forme di vita su Nettuno e di cui si è persa da tempo ogni traccia. In una società futura,dove ormai la luna è stata colonizzata come un secondo pianeta terra e dove le astronavi trasportano passeggeri come voli di linea dalla terra, le angosce, le paure e i problemi dell'uomo sono quelli,eterni, di sempre. La vita di R
C’era una volta…a Hollywood

C’era una volta…a Hollywood

CINEMA, EVIDENZA
Regia: Quentin Tarantino Anno: 2019 E' stato il film evento dell'ultimo Festival di Cannes e finalmente è arrivato anche sui nostri schermi. Il nono film di Quentin Tarantino è un atto d'amore nei confronti della Hollywood che fu, di quel mondo dorato di star e di miti che formavano un immaginario collettivo, destinato a perdere per sempre la sua innocenza verso la fine degli anni '60, in un periodo di mutamenti sociali e culturali. Il film ruota attorno alla figura di Rick Dalton (Leonardo DiCaprio), popolare attore di western e serie tv ora in declino, e della sua controfigura, nonché amico e tuttofare, Cliff Booth (Brad Pitt). Nella routine quotidiana scorrono i giorni dei nostri due eroi, tra bevute al bar, incontri con registi e attori più o meno famosi (divertente la scena c
Nureyev – The White Crow

Nureyev – The White Crow

CINEMA, EVIDENZA
Regia: Ralph Fiennes Anno: 2018 E' un freddo giorno d'inverno quando Rudolf Nureyev viene alla luce in un anonimo scompartimento della Transiberiana, in viaggio e senza appartenere ad alcuna città. Questo e altri ricordi  attraversano la memoria del giovane Rudolf, quando nel 1961 giunge a Parigi dalla Russia con la sua compagnia di ballo per esibirsi all'Opera: davanti alla bellezza e all'apertura culturale della città francese, ripercorre alcuni momenti della sua infanzia  vissuti in povertà nel piccolo villaggio di Ufa, ultimo di cinque fratelli. A Parigi stringe nuove amicizie, visita musei, frequenta teatri e locali notturni, che gli danno ciò che la Russia, in pieno regime comunista, non ha mai potuto offrirgli. Ma il suo entusiasmo non è condiviso da tutti, soprattutto dagli a