giovedì, Giugno 13Settimanale a cura di Valeria Sorli

Il ragazzo e l’airone- Il ritorno al cinema di Miyazaki

IL RAGAZZO E L’AIRONE

Regia: Hayao Miyazaki

Anno: 2023

Torna al cinema il mondo colorato e fantastico di Hayao Miyazaki, il celebre regista dello Studio Ghibli che ci ha regalato capolavori dell’animazione come “Princess Mononoke”, “La città incantata”, premio Oscar nel 2003, e “Il castello errante di Howl”.

Da sempre la filosofia del regista nipponico è legata a temi ecologisti e alle forze misteriose del mondo, che regolano l’armonia e l’amore tra uomini e natura. Negli ultimi lavori Miyazaki ha affrontato anche temi autobiografici, come nell’ultimo “Si alza il vento”, puntando la riflessione su sfumature più adulte e personali. Anche “Il ragazzo e l’airone”, da poco nelle sale, segue questa tendenza: è ambientato al tempo della II Guerra Mondiale e punta la luce sulla perdita degli affetti e sulla necessità di crescere nonostante tutto, affrontando (e accettando) i risvolti non sempre piacevoli che la vita ci riserva.

Il film è ambientato a Tokyo nel 1944. Mentre la Guerra del Pacifico infuria, il dodicenne Mahito perde la madre durante lo spaventoso incendio dell’ospedale dove lavora e l’anno successivo il padre si risposa con la sorella minore della madre, Natsuko. Per allontanarsi dalla guerra, la famiglia si trasferisce nella casa di campagna di Natsuko, dove Mahito fatica ad abituarsi e soffre per la perdita della madre e per la gravidanza della zia matrigna. Un giorno, inseguendo un misterioso airone cenerino per il bosco, trova le rovine di una torre abbandonata, costruita da un suo lontano antenato, nella quale gli viene impedito di addentrarsi. Tra Mahito e l’airone si instaura un curioso rapporto, soprattutto dopo che dal suo becco appare uno strano e buffo uomo che lo abita: sarà l’airone ad accompagnare il ragazzo all’interno della torre per salvare la zia, misteriosamente scomparsa mentre si dirigeva lì. Nella torre, insieme ad una simpatica anziana domestica e alla coraggiosa amica Hiro, Mahito scoprirà un coloratissimo mondo parallelo, abitato da tanti parrocchetti, che vivono in una sorta di società gerarchica, affascinante e pericolosa. Inizieranno per lui e i suoi amici avventure affascinanti e incredibili.

“Il ragazzo e l’airone” è un film sulla crescita e sulle difficoltà della vita, sul coraggio necessario per affrontarle e per trovare la forza di andare comunque avanti ogni giorno. I disegni, come nella tradizione di Miyazaki, sono realizzati a mano, senza ricorso all’animazione digitale, e proprio per questo sono tutti da godere sul grande schermo. Ricco di richiami simbolici e letterari, alcuni non sempre facili da interpretare nell’immediato, l’ennesimo capolavoro del maestro è stato accolto con favore in tutto il mondo ed è in corsa per la statuetta degli Oscar 2024 nella sezione Miglior lungometraggio animato.

Print Friendly, PDF & Email