martedì, Giugno 18Settimanale a cura di Valeria Sorli

Autore: Cristiana Lopez

Unicorni, Draghi e Sirene

Unicorni, Draghi e Sirene

ATTUALITA', PRIMAPAGINA
Unicorni, sirene e altre creature fantastiche sono diventati, negli ultimi anni, un elemento di marketing che ancora oggi trova entusiastico riscontro presso sognatori di tutte le età. Sarà la fuga da una realtà difficile da sostenere, in un clima politico che, dagli Stati Uniti, promuove il contrario di ciò che il buonsenso detterebbe, infondendo uno stato di ansia latente anche a chi non legge le notizie del giorno, o forse la palette di colori zuccherini piace non solo alle teenagers, fans di Hello Kitty, ma aiuta anche gli adulti a vedere la vita più rosa. Niente di più attuale, dato che tutti gli anni a giugno ha luogo, a New York, la Mermaid Parade, una sfilata di costumi fantasiosi, come solo i newyorkesi sanno fare, ideata, in origine, come giorno di apertura della stagi
Oltre i giardini

Oltre i giardini

ATTUALITA', EVIDENZA
Alla Biennale Arte di Venezia i percorsi alternativi brillano di luce propria   Figurativamente “coltivare il proprio orticello” è sinonimo di mancanza della curiosità di andare oltre ciò che già si conosce, ma in questo caso non è esattamente di “orto” che si parla, bensì di giardini, con la G maiuscola in tutti i sensi. Il riferimento botanico calza a pennello, in quanto i Giardini in questione sono quelli Napoleonici di Castello che, insieme all’Arsenale, sono diventati, nel tempo, sede istituzionale della Biennale di Venezia. Negli ultimi anni però, l’esposizione internazionale d'arte si è estesa anche ad altre zone della città, crescendo, proliferando e favorendo l’utilizzo di sedi alternative, sia per padiglioni di Paesi che non avevano un loro spazio, sia per arti
Vita… da cani?

Vita… da cani?

ATTUALITA', EVIDENZA
D Pet Hotel, Chelsea - lobby A New York tutto è sempre un po’ “extra”. I parametri sono peculiari, si vive in una realtà che ha regole sue, che raramente si conformano a quelle del resto del mondo. Quando una donna che indossa un bel paio di scarpe si ferma al semaforo in attesa di attraversare la strada, il minimo che le possa capitare è che un’altra donna, estasiata, le dica: “I looooveee your shoes” (“Adooooro le tue scarpe”), senza mezzi termini e senza ritegno, per poi lasciarsi con indifferenza, mentre entrambe puntellano i marciapiedi di Madison Avenue con le loro Jimmy Choo con il tacco a stiletto. In conversazioni standard, espressioni come: “Oh my God!”, “Sooooo good” e “Amaaazing”, sono di prassi. Sempre tutto… “un po’ di più”. Per contrasto, se si incappa in Robert De
Hudson Yards: Un Mall a New York

Hudson Yards: Un Mall a New York

ATTUALITA', CURIOSITA', PRIMAPAGINA
  Nel 2005, la variazione d’uso di una vasta area desolata, a nord di Chelsea, ha dato vita a una riqualificazione da venticinque bilioni di dollari, che ha trasformato il vicinato. Hudson Yards ufficialmente è stato costruito su rotaie in disuso, su una superficie che si estende dalla 10th alla 11th Avenue e dalla 30th e 34th Street. Un ambizioso progetto, sviluppato da Related Companies e Oxford Properties Group, che è in costante evoluzione, e richiederà ancora del tempo prima di essere completato. Mentre alcune parti sono ancora progetti da costruire, ogni giorno si inaugura qualcosa di nuovo, principalmente torri di uffici e appartamenti da milioni di dollari, attorno ai quali spuntano ristoranti sofisticati e negozi di brands iconici della moda e  del design, anche se l’att