sabato, Giugno 22Settimanale a cura di Valeria Sorli

Alviero Martini- Madonna a Rio De Janeiro

La Star ha offerto gratuitamente al pubblico brasiliano il concerto gratis, così oltre due milioni di persone si sono riversate sulla spiaggia di Copacabana, proprio davanti al Copacabana Palace, l’hotel più prestigioso della città, che l’ha ospitata nelle 100 stanze riservate a lei per dieci giorni, di fatto uno sponsor, come la Itaù, la banca più nota in brasile, e molti altri.
Madonna ha lasciato il Brasile con un compenso di 25 milioni di dollari, ma con un’eco che durava da settimane prima, durante i preparativi e i tre giorni di prove notturne per arrivare al 4 maggio all’atteso mega show nella sabbia della famosa spiaggia fino ai 3 giorni successivi, dove approfittando di un mega palco montato, si sono esibiti D.J. locali.
Una grande festa alla quale ho partecipato anche se solo per un’ora, poiché era impossibile raggiungere una buona posizione, e lateralmente l’effetto sound non era ottimale.
Lasciato il famoso marciapiede ad onde bianche e nere, in una stradina laterale, a 200 metri un bar aveva allestito un mega schermo dove finalmente abbiamo visto il bellissimo spettacolo, zeppo di omaggi al Brasile.
Alle 2 di notte tutti contenti, anche la Policia Local  non ha dovuto sedare risse se non arrestare qualche ladruncolo. L’indomani sulle spiagge, tutti con t-shirt souvenir con l’effige della diva e non si parlava d’altro.
Tutti commenti positivi per lo show conclusivo di un tour mondiale che a dire di tutti, concludeva anche la carriera di una star con successi in tutto il mondo, sempre attuale ma ormai la scena è di Lady Gaga, Miley Cyrus, Beyoncè, ma soprattutto alla nuova icona Taylor Swift. Gustandomi lo show e un hamburger di picanha, potrò dire “c’ero anchio”. Bye Bye Veronica, pardon Madonna.
Print Friendly, PDF & Email