domenica, Settembre 15Settimanale a cura di Valeria Sorli

Autore: Marco Chiusolo

Il giorno del live

Il giorno del live

MUSICA
  Il giorno del live è sempre particolare per un musicista, mille dubbi si affacciano, insieme ad un misto di entusiasmo con tinte di ansia. Il live non è solo un’esibizione, ma mettere in gioco se stessi, combattendo paure e  tensioni accettandole, senza evitarle, ma prendendo atto che uno stato emotivo particolare può portare a dello stress, che in gran parte dei casi, scemerà durante la serata dell’attesa performance. Ma un concerto non è soltanto questo, e chi vive di musica lo sa bene, dietro c’è esercizio e preparazione. Si perché la musica e’ un’arte  bella e nobile, ma come una pianta occorre curarla e annaffiarla, per farla rimanere viva. Le prove sono indispensabili per creare uno spettacolo piacevole, senza imprevisti, nulla va lasciato al caso, un lavoro ce
Kurt Cobain

Kurt Cobain

MUSICA
  Il 20 Febbraio 2019 Kurt Cobain il leader dei Nirvana avrebbe compiuto 52 anni, purtroppo la sua vita e’finita tragicamente il 5 Aprile 1994 nella sua casa di Seattle. Cobain fu un genio e le sue canzoni rimarranno nella storia della musica Rock, poche note, tanta disperazione e voglia di esprimere il mal di vivere che aveva dentro la sua anima tormentata. Il successo non piaceva a Kurt, la sua musica era sfogo e la sua ultima lettera parlava proprio di questo, quanta verità in quelle righe scritte di getto. L'estrema sensibilità e quel continuo mal di stomaco, gli procuravano dolore, quel mondo fatto di business e di etichette discografiche che parlavano di miliardi, sponsor e tour,  lo facevano sentire un pesce fuor d’acqua. Voleva solo fare musica, tutto il res
Gli ultimi saranno i primi

Gli ultimi saranno i primi

MUSICA
  Anche quest’anno Sanremo  ha catturato l’attenzione degli italiani, come l’altr'anno il  Direttore Artistico e’ stato Claudio Baglioni, responsabile del cast  della  Kermesse canora. Negli anni il Festival e’divenuto sempre  più maestoso,affiancato dal lussuoso contorno del teatro Ariston, che insieme all’ orchestra di musicisti presenti, fa si che la gara acquisti più prestigio e autorevolezza. La qualità dei cantanti durante gli anni e’ cambiata, ora il talento vocale  che era indispensabile nelle edizioni passate, ha lasciato spazio al contenuto delle canzoni,  Silvestri, Cristicchi e Ultimo lo confermano. Ma conta davvero vincere Sanremo o arrivare tra i primi per avere conferma da parte del pubblico in termini di fama e notorietà’? La risposta e’ no. In passato
Bohemian Rhapsody

Bohemian Rhapsody

MUSICA
  Le ultime generazioni di giovani si affacciano alla musica in modo leggero, preferiscono ascoltare la musica Trap piuttosto che  gruppi rock come i Beatles o Rolling Stones, come accadeva invece qualche anno fa. La pubertà’ e l’adolescenza sono le due stagioni che nell’arco della vita fanno appassionare i ragazzi alla forma d’arte che più lì coinvolge emotivamente. Le note di una chitarra molte volte entrano dentro l’anima dei più giovani facendo nascere in loro la curiosità di scoprire la musica rock. Come  accennavo all’inizio ultimamente sempre più trapper fanno presa sul pubblico giovane, a discapito del rock, forse perché questa musica rappresenta quello che oggi i ragazzi vogliono ascoltare, storia di ragazze e droga, testi futili e vacuità prendono il posto della music
La Descrizione di un attimo

La Descrizione di un attimo

MUSICA
La musica e’ magia, come lo sono i profumi, che ci riportano a particolari momenti della nostra vita. Una bella responsabilità  ha la musica, fa innamorare, ci fa ricordare un periodo particolarmente bello o brutto, la nascita di un sentimento, di un’amicizia. Tutto questo rende il musicista oltre che un’artista, anche uno scultore, si perché con dolci note scolpisce nel nostro cervello emozioni che non si possono rimuovere, a cui siamo legati, quanto sei potente musica. Quante volte ci e’ capitato visualizzare un’immagine di un ricordo associandola ad brano musicale. La forza della melodia insieme al ritmo e all’armonia sono i tre  cardini del sistema musicale, e sono questi che danno un senso compiuto a quest’importante forma d’arte. La nostra vita sarebbe piatta e insipida senza
La musica degli anni ’70

La musica degli anni ’70

MUSICA
Un vecchio vinile gira sul giradischi all’interno di un negozio di musica, la voce del cantante ti entra dentro l’anima, il suono della chitarra è quello di una diavoletto, il tocco è inconfondibile, Angus Young è un chitarrista che riconosci tra migliaia. Quel rock’n’roll con venature blues mi fa pensare che gli anni Settanta vivono ancora oggi, la musica attuale ne ha subito il sound e le contaminazioni, quel decennio verrà ricordato come la consacrazione di quei gruppi rock che hanno inventato uno stile e l’innovazione musicale, un fenomeno difficile da dimenticare. Tutto era diverso, l’arte veniva condivisa e vissuta con più entusiasmo, il blues fu il genere che più contaminò quelle band che si affacciavano nel mercato musicale, i Led Zeppelin erano la band che più fece presa tr
Londra: La città della musica

Londra: La città della musica

MUSICA
Negli anni Novanta, Londra fu la meta di uno dei miei primi viaggi. Appena arrivato nella metropoli che lanciò per prima mode e tendenze nella musica e nell’arte, mi impressionò la miscellanea di etnie differenti che la popolavano, e quel senso di libertà tipica delle città del Nord Europa. Passeggiando per il centro vicino Piccadilly Circus, le strade erano piene di musicisti di strada, il profumo dei fish and chips e delle salse del McDonald ti entravano dentro, l’atmosfera era frizzante, si respirava voglia di fare e serenità. Questa città ha esportato nel mondo tanta musica, Hendrix si trasferì qui negli anni Sessanta e fu proprio Londra a far diventare il chitarrista di Seattle una famosa star ed icona. Londra divenne la sua città adottiva, quel luogo dove l’arte hendrixiana no
Forma e sostanza nella musica

Forma e sostanza nella musica

MUSICA
Nel cd dei CSI – Consorzio Suonatori Indipendenti “Tabula rasa elettrificata”, brano dopo brano la voce di Giovanni Lindo Ferretti ti trasporta in un mondo lisergico, ipnotico, il basso di Gianni Maroccolo è come il cuore che pulsa potente, si assaporano sonorità hendrixiane e i testi fanno riflettere, ma uno in particolare mi colpisce: “Forma e sostanza”, sia per la potenza della musica che delle parole. Il brano è un pugno nello stomaco, sono passati più di vent’anni dalla sua pubblicazione ma è attuale più che mai, prendo spunto dal titolo per fare una riflessione, la musica oggi, nel 2018, è fatta più di forma o sostanza? La musica, in genere, è stata sempre un mix delle due caratteristiche sopra esposte. Se pensiamo ad i grandi palchi allestiti per concerti dove gli effetti speci
La costanza nello studio

La costanza nello studio

MUSICA
Essere costanti nello studio è una delle caratteristiche più importanti per raggiungere degli obiettivi, e specie nei lavori che riguardano l’intelletto è difficile avere dei risultati a breve termine senza questa qualità. Molti ragazzi o adulti si affacciano a praticare uno strumento con la speranza di imparare a suonare solo sfruttando quell’ora di lezione settimanale, ma in realtà non è così che funziona, la perseveranza e la dedizione sono molto importanti, proprio come nelle arti marziali o nello sport esercitarsi poco, ma bene, ritagliandosi piccoli spazi ogni giorno è di estrema importanza per ottenere dei risultati. Le molteplici attività che i ragazzi svolgono giornalmente e la cultura del fare tutto e subito, di contro, sono le cose che portano a far si che parte delle
Roma e la musica live

Roma e la musica live

MUSICA
Un pomeriggio di novembre mi trovo a pranzare con il mio amico Alberto, musicista talentuoso e affermato, e da un discorso ad un altro, nella tranquilla atmosfera di un bistrot francese al centro di Roma, ci troviamo a parlare di musica, ragionando su come, questa forma d’arte venga proposta nella città eterna. Raccontare ad un amico le proprie esperienze, fatte di gioie e di delusioni, diviene uno sfogo naturale, specie nel meraviglioso mondo musicale, dove non è sempre facile andare avanti, in un Paese, che considera l’arte bella ma superflua. E’ curioso come due musicisti che suonano due generi differenti, possano giungere ad una conclusione uguale, cioè che Roma, è una città che in termini musicali offre poco. Le piattaforme dove proporre le dolci note di uno strumento, s