mercoledì, Dicembre 11Settimanale a cura di Valeria Sorli

Luce, Natura e Tecnologia: Novità dal salone del mobile

 

In questa edizione della biennale del Salone del Mobile dedicata alla luce il fil rouge tra le tante proposte delle aziende è stato far dialogare l’efficienza energetica con la sostenibilità e la natura.

Le tecnologie della luce non solo come performance, ma come strumento per le soluzioni di decorazione degli ambienti indoor e outdoor. L’avvento dei led e la miniaturizzazione delle sorgenti luminose, unite alla possibilità di creare prodotti personalizzabili, ha cambiato l’aspetto delle lampade, sempre più flessibili e adattabili agli ambienti dove si inseriscono.

Linee essenziali e geometriche si sposano con forme più morbide e naturali e le luci diventano compagne di gioco per chi le usa, come la linea di luce progettata dal danese Bjarke Ingels per Artemide, un nuovo modo di pensare la luce, come una striscia luminosa che si muove nello spazio.

Forme stilizzate, quasi impalpabili e modellabili a piacere, elastiche e persino soft touch come petali di fiori o flessuose come farfalle: una voglia di natura dominante nelle collezioni delle tante aziende presenti. E proprio a una farfalla si ispira Papilio, lampada ideata per Masiero da Armando Bruno e Alberto Torres che, grazie a particolari tecniche di lavorazione, hanno conferito leggerezza al metallo di cui è composta.

Che dire di  Flos un salone nel Salone, uno stand di oltre mille metri quadrati di pura bellezza: le pastiglie metalliche per l’illuminazione outdoor e le luci segna passo ci conducono verso uno spettacolo in crescendo. La collezione Arrangemets del designer Michael Anastassiades è essenziale ed elegante con le sue forme geometriche a sospensione, un sistema di macrogioielli in alluminio in perfetto equilibrio.

Spunti di integrazione e convivenza tra luce e natura sono presenti, invece, nella nuova lampada Gople Rwb di Artemide, la cui tecnologie Rwb è studiata per sostenere le piante in sintonia con il benessere dell’uomo. Al suo interno, infatti, è racchiusa una tecnologia che aiuta la crescita delle piante e può creare un ambiente ottimale per l’uomo dal punto di vista emotivo, fisiologico e percettivo.

 

Continuate a seguirci sul nostro blog: ilsalottodihomeatmosphere.

Print Friendly, PDF & Email