venerdì, Novembre 27Settimanale a cura di Valeria Sorli

ARTE

Salotto di Milano-In mostra Maria Cristina Carlini

Salotto di Milano-In mostra Maria Cristina Carlini

ARTE, ATTUALITA'
Il Salotto di Milano ospita, dal 1 al 30 ottobre, la mostra “Maria Cristina Carlini. Ritorno Ritorno alle origini”, a cura di Francesca Bellola, in cui l’artista percorre un viaggio che giunge agli inizi del mondo e alla nascita dell’uomo, in un’ottica di totale rispetto e armonia nei confronti della natura e del pianeta. Il Salotto di Milano, luxury hub situato nel cuore del quadrilatero milanese, dedicato alle eccellenze Made in Italy nell’ambito del fashion, del design e dell’arte, con questa importante mostra conferma il suo ruolo di promotore culturale nonché la sua vocazione a valorizzare le più interessanti espressioni della ricerca artistica italiana contemporanea. Per l’occasione sono esposte una selezione di sculture di medie e piccole dimensioni realizzate con i materiali che
Kennedy Yanko – Because it’s in my blood

Kennedy Yanko – Because it’s in my blood

ARTE, PRIMAPAGINA
Lo spirito sovversivo del rame affilato e l’ambiguità percettiva del fragile lattice dalle tinte forti monocrome: dal 24 settembre 2020 al 20 novembre 2020, la Galleria Poggiali, nella sua sede di Milano, presenta Because it’s in my blood, prima personale in Italia dell’artista newyorchese Kennedy Yanko (St. Louis, 1988). Because it’s in my blood, è un omaggio a Betty Davis. Il titolo è preso in prestito dalla canzone F.U.N.K contenuta nell’album Nasty Gal del 1975. Simbolo di una generazione ed esempio di emancipazione sia per le donne che per la comunità afroamericana, Betty Davis, attraverso la sua musica, ha espresso la volontà di non dare per scontate le regole imposte da una società basata su principi ingiusti, gridando la sua indipendenza e insistendo nel continuare a vedere il m
Raffaello in Umbria e la sua eredità in Accademia

Raffaello in Umbria e la sua eredità in Accademia

ARTE, ATTUALITA'
Raffaello in Umbria e la sua eredità in Accademia18 settembre 2020 –6 gennaio 2021Mostra organizzata da Fondazione CariPerugia Arte e Accademia di Belle Arti Pietro Vannucci di Perugia SedeFondazione CariPerugia Arte, Palazzo Baldeschi Perugia. Dopo il rinvio causato dall’emergenza Coronavirus,dal 18 settembre prende il via “Raffaello in Umbria e la sua eredità in Accademia”, la mostra organizzata dalla Fondazione CariPerugia Arte e dall’Accademia di Belle Arti Pietro Vannucci per rendere omaggio all’artista a 500 anni dalla sua scomparsa.Tra reale e virtuale Raffaello animerà le sale di Palazzo Baldeschi La Fondazione CariPerugia Artee l’Accademia di Belle Arti “Pietro Vannucci”vogliono rendere omaggio a Raffaello Sanzio a 500 anni dalla sua scomparsa con la mostra“Raffaello in Umbria e l
Mondolfo- Galleria senza soffitto

Mondolfo- Galleria senza soffitto

ARTE, EVIDENZA
Con il progetto MONDOLFO GALLERIA SENZA SOFFITTO - con la direzione artistica di Filippo Sorcinelli e a cura dell’Associazione PAM - Pro Arte Mondolfo - il centro storico di Mondolfo a partire dallo scorso 7 agosto per sempre sarà aperto sette giorni su sette e 24 ore al giorno, proponendo un percorso delle memorie storiche e sociali della città attraverso impressioni fotografiche permanenti affidate al genio di Mario Giacomelli e interventi di street art.   A meno di un mese dell’inaugurazione nel piccolo ma affascinante borgo di Mondolfo, tra i più belli      d’Italia, si sono registrate oltre 4.000 presenze, complice anche la voglia di esplorare il paese e le opere d’arte esposte, per condividerle sui propri social e sulla pagina Instagram @mondolfo_galleriasenzasoffitto.
We Are All In the Same Boat-The weight of colour

We Are All In the Same Boat-The weight of colour

ARTE, EVIDENZA
Fino al 24 luglio 2020 presso Galleria Poggiali di Milano è possibile visitare We are All In the Same Boat. The weight of colour, la prima personale italiana di Olaf Breuning (Sciaffusa, 1970) Svizzero di nascita ma newyorkese d’adozione, a cura di Lorenzo Bruni. Breuning si è fatto conoscere, tra le altre, attraverso le mostre personali in diverse autorevoli istituzioni come il Palais de Tokyo di Parigi, la Chisenhale Gallery di Londra, la Kunsthall di Stavanger, l’Institute of Modern Art di Brisbane e attraverso la partecipazione a biennali quali la Biennale del Whitney New York e la Biennale de l'Image en mouvement a Ginevra. Olaf Breuning, per la sua mostra nello spazio milanese della Galleria Poggiali, in Foro Buonaparte 52, ha concepito un ambiente immersivo per riflettere su c
True Fictions – Ai confini della realtà

True Fictions – Ai confini della realtà

ARTE, PRIMAPAGINA
presentano un grande autunno fotografico: TRUE FICTIONS – AI CONFINI DELLA REALTÀ Palazzo Magnani Corso Garibaldi, 29 – Reggio Emilia ATLANTI, RITRATTI E ALTRE STORIE 6 giovani fotografi europei Palazzo Da Mosto Via Mari, 7 – Reggio Emilia DUE PRODUZIONI FOTOGRAFIA EUROPEA Un’occasione per riprendere progetti, ricerche e relazioni nati durante la preparazione della XV edizione di FOTOGRAFIA EUROPEA e per accompagnare il pubblico al festival del 2021   dal 17 ottobre 2020 al 10 gennaio 2021   TRUE FICTIONS – AI CONFINI DELLA REALTÀ, la collettiva dedicata alla staged photography, curata da Walter Guadagnini e allestita a Palazzo Magnani, ATLANTI, RITRATTI E ALTRE STORIE, la mostra allestita a Palazzo da Mosto e dedicata a sei progetti selezio
Premio internazionale città di New York a Ester Campese

Premio internazionale città di New York a Ester Campese

ARTE, EVIDENZA
Tra riconoscimenti e premi apre sotto i migliori auspici l’anno artistico 2020 della pittrice Ester Campese conosciuta in arte con il nome di Campey. Ancora una volta le viene riconosciuto un premio, consegnatole a fine gennaio di quest’anno, parliamo del “Premio Internazionale città di New York”. Ed è così che Campey torna sullo scenario newyorkese con due sue opere “Dietro al finestrino” e “Donna Vitruviana” presso l’esclusiva Galleria White Space Chelsea sita al 55 West Street. Si legge nella motivazione consegnatale insieme alla targa di premiazione “Per il valore del suo percorso stilistico, valido esempio di preziosità espressiva”. Ester Campese, è artista e donna sensibile che fa della pittura un piano di dialogo con i suoi estimatori ed osservatori attraverso cui trasferire anch
Leggere le immagini di Steve McCurry

Leggere le immagini di Steve McCurry

ARTE, EVIDENZA
Il nuovo anno inizia all'insegna di progetti culturali innovativi e di qualità. Steve McCurry, uno dei più grandi maestri contemporanei della fotografia che, nel corso della sua quarantennale carriera, ha catturato gli sguardi intensi e disperati delle vittime di violenze inaudite delle guerre, presenta una visione diversa del suo lavoro. Il risultato è eccelso nella sua mostra all'Arengario di Monza, aperta fino al 13 aprile, dove pone al centro della propria ricerca artistica il coinvolgimento della lettura come valore universale e individuale. L'artista, celebrato in tutto il mondo e membro di Magnum Photos dal 1986, ha vinto molti premi fotogiornalistici tra i quali ricordiamo il World Press Photo Awards. L’esposizione, a cura di Biba Giacchetti, promossa da ViDi e Comune di Monza,org
Milena Quercioli: Nella vita cerco i colori dell’anima

Milena Quercioli: Nella vita cerco i colori dell’anima

ARTE, PRIMAPAGINA
È un’artista a tutto tondo, innamorata follemente di tutto quello che l’arte le ha trasmesso. La sua innata bravura le ha permesso di esporre le sue opere in tutto il mondo, ma il suo cammino artistico è ancora considerevole.    Numerose le novità che coinvolgeranno l’artista milanese Milena Quercioli e noi de La Gente Che Piace, l’abbiamo incontrata per farci raccontare il magico mondo ricco di colori che da sempre caratterizzano le sue opere. Da dove nasce la passione per la Street Art? Fin da piccola amavo disegnare ma è da ragazzina che mi sono appassionata alla street art, ai graffiti e ai murales. Compravo tutte le riviste del settore e tentavo di ripeterle, reinterpretando i disegni sulla mia cara vecchia Smemoranda. Erano gli anni 80 la street art stava sbarcando anche in Ita
Un sguardo tra i capolavori di de Pisis

Un sguardo tra i capolavori di de Pisis

ARTE, EVIDENZA
«Nella nuova pittura vengon così a porsi sul primo piano i sentimenti che agitano l’artista. Un mare sereno o tempestoso, lontano, sotto un bel cielo palpitante a sfondo di una natura morta, non sarà solo elemento ambientale, o decorativo come nelle pitture secentesche del Recco o di un garrulo fiammingo, ma nostalgia sottile e tortura di senso. Il cielo sarà “il tremendo soffitto” del Baudelaire. E una figura in un paese non sarà la solita macchietta pittorica, ma un segno, sia pure distratto, di un fantasma interiore». La citazione di Filippo de Pisis nei suoi saggi e nelle sue Confessioni dell’artista, celebrato con un'ampia retrospettiva di oltre novanta opere al Museo del Novecento di Milano, riflette in parte la sua personalità. Poeta e pittore versatile con una predilezione per l