sabato, Giugno 22Settimanale a cura di Valeria Sorli

Roberto Cacciapaglia – INCIPIT Moz-Art K.488 ReComposed

ROBERTO CACCIAPAGLIA

 

È DISPONIBILE IN DIGITALE DA OGGI

IL NUOVO BRANO

 

INCIPIT

Moz-Art K.488 ReComposed

 

virginmusicgroup.lnk.to/RobertoCacciapaglia_incipit

 

PRIMA OPERA CHE ANTICIPA L’ALBUM DI INEDITI IN USCITA PROSSIMAMENTE

 

IL PIANISTA E COMPOSITORE DI FAMA INTERNAZIONALE

ESEGUIRÀ QUESTA SERA IN PRIMA MONDIALE

IN SCOZIA NELLA PRESTIGIOSA QUEEN’S HALL DI EDIMBURGO

 

È disponibile in digitale dal 4 aprile 2024, il nuovo brano del pianista e compositore ROBERTO CACCIAPAGLIA INCIPIT Moz-Art K.488 ReComposed (virginmusicgroup.lnk.to/RobertoCacciapaglia_incipit), prima opera che anticipa l’album di inediti prossimamente in uscita. Il singolo verrà presentato dal vivo in prima mondiale questa sera in SCOZIA alla prestigiosa venue Queen’s Hall di Edimburgo.

 

«L’Adagio del concerto K.488 di Mozart mi ha sempre toccato profondamente per l’apparente semplicità – racconta Roberto CacciapagliaSin da bambino ascoltavo affascinato ogni nota e ogni passaggio e leggendo il libro “Complice la Notte” di Giuseppina Manin che mi ha colpito fortemente ho ritrovato quell’emozione, in particolare nella figura di Marija Judina, interprete straordinaria che incarna il volto più alto della musica.

In questo lavoro ho voluto scomporre e ricomporre la forma e gli intrecci alchemici per fermare e sentire la profondità che ogni nota contiene. All’ascolto potrebbe sembrare che ci siano delle parti aggiunte, suoni elettronici o digitali, ma in realtà tutto quello che ascoltiamo deriva unicamente dall’esecuzione pianistica grazie all’utilizzo di software che espandono il potere dello strumento acustico di manifestarsi nello spazio. Ogni nota è come un rintocco per portare le note mozartiane fuori dal tempo storicizzato, nell’attimo presente».

Il brano è stato registrato negli studi Glance di Milano da Gianpiero Dionigi e mixato in stereo e Dolby Atmos nel Pinaxa Studio da Pino Pischetola.

Il Concerto per pianoforte e orchestra n. 23 in La maggiore K 488 di Wolfgang Amadeus Mozart fu composto per una serata pubblica delle Accademie Viennesi per la stagione di Quaresima del 1786, fu uno dei più eseguiti tra i concerti di Mozart e appartiene alle opere di maggior rilevanza dell’autore.

 

ROBERTO CACCIAPAGLIA

Compositore e pianista, nella sua musica convivono classico e avanguardia, tradizione e contemporaneità, esplora tutti i generi per scoprirne l’essenza che supera divisioni e differenze. La sua musica passa dall’emozione attraverso melodia e armonia, elementi primordiali dei poteri del suono in tutte le epoche.

Nasce a Milano, si diploma in composizione sotto la guida di Bruno Bettinelli presso il Conservatorio Giuseppe Verdi della sua città, dove studia anche musica elettronica e direzione d’orchestra. Lavora allo studio di Fonologia della Rai e collabora con il CNR (Consiglio Nazionale delle Ricerche) di Pisa, studiando le applicazioni del computer in campo musicale.

Protagonista della scena musicale internazionale più innovativa con la sua musica esplora tutti i generi e coesistono classico e avanguardia, tradizione e contemporaneità.

Nel 1976 con l’etichetta tedesca Ohr realizza “Sonanze”, primo LP quadrifonico pubblicato in Italia, ed entra in contatto con gruppi musicali tedeschi come Popol Vuh (concerto all’Università Statale, Milano – 1975) e Tangerine Dream.

Negli anni seguenti pubblica e rappresenta opere, concerti, musiche per balletto: “Sei note in Logica” (Philips – 1978) per voci, orchestra e computer; “Generazioni del Cielo” (Ricordi – 1986) opera in due atti, Teatro Metastasio di Prato; “Lamentazioni di Geremia” (1988) cinque elegie su testo ebraico, eseguito a Gerusalemme – Festival Internazionale di Tel Aviv. Nello stesso anno esegue in concerto “In C” con Terry Riley, brano manifesto del minimalismo in musica, e l’inedito “Transarmonica”, Aterforum di Ferrara; “Aurea Carmina”, su testo di Pitagora, commissione dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia in Roma; “Il segreto dell’Alba” (1989) balletto-pantomima, Teatro Comunale di Bologna; “Un Giorno X” (1990) sua seconda opera, Conservatorio di Milano; “Le Mille e una Notte” (1991) fiaba musicale, Berliner Festspiele, Teatro Mariinskij di San Pietroburgo, Festival di Spoleto.

Nell’ambito della Milanesiana è protagonista di alcuni concerti, tra cui “La Dissoluzione dell’Aria” (2003) con Derek Walcott, Premio Nobel per la letteratura e “Mente Radiosa” (2005) con Rita Levi-Montalcini, Premio Nobel per la medicina.

Dal lungo sodalizio artistico intrapreso con la Royal Philharmonic Orchestra prendono vita i suoi lavori “Quarto Tempo” (2007), “Canone degli Spazi” (2009) e “Ten Directions” (2010).

Nel 2013 compone “Antartica”, che accompagna la spedizione europea Concordia in Antartico, European Space Agency. Segue “Alphabet” (Decca Records – 2014), registrato in Sala Verdi del Conservatorio di Milano e presentato in anteprima nella Sala delle 8 Colonne del Palazzo Reale di Milano.

Nel 2015 realizza “Tree of Life” (Believe Digital), colonna sonora dell’Albero della Vita, icona dell’EXPO 2015 Milano, rappresentato in concerto con l’Orchestra dell’Accademia Teatro alla Scala presso l’Open Air Theatre in occasione della cerimonia di chiusura di EXPO 2015.

Da sempre sensibile ai temi dell’ecologia, collabora con Earth Day – giornata mondiale per la salvaguardia del pianeta – Roma, Piazza del Popolo (2017); Bologna, Piazza Maggiore, G7 Ambiente (2017).

Nel 2018 con il “Celebration Tour” porta la sua musica da Mosca a tutta la Russia fino in Siberia, Europa, America, Cina e Turchia. Durante questa tournée il concerto alla Carnegie Hall di New York viene votato dalla rivista Bluebird Reviews “Best Live Act 2019”.

Nello stesso anno registra “Diapason” con la Royal Philharmonic OrchestraAbbey Road Studios, Londra, che presenta in concerto in tutto il mondo con il “Diapason Worldwide Tour”.

La stilista Stella McCartney sceglie il brano “Sparkling World” per lanciare la campagna pubblicitaria della collezione primavera/estate 2018.

Nel 2020 compone durante il periodo della pandemia “Days of Experience” (Believe Digital), brano dedicato al vissuto collettivo di questa esperienza e presentato con un concerto evento al Teatro Bibiena di Mantova.

L’anno successivo esce “Angel Falls” (Believe Digital) presentato su Scala Radio in UK.

Sempre nel 2021, porta la sua arte in due concerti per piano solo, prima al Conservatorio di Milano e successivamente nella prestigiosa Cadogan Hall di Londra, residenza della Royal Philharmonic Orchestra.

Alle Olimpiadi di Tokyo 2020 e ai Mondiali di ginnastica ritmica di Kitakyushu nel 2021 le Farfalle Azzurre, squadra nazionale italiana di ginnastica ritmica, vincono la medaglia d’oro sulle note del brano “Tree of Life Suite”.

Il 24 febbraio 2023 pubblica il nuovo album “Invisible Rainbows” (Ingrooves) che esce in vinile e CD in UK e USA il 21 marzo. Il progetto discografico, realizzato in Dolby Atmos e registrato con I Virtuosi Italiani, è anticipato da tre singoli che raggiungono la vetta delle classifiche UK, Italia e Cina: “Atlantis”, “London Sleeps” e “Rainbows”.

Il 14 marzo 2023 riceve a Milano il Premio Montale Fuori di Casa 2023 per la sezione Musica.

Da sempre attento alle opportunità da offrire ai nuovi talenti, è fondatore e dirige “Educational Music Academy”, accademia musicale che nasce nel 2012 con l’obiettivo di dare voce ai giovani musicisti.

A settembre 2023 è uscito l’album “Invisible Rainbows – Solo Piano”, versione per pianoforte solo di Invisible Rainbows, presentato il 30 settembre alla Cadogan Hall di Londra.

 

www.robertocacciapaglia.com

www.facebook.com/RobertoCacciapaglia

www.instagram.com/robertocacciapaglia/

www.youtube.com/user/webcacciapaglia

Print Friendly, PDF & Email