giovedì, Ottobre 17Settimanale a cura di Valeria Sorli

Rivelazione GF 2019: Serena Rutelli, la scelta dell’amore vero

Se da un lato ci sono esempi da non considerare, ve ne sono altrettanti, da prendere a riflessione quali tasselli belli di una società spesso martoriata. Alla ribalta da anni, per vari motivi professionali, sulla loro vita privata ha acceso un grande faro una ragazza che, dopo ben dieci anni, ha realizzato un piccolo sogno, entrare nella casa del grande fratello. La ragazza è loro figlia e si chiama Serena Rutelli, il profilo che emerge, “spiandola” nella casa più popolare d’Italia,  è quello di una ragazza genuina, senza fronzoli per la testa, non è scostumata, sa ascoltare e soprattutto ha una comunicabilità dosata e mai eccessiva. La pacatezza di mamma Barbara Palombelli e la dolcezza di papà Francesco Rutelli, un mix completo e ben assortito di una coppia di belli e famosi. Mai sulle cronache per scoop o gossip, ma solo per le loro rispettive professioni. Che dire, loro si occupano di cose diverse, ma in un certo qual modo sono al servizio dell’utente o telespettatore. Lui politico di classe, affascinante e “morbidamente” simpatico, lei giornalista e conduttrice, affidabile, bella e raffinata. Insieme sono un misto di bella luce di cui l’Italia ha bisogno, il loro più grande successo lo mietono insieme, ne al parlamento ne nelle varie testate giornalistiche o televisive, ma nella vita privata. Sposati con rito civile nel 1982, quello religioso nel 1995, hanno quattro figli, il primo generato naturalmente, Giorgio e i successivi tre adottati, Serena, Monica e Francisco. Cioè la dimostrazione dell’amore totalitario. Di difficoltà ne hanno incontrate, burocratiche e umane, ma non si sono mai fermati, perchè sentirsi genitori è qualcosa che va oltre il proprio stesso corpo, oltre la propria stessa vita. Serena, ha 29 anni, ha una storia tristemente profonda alle spalle, tanta sofferenza e paure, tra le sue considerazioni, parlando dei genitori: “Il momento più bello della mia vita, è stato quando ho conosciuto quelli che sarebbero diventati i miei genitori”. A prova che l’amore bello, quello vero, quello grande, ha la capacità di scegliersi, al primo incontro e per tutti gli altri giorni che verranno, tra imprevisti e incomprensioni, come per tutti. Serena parla della sua storia, della sua famiglia, del fidanzato, del lavoro di estetista, che non intende lasciare, con profondo rispetto e sentimento. Dimostrando che dal dolore, anche il più grande in assoluto qual’è un abbandono, si può rinascere con la ricchezza più grande: la voglia di scegliere ed essere  scelti  dall’amore vero.

Noi della gente che piace vogliamo augurarle il meglio, vittoria o meno, perchè  il suo successo è già un trionfo, un trionfo raro: restare con i piedi per terra e il cuore in volo. Grazie.

Print Friendly, PDF & Email