mercoledì, Luglio 24Settimanale a cura di Valeria Sorli

Marco Zamponi: Professione networker

 

Siamo spesso contattati da lettori i quali ci raccontano storie di vita, e noi sempre più curiosi di scoprire cosa succede nella nostra bella Italia. Questa volta la nostra attenzione è rivolta a un lettore “un po’ particolare”.  Lui si chiama Marco Zamponi ed ‘è un giovane quarantenne che di professione fa il networker.  Molti sicuramente ignari di questa professione ormai diventata un nuovo sistema di vendita, grazie all’avvento d’internet che ha consentito, specialmente con i social di creare reti per estendere il proprio business. Forse sarebbe meglio chiedere a Marco in che cosa consiste l’attività del networker.

 

Come ti sei avvicinato a questo tipo di lavoro e cosa vuole dire networker?

 

Un amico mi ha parlato di questo lavoro e mi ha incuriosito perché è un lavoro autonomo, occasionale e senza investimento di denaro. Durante il nostro percorso lavorativo l’azienda ci offre delle gite, questo è uno dei motivi per il quale sono stato incentivato a lavorare per loro. Esistono diverse forme di networker sia on line che come il lavoro che svolgo io che si basa sulle conoscenze e il passa parola. Un networker ha la finalità di sostenere gli altri a guadagnare creandosi una rete di persone intorno a loro, formando così un team che verrà seguito nella crescita lavorativa e produttiva, motivando ciascuna persona a raggiungere il proprio obiettivo.

 

Perché hai deciso d’intraprendere questo percorso lavorativo?

Perché ho voglia di raggiungere i miei obbiettivi, cosa che con un lavoro tradizionale non potrei permettermelo. Ho il desiderio di avere più introiti, per viaggiare e permettermi una vita più agiata.

Credi che possa essere adatto alla tua persona?

Ci tengo a migliorare me stesso, perché oltre che diventare un buon leader per il mio team, vorrei essere un buon oratore.

 

Quali sono le motivazioni che ti hanno spinto a catapultarti in un lavoro così particolare?

Sono una persona che amo raggiungere i miei obbiettivi e questo lavoro mi da l’opportunità di avere più tempo da dedicare alla mia vita aiutando gli altri a guadagnare

 

Quali sono i requisiti che deve avere un networker?

Sicuramente una buona dose di affidabilità, essenziale per creare un team efficace e produttivo

  

Quali sono i tuoi clienti o collaboratori e quali requisiti devono avere?

I miei clienti sono coloro che acquistano da me i prodotti promuovendoli

I social network ti permettono di avere una platea di potenziali contatti molto più ampia oppure è meglio il passaparola?

I social network ti permettono sì di avere una platea di potenziali contatti, ma sono dell’idea che il passaparola è sempre meglio.

Come possono contattarti le persone interessate a questo lavoro?

Tramite la mia mail: marcopr2011@live.it Risponderò fornendo tutte le info.

 Come hai conosciuto il nostro settimanale?

Tramite Facebook e dal passaparola di tanti amici, ed è per questo che sostengo che il passaparola sia la migliore pubblicità.

Print Friendly, PDF & Email