martedì, Giugno 18Settimanale a cura di Valeria Sorli

Madame X: Madonna regina come non mai

Inutile fare giri di parole: la regina incontrastata della musica pop è lei, Madonna.

L’Araba Fenice della musica e dello showbusiness, dopo anni di silenzio dal successo globale del tour Rebel Heart e dal meno fortunato progetto discografico omonimo, è tornata sconvolgendo, dissacrando, stupendo. Ancora una volta Miss Ciccone ha saputo inventare una nuova immagine, produrre una nuova musica, generare una nuova forma di spettacolo, andando oltre tutti e tutto : il suo Madame X non sarà solamente un album ma costituirà un nuovo ed incredibile capitolo nella discografia mondiale.

Prima conditio sine qua non per approcciare la nuova Madonna è: dimenticare ogni luogo comune.

Il primo? L’età. Madonna non ha età: sulle scene con un volto e un viso di una trentenne lei può, anzi deve osare, sfidando il tempo e Madre Natura. L’ageism così odioso e ingiusto è un preconcetto indegno per un’artista del suo calibro. Stop. La cura del suo fisico, della sua immagine, della sua “immacolata” bellezza è lo scrigno per un mondo nuovo, innovativo, incredibimente affascinante e seducente, il mondo di Madame X.

Il secondo luogo comune è proprio la musica: Medellìn è un pezzo incredibilmente attuale, sconvolgente nella sua plasmabilità. Non bada alle classifiche, è una hit slegata dalle logiche a cui siamo abituati, o meglio a cui eravamo abituati dopo le ultime produzioni dance. La scelta di Maluma, superstar del Raggaetton,  apre una nuova strada di sperimentazione musicale, una specie di melting pot globale, specchio del nuovo stile di vita artistico e personale di Madonna, da tempo residente a Lisbona. Madame X sarà sicuramente un progetto in divenire, come lo ha testimoniato anche Crave, il secondo estratto.

Vogliamo poi parlare dell’estetica? Mai forse come quest’anno Madonna ha curato i dettagli: il live al Billboard Music Award con tanto di ologrammi lo ha testimoniato. Lei può tutto,compreso spendere  5 milioni di dollari per questa apparizzione, moltiplicandosi e fondendosi con lo show stesso. I video di Madellin e Crave sono autentici capolavori estetici, presentando una Madonna incredibilmente bella e curata, oltre ad una regia magistralmente analitica su dettagli e rifiniture, quasi artigianali e ben lontane dalla grossolana massificazione del mainstreaming

Tuttavia, l’apice del progetto Madame X sarà incarnato dalla tournée: Madonna ha sconvolto nuovamente, optando per un tour teatrale votato proprio alla cura del dettaglio, antidemocratico nei prezzi  ma il sacrificio dei posti e della conseguente accessibilità farà di questo evento una perla nel mondo della musica.

Ora non ci resta che attendere il 26 giugno, data del lancio dell’intero album a mio parere un concept album che saprà ancora una volta stupire. I numeri? Le visualizzazioni? Le classifiche? Le vendite? Problemi per altri artisti, non per la Regina.

Print Friendly, PDF & Email