mercoledì, Novembre 13Settimanale a cura di Valeria Sorli

Incontro con Valeria Golino

Con Valeria Golino proviamo a compiere un viaggio ideale tra Venezia, Napoli e Bari. Eccola in pantaloni neri comodi, cintura nera, maglietta a V a maniche corte (anch’essa nera), sorriso autentico e disponibilità a raccontare e raccontarsi.

Partiamo dal Lido, dove alla Mostra internazionale del cinema ha presentato nei giorni scorsi il nuovo film “5 è il numero perfetto”, insieme al regista Igort: «È stato bellissimo, nella sala grande c’era tanto pubblico ed ha riservato una bellissima accoglienza al film ed al cast, in un luogo che mi ha portato tanta fortuna…»

Ferma. Non è stata fortuna. La Coppa Volpi alla miglior attrice non si porta a casa due volte, se non c’è qualcosa di più: «Allora diciamo: non solo per fortuna…»

Il viaggio l’attrice (e anche regista, e produttrice) l’ha compiuto veramente e Domenica era a Napoli: «Abbiamo presentato il film in tre diverse sale, tutte gremite di spettatori.

Una storia – ambientata e girata nella Città, con attori di Napoli (Toni Servillo, Carlo Buccirosso) e dialoghi in dialetto partenopeo – ha attirato moltissimo.

È la Città degli Anni ’70, il periodo in cui Valeria, che qui è nata, era una bimba: «Ma è una Città diversa da quella che conoscevo. Nel film c’è una Napoli come non la conosce nessuno. È la Napoli notturna, metafisica, senza persone. Io ho il ruolo di Rita, la donna che ama il protagonista. Lui parla sempre. Io lo ascolto e ogni tanto dico una parolina…»

E veniamo in Puglia: «Bari è una città che amo. Ricordo il film “L’Uomo Nero”, che ho fatto dieci anni fa, con amici come Sergio Rubini e Riccardo Scamarcio (era il mio compagno) e prima ancora ero stata nella Regione, a Taranto, per il primo film che ho girato con Silvio Soldini “Le Acrobate”.

Poi sono tornata a Bari in veste di produttrice, qualche estate fa, per “Dei” di Cosimo Terlizzi, un lavoro molto faticoso, soprattutto per il caldo a 40 gradi. E poi presto sarò a Fasano, dove realizzeremo le riprese del prossimo film che andrà in lavorazione…»

In questo viaggio la accompagna la produttrice Marina Marzotto e il regista Igort, al secolo Igor Tuveri. Ed eccoci nel Multicinema Galleria: «Si è riempita la sala più grande del cinema, oggi che è Lunedì, in una città sta ancora riprendendosi dalle ferie. Una bella manifestazione di affetto. Forse anche Bari mi ama…»

FOTO A CORREDO E DIDASCALIE

1 = Valeria Golino

2 = Red carpet a Venezia

3 = Scena del Film 25 è il numero perfetto”.

Print Friendly, PDF & Email