martedì, Aprile 23Settimanale a cura di Valeria Sorli

Come arredare un B&B: Il punto di vista dell’home stager

 

Decidere di aprire un B&B non è cosa banale. Aprire la propria casa all’ospitalità è l’inizio di un’avventura che ci mette in gioco sia come persona, perché decidiamo di condividere l’ambiente più privato della nostra vita, sia come neo  imprenditore alle prese con una serie di impegni organizzativi e gestionali.

Cambia il punto di vista: ora la nostra casa dovrà essere considerata come un qualsiasi altro bene che viene messo in vendita e, ciò che verrà mostrato, dovrà essere così accattivante, da far scattare il colpo di fulmine a chi naviga sul web alla ricerca di una location dove trascorrere alcuni giorni di vacanza.

Il nostro B&B dovrà emergere rispetto a tutte le altre proposte simili per tipologia e fascia di prezzo e la scelta dell’arredo giusto farà la differenza tra una struttura di successo e una mediocre. L’arredamento infatti assume un ruolo molto importante non solo in fase di prenotazione, ma anche in una fase successiva e cioè quando gli ospiti rilasciano la propria  recensione a fine soggiorno.

Ricreare un ambiente casa accogliente e confortevole, pulito e curato in ogni dettaglio, consente di far sentire a proprio agio gli ospiti, ma bisogna fare attenzione a non personalizzare troppo lo stile dell’arredo per non limitare il bacino dei potenziali clienti.

Non è sempre facile dosare con gusto mobili e complementi ed è per questo motivo che l’ideale sarebbe rivolgersi ad un home stager professionista specializzato in microricettività. Anche la sola consulenza verbale risulta utile per non commettere errori e conferire alla nostra struttura carattere, originalità, ma soprattutto fare in modo di aumentare le prenotazioni.

Gli ospiti sono alla ricerca dello spirito dei luoghi, desiderano ritrovare nell’arredo le caratteristiche di quelle località che hanno deciso di visitare. E’ importante caratterizzare l’ambiente con pochi elementi di arredo che comunichino i colori e il territorio, ma declinati in chiave contemporanea e  senza dimenticare di assicurare confort e funzionalità.

Nelle camere non si dovranno lasciare tutti i mobili della nonna pensando che facciano atmosfera d’altri tempi, ma andranno lasciati solo quelli che meritano e andranno accostati a elementi più fashion.

Non è soltanto questione di buon gusto, si tratta di saper scegliere e abbinare materiali, colori e forme.

Ogni casa ha la sua essenza, la sua storia, ascoltiamola e riscopriamola,  così avremo realizzato un nido accogliente per noi e per i nostri ospiti, dove poter trascorrere momenti unici.

www.homeatmosphere.it

Blog: il salotto di home atmosphere