giovedì, Ottobre 1Settimanale a cura di Valeria Sorli

Sul ‘balcone di Romagna’ l’estate è a ritmo di jazz

Un’estate piena di musica sul balcone di Romagna

Ai nastri di partenza l’edizione 2020 del Bertinoro Jazz Festival

 

Bertinoro,  9 luglio 2020 – Sul ‘balcone di Romagna’ l’estate è a ritmo di jazz. Si svolgerà dal 17 al 19 luglio (con anteprima il 12) il Bertinoro Jazz Festival, appuntamento ormai tradizionale del borgo collinare romagnolo.

 

Promossa dal Comune di Bertinoro- Assessorato al Turismo e realizzata da Romagna Musica con la collaborazione della Scuola Musicale Bertinoro “Dante Alighieri”, la rassegna rientra nel programma del festival Entroterre, la cui direzione artistica è affidata a Luca Damiani di Radio Rai 3.

In scaletta una dozzina di concerti. Ospite di punta Peppe Servillo, con due diversi spettacoli. Sabato 18 luglio si esibirà con il sassofonista Javier Girotto e l’Entroterre Orchestra in una doppia serata (il primo appuntamento alle ore 20,30, il secondo alle ore 22) condotta da Luca Damiani. Domenica 19 luglio, invece, è in programma un reading-concerto, in cui il frontman degli Avion Travel leggerà brani dal romanzo “Il resto della settimana” di Maurizio de Giovanni accompagnato dal pianoforte di Natalio Luis Mangalavite. Anche in questo caso si comincia alle 20,30 e si replica alle 22.

Ma ad animare la rassegna – con palchi allestiti nella Rocca e in due piazze del borgo –  ci saranno anche il Blue Train Trio con Jimmy Villotti, la Classica Orchestra Afrobeat, il Sara Jane Ghiotti Trio, il Gio Belli Manouche Trio, il trombettista reggiano Tiziano Bianchi con il suo quintetto, l’Ambassador Marching Band, l’Alessandro Scala Quartet, i Savana Funk.

 

Tutti i concerti sono gratuiti, ad eccezione di quelli con Peppe Servillo.

 

Domenica 12 luglio, alle ore 21,30, in piazza della Libertà si terrà l’anteprima con il quintetto capitanato dal trombettista reggiano Tiziano Bianchi.

 

Il Festival vero e proprio prenderà il via venerdì 17 luglio. Tre gli appuntamenti della serata. Alle ore 20, in piazza del Duca andrà in scena l’Ambassador Marching Band, con un repertorio comprendente classici brani del dixieland e dello swing americano, ma anche celebri melodie italiane del primo dopoguerra rivisitate in chiave dixie.

Sempre alle ore 20, piazza della Libertà ospiterà il concerto del Blue Train Trio, originale progetto all’insegna dell’elegante incontro del blues con il jazz: protagonista Jimmy Villotti alla chitarra, affiancato da Hammond Pippo Guarnera e Vince Vallicelli.

Alle 21,30, nel giardino della Rocca ci sarà la Classica Orchestra Afrobeat, ensemble composto da 13 musicisti di estrazione classica, barocca e popolare, diretta da Marco Zanotti. Il suo originalissimo repertorio mescola le sonorità della tradizione colta europea con le percussioni, i canti e le poliritmie africane.

 

Sabato 18 luglio, alle ore 20,  in piazza Guido del Duca andrà in scena il Gio Belli Manouche Trio, con un concerto che spazia dal gipsy jazz fino ai giorni nostri.

In piazza della Libertà, alla stessa ora, saranno alla ribalta i Savana Funk, con una commistione di musica africana, funk, blues, rock psichedelico, influenze jazzistiche e melodie forti.

Pezzo forte della serata sarà, nel giardino della Rocca, la doppia esibizione di Peppe Servillo con l’Entroterre Orchestra: sul podio Cristiano Arcelli, che sarà anche al sax insieme a Javier Girotto, mentre la conduzione sarà di Luca Damiani, direttore artistico di Entroterre. Il primo spettacolo inizierà alle ore 20,30, il secondo alle ore 22.

 

Anche domenica 19 luglio – sempre con inizio alle 20,30 e alle 22, nel giardino della Rocca – Servillo sarà protagonista di un doppio appuntamento, ma con una proposta del tutto diversa: un reading concerto, con la lettura di brani dal romanzo “Il resto della settimana” di Maurizio de Giovanni e l’accompagnamento musicale di Natalio Luis Mangalavite.

A completare il programma del 19 luglio, i due concerti delle ore 20: in piazza Guido del Duca arriverà il Sara Jane Ghiotti Trio, con un repertorio dedicato agli standard; in piazza della Libertà ci sarà, invece, l’energia trascinante dell’Alessandro Scala Quartet feat. Roberto Rossi.  Il quartetto guidato dal sassofonista ravennate si distingue per una efficace miscela di Nujazz//bossanova, che dà vita a un repertorio accattivante e originale.

 

Ma l’estate musicale di Bertinoro è più ricca. Accanto al Festival, c’è la rassegna Donne in Blues, che mette n programma tre appuntamenti nel parco di Fratta Terme.

SI comincia sabato 11 luglio con G & The Doctor(s): il potente e profondo contralto di Gloria Turrini ci porterà attraverso le varie sfumature delle radici della black music, accompagnata dalle sapienti mani di Mecco Guidi al piano e dalla splendida tromba di Andrea Guerrini.

Il 25 luglio sarà la volta del Sara Ghtami 4tet feat. Alessandro Scala, che daranno vita a un concerto dalle miriadi di sfumature e personalità diverse e coese tra di loro, dove tutti gli elementi compongono la sintonia perfetta.

Infine, l’8 agosto, la chiusura della rassegna sarà affidata al Sara Zaccarelli Trio, che proporrà un viaggio dalle canzoni classiche degli dei del Soul – da Salomon Burke a Otis Redding, da Etta James  ad Aretha Franklin – passando da Eartha Kitt fino a Tina Turner.

 

 

Info utili

Per gli spettacoli di Peppe Servillo il biglietto d’ingresso è di 10 euro (ridotti 8 euro per giovani fino a 25 anni e per gli over 65)

Tutti gli altri spettacoli del Bertinoro Jazz Festival e di Donne in Blues sono a ingresso gratuito.

Tenuto conto delle misure di sicurezza imposte dalla prevenzione anti-Covid, è vivamente consigliata la prenotazione sia per gli spettacoli a pagamento che per quelli gratuiti, in modo da consentire una migliore gestione degli spazi.

Per prenotarsi può inviare una mail all’indirizzo info@romagnamusica.it, oppure telefonare ai numeri  0543 446523 – 0543 446563, dal lunedì al venerdì dalle 10 alle 13.

 

Per l’acquisto dei biglietti, acquistabili anche in loco, è consigliato l’acquisto online su ticket SMS https://www.ticketsms.it

 

Programmi e info sul sito www.visitbertinoro.it

Print Friendly, PDF & Email