giovedì, Febbraio 29Settimanale a cura di Valeria Sorli

Monte San Vigilio e la sua chiesetta a Lana in Alto Adige

La regione di Lana è una meravigliosa destinazione per chi intende trascorrere una vacanza invernale molto tranquilla.
Le attività che vi si possono svolgere sono molteplici, tutte però con un denominatore comune: il relax. Infatti, oltre alle facili passeggiate in valle negli antichi canali di irrigazione, i waalwege di Brandis e di Marlengo o lungo i sentieri tematici del territorio, Monte San Vigilio, la “montagna di Lana”, offre tantissime opportunità per godere un inverno slow.

©Eva Maria Zoeggeler

Grazie alla recente ristrutturazione, terminata ad agosto 2023, della funivia, unico mezzo per salire su Monte San Vigilio da Lana, si raggiunge comodamente la stazione a monte in pochi minuti, da cui partono una serie di percorsi per meravigliose passeggiate a piedi o con le ciaspole, che si possono noleggiare alla stazione a valle della funivia.
Sul Monte San Vigilio è la natura a comandare in ogni stagione e quando la neve cade, si diffonde un “silenzio assordante”, rotto solo dal respiro e dallo scricchiolio della neve sotto i piedi.
Il manto bianco e incontaminato regala una pace meditativa unica e gli scorci che si presentano ciaspolando riempiono l’anima di sorprendente stupore.
Fermarsi a prendere il sole nel paesaggio innevato di Monte San Vigilio, avvolti dal candore e dal silenzio e protetti dalla natura incontaminata, è un’esperienza sensazionale.

©Ortler Skiarena/Alex Filz

Sul Monte San Vigilio è doveroso fare una visita alla sua antica chiesetta che, coperta di neve, dalla collinetta sulla quale è stata costruita, spunta solitaria come in un libro illustrato di fiabe. La chiesetta di Monte San Vigilio, oltre ad essere un meraviglioso e prezioso gioiello architettonico e religioso, rappresenta un importante riferimento per gli abitanti del territorio, che da sempre la chiamano “la chiesetta del beltempo”, perché in essa si è sempre pregato – e ancora si prega – per scongiurare il cattivo tempo.
La chiesetta è una delle più “alte” dell’Alto Adige con i suoi 1793 metri sul livello del mare ed è stata costruita addirittura in epoca protoromanica, come testimoniano i suoi muri longitudinali. Sembra anche che sia stata edificata in un luogo di culto preistorico. All’interno della chiesa è custodito un prezioso ciclo di affreschi del 1300 d.C., raffigurante gli Apostoli e la Crocifissione.

Sul Lago Nero, altra destinazione consigliata dopo una bella ciaspolata, si trova uno dei tanti rifugi di Monte San Vigilio, dove ritemprarsi al tepore dell’ambiente, gustando specialità della cucina tradizionale altoatesina. I rifugi spesso hanno bellissime terrazze che, in caso di giornata limpida e serena, danno la possibilità di consumare cibi e bevande all’aperto, godendo del bel sole e dell’aria di montagna frizzante e pulita.

©IDM Südtirol-Alto Adige/Alex Filz

Monte San Vigilio ha anche un piccolo comprensorio sciistico, con 4 impianti di risalita per 5 km di piste. Si raggiunge attraverso la storica seggiovia monoposto presso la stazione a monte della funivia e, per la sua peculiarità di essere “raccolto”, offre la possibilità di sciare in pieno relax, a contatto con la natura e lontano dalla frenesia. È il posto ideale per chi ha bisogno di prendere confidenza con gli sci. Ogni inverno, le scuole di sci organizzano divertenti corsi di gruppo per bambini e lezioni individuali anche per adulti.
Per chi invece preferisce impianti e piste più sfidanti, soggiornando a Lana e dintorni si ha il vantaggio di poter raggiungere facilmente e velocemente diverse località in cui praticare le principali attività outdoor legate alla neve.
Print Friendly, PDF & Email