sabato, Maggio 21Settimanale a cura di Valeria Sorli

Milva- La classe eterna

Il Festival è stato avaro nel ricordare adeguatamente Milva. Fortunatamente ci sono state due occasioni in cui la Rossa è stata  adeguatamente celebrata: Iva Zanicchi nella serata delle cover con Canzone e la mostra al Casinò “Milva icona di stile”. Un maxi schermo fuori dal Casinò ha ricordato alcuni momenti topici della cantante che vanta il maggior numero di partecipazioni alla kermesse oltre ad un’irraggiungibile livello artistico.

In suo onore è stata allestita una raffinatissima mostra presso il foyer del Casinò è stata allestita una mostra di alcuni suoi iconici abiti, realizzati per lei dalle grandi firme dell’altamoda,  un progetto reso possibile dalla concessione degli abiti da parte della figlia Martina Corgnati. La classe, l’eleganza, l’imponenza, la sensualità di Milva materializzata da questi gioielli della moda indossati da Milva  in alcune occasioni più celebri, non solo al Festival ma anche nei teatri più famosi del mondo che hanno dato spazio alla sua immensa arte. Sedici meravigliose creazioni realizzate per lei da Versace, Armani e Ferré, un omaggio davvero raffinato che toccherà dopo Sanremo il Museo nazionale Rossini di Pesaro  e il Teatro Franco Parenti di Milano. Successivamente gli abiti saranno battuti all’asta  di beneficenza da Cristiano De Lorenzo, direttore generale di Christie’s Italia. Il ricavato sarà destinato all’avvio di un progetto di cura attraverso l’arte per migliorare la vita di pazienti fragili e delle loro famiglie promosso da Qualia in collaborazione con MediCinema Italia

Print Friendly, PDF & Email