domenica, Febbraio 25Settimanale a cura di Valeria Sorli

Mantova- Food&Science Festival

11 maggio 2023. Proiezioni, spettacoli, contest e gite fuori porta per una scienza che esplora i confini con l’arte cinematografica e teatrale, la bioeconomia, la tradizione e la natura del territorio mantovano. Una serie di “eventi speciali” arricchisce il fitto calendario di appuntamenti, laboratori, mostre e degustazioni del Food&Science Festival (a Mantova dal 19 al 21 maggio), evento di divulgazione scientifica promosso da Confagricoltura Mantova, ideato da FRAME – Divagazioni scientifiche e organizzato da Mantova Agricola.

Primi tra questi, in ordine cronologico, i due appuntamenti mattutini del Festival (ore 9.30): la Rassegna stampa a base di scienza e sbrisolona dei giornalisti scientifici Marco Ferrari e Roberta Villa, che il sabato e la domenica commenteranno le principali notizie scientifiche con il pubblico di via Goito, e le interviste della Scienza sul divano dello YouTuber Ruggero Rollini, che ospiterà i relatori del Festival sul suo comodo sofà in Piazza Mantegna.

Poco dopo, alle ore 10, in collegamento al Teatro Scientifico Bibiena, i 12 giovani rappresentanti (EU Bioeconomy Youth Ambassadors) di Germania, Danimarca, Irlanda, Malta, Portogallo, Italia, Estonia, Lituania, Belgio, Austria, Ungheria e Ucraina, dovranno competere per aggiudicarsi il voto della platea e vincere l’Eurofestival della bioeconomia, il contest dalle sfumature internazionali condotto da Stefano Bertacchi, ambasciatore per la bioeconomia presso la Commissione Europea, e dall’attore comico Francesco Giorda.

A seguire, un viaggio tra le arti cinematografiche porterà nella città dei Gonzaga anche un pezzetto di Puglia: la piana degli ulivi monumentali, protagonista del documentario Il tempo dei giganti, proiettato al Teatro Scientifico Bibiena sabato 20 alle ore 17.30. Ispirato al libro La morte dei Giganti (Meltemi, 2022) di Stefano Martella, il lungometraggio racconta l’epidemia di Xylella che ha piegato i giganti ulivi millenari, sconvolgendo l’assetto paesaggistico del territorio e la popolazione locale. Un viaggio toccante, raccontato alle 18.30 dal dialogo tra Daniele Rielli, autore del libro Il fuoco invisibile (Rizzoli, 2023), in cui si intrecciano memorie, storie e testimonianze sulla vicenda del piccolo batterio letale, e Lorenzo Conte, co-regista insieme a Davide Barletti.

Cambio di atmosfera, ma non di palcoscenico, per lo spettacolo serale del Food&Science Festival, momento di unione tra scienza e performance teatrale. Questa volta, a stupire il pubblico del Festival sarà la vena creativa di Dario Vergassola in Storie vere di un mondo immaginario, che inscena la vita di un mondo alla rovescia, sommerso, in cui gli animali e le sirene parlano, si lamentano dell’uomo, lo sfidano e lo contrastano. Una rappresentazione dalla delicata ironia, che alterna intensità e leggerezza, raccontando le reali problematiche della fauna marina (sabato 20, ore 21, Teatro Scientifico Bibiena).

A coniugare invece la discussione sulla produzione, il consumo e il benessere a tavola, non mancherà il tradizionale agricoltour, che quest’anno coinvolgerà l’azienda agricola Annibaletti Giuliano (sabato 20, strada Colonne 22, Cornalino, in collaborazione con Regione Lombardia), dove si potranno approfondire i metodi di coltivazione biologica di cereali e legumi e prendere parte a una piccola lezione su erbe spontanee e officinali a cura di Paola Pigozzi, né l’appuntamento con la Scienza dei retrobottega, uno dei format più apprezzati e seguiti del Festival che trasforma una passeggiata in città in una divertente e interessante occasione per conoscerne più da vicino storia, tradizioni e professioni che la animano. A guidare il pubblico in questi itinerari, la biologa nutrizionista Chiara Ferrari, il divulgatore scientifico Roberto Cighetti, Fiorenza Lodi e i titolari dei negozi cittadini (sabato 20 ore 17 e domenica 21 ore 15.30, in collaborazione con Confguide-Confcommercio Mantova).

Infine, appuntamenti fuori porta sono anche quelli realizzati domenica 21 dal Parco del Mincio, che propone due attività all’aria aperta alla scoperta di fauna e flora. La prima, parte dell’evento diffuso di scienza partecipata Bioblitz Lombardia, avrà luogo nella riserva naturale Vallazza, dove guide ambientali condurranno grandi e piccini all’osservazione e riconoscimento della biodiversità. La seconda invece, al Parco Bertone, “casa” di numerose cicogne che hanno costruito i loro nidi sulle cime degli alberi secolari e che trovano abbondanza di nutrimento nei vicini prati stabili. Qui, alle ore 11 e alle ore 16, le Guardie Ecologiche Volontarie del Parco del Mincio effettuano visite guidate gratuite.

 

Il Festival è promosso da Confagricoltura Mantova, ideato da FRAME – Divagazioni scientifiche e organizzato da Mantova Agricola. Si avvale di Ministero dell’agricoltura, della sovranità alimentare e delle foreste, MASE – Ministero dell’ambiente e della sicurezza energetica, Regione Lombardia, Provincia di Mantova, Comune di MantovaCnr – Consiglio Nazionale delle Ricerche, SIGA – Società Italiana di Genetica Agraria, Camera di Commercio di Mantova, Confcommercio Mantova, Confesercenti della Lombardia Orientale e Fondazione BPA Poggio Rusco come partner istituzionali. Main partner sono Syngenta, Gruppo Tea, Esselunga, Consorzio Formaggio Parmigiano Reggiano e Consorzio Tutela Grana Padano; sponsor sono UniCredit, Granarolo, Assofertilizzanti – Federchimica, Agrofarma – Federchimica e Inalca; supporter Aispec – Federchimica e Progetto LIFE C-FARMs. Sponsor tecnici De Simoni, Arche 3D, Gruppo Bossoni. Media partner Rai Radio 3, Gruppo editoriale Athesis e Radio Pico.

 

ph-Alessia Lodi Rizzini

 

foodsciencefestival.it
Facebook @foodsciencefestival
Twitter @foodsciencefest
Instagram @foodsciencefestival
YouTube @Food&Science Festival
#FSF2023
#foodscience2023

Print Friendly, PDF & Email