giovedì, Febbraio 21Settimanale a cura di Valeria Sorli

La leggenda dei fiori d’Arancio

Le frequenze vibrazionali della Terra stanno diventando sempre più veloci e gli esseri umani risentono di tale fenomeno, grazie al quale le parti positive ricevono nuovi impulsi, si esaltano e si amplificano, come d’altronde il negativo che è in noi. In altre parole stiamo accelerando i processi vitali e, se da un lato possiamo sembrare più
dinamici e svegli, dall’altro il ritmo della nostra vita sembra diventare sempre più vorticoso, a volte caotico, e può travolgerci.

Un racconto antico ben si adatta all’uomo d’oggi e ai rischi cui va incontro. Parla di un uomo che corre sul suo cavallo a tutta velocità, come se dovesse fare qualcosa di estremamente importante. Una persona, sul ciglio della strada, lo vede arrivare di gran fretta e gli grida dove stesse andando. L’uomo sul cavallo ha appena il tempo di girarsi e 
di rispondere che non lo sa e di chiederlo al suo cavallo, e dopo qualche secondo è già così lontano da non essere più visibile al suo interlocutore. Anche noi siamo su un cavallo, e questa è la nostra mente, che ci porta ovunque; i nostri cavalli sono le nostre emozioni, le rabbie, le paure, i risentimenti e anche le nostre abitudini, le parti di noi stessi che non amiamo, che rimuoviamo e che per questo ci diventino ostili, sono i nostri cavalli che, in queste parti negate, 
scatenano vere e proprie rivolte contro di noi. Poche volte siamo consapevoli che i veri padroni sono i nostri stati d’animo e i pensieri irragionevoli, a causa dei quali reagiamo alle situazioni e non rispondiamo alla vita secondo una sana valutazione.

Come riportare allora in noi l’equilibrio quando lo perdiamo?

La natura segue ritmi ordinati e armoniosi; se l’uomo non vi opera interventi distruttivi, essa è un luogo vitale da cui possiamo attingere l’energia quando ne siamo privi. I fiori sono le intelligenze della natura che ci portano ad elevare sempre più la qualità della nostra vita e che ci aiutano a introdurre ordine in ciò che è divenuto disarmonia. Le loro vibrazioni trasformano l’energia delle persona e così i suoi pensieri. Un sistema di aiuto vibrazionale quale è la Floriterapia può restituirci la buona armonia. Per comprendere meglio come le vibrazioni possano agire in noi, 
possiamo fare una prova e sederci accanto a persone che sbadigliano con intensità e con frequenza, presto potremmo trovarci a sbadigliare a nostra volta e a sentire anche un po’ di sonno. Così accade per la risata, che come si suol dire è contagiosa, tanto che la frequentazione di persone allegre risulta un toccasana non solo per l’umore, ma per la 
salute stessa. Le vibrazioni, che sono intangibili, producono effetti reali ed è così che toccati dalle frequenze dei fiori ci risvegliano ad un cammino più consapevole. Molte persone sanno che con i fiori si possono ottenere preparazioni fitoterapiche efficaci per l’eliminazione di parecchi disturbi fisici. I rimedi floreali sono preparazioni particolari che agiscono nelle sfere più sottili, che sono all’origine di tante problematiche a livello fisico. E’ proprio anche attraverso il 
trattamento Ayurvedico che vengono utilizzati i Fiori di Bach a seconda del momento che sta vivendo la persona, tristezza, paura, angoscia, apatia… Ogni fiore ha un suo effetto specifico sulle nostri parti emotive con il risultato di una ritrovata armonia!

www.centrobenessereshaanthi.it