martedì, Novembre 12Settimanale a cura di Valeria Sorli

Il sacerdote che salva i cani randagi e li porta a messa

San Rocco è tra i santi più venerati dal Medioevo come protettore dei cani, ma ai giorni nostri a Gravatà, un comune del Brasile nello Stato del Pernambuco, c’è un sacerdote João Paulo Araujo Gomes che è un vero e proprio esempio d’amore verso gli amici pelosetti. Il sacerdote durante la messa porta i cani randagi in chiesa, invitando i fedeli ad  addottarli e il suo meraviglioso gesto, sembra abbia davvero un grandissimo successo! Sono molte le persone che ascoltando le parole del sacerdote :“È questa la nostra missione, quella dei rappresentanti di Dio, lui ci ha insegnato ad amare tutti gli esseri viventi. Questa idea inizia perché un gruppo di persone è venuto in chiesa per vendere biscotti a svolgere attività di beneficenza, ma ho proposto invece, di raccogliere i cuccioli per adottarli e consentire loro di essere in chiesa”. Su ciò che la gente pensa di questa iniziativa, Araujo ha dichiarato: “La cosa più importante è che i cittadini stanno diventando consapevoli di ciò che sta accadendo, molte persone sono d’accordo, ma ce ne sono altre che non lo sono”  D’altra parte, il sacerdote ha commentato le fasi che sostiene una volta che raccoglie gli animali: “Le due fasi che eseguiamo sono la permanenza degli animali nella chiesa che completiamo con una sala da pranzo funzionante 7 giorni alla settimana,  la seconda fase invece, è quando si presta attenzione ai cani che arrivano feriti “. Per quanto riguarda il numero di cani che ha ricevuto, ha chiarito che: “I cani sono molto a loro agio nella chiesa, quelli che entrano sono quelli che girano soli intorno alla chiesa. Ho adottato 3 dei 4 cani della chiesa”.

Che dire di questo sacerdote? Forse si ritornerà a credere che anche gli animali hanno un’anima!

 

 

 

Print Friendly, PDF & Email