mercoledì, Novembre 25Settimanale a cura di Valeria Sorli

Il Castello di Santa Severa: ospitalità, cultura e spettacolo a un passo dal mare

 

Il Castello di Santa Severa è meravigliosamente tornato alla vita. Con l’apertura di un ostello al suo interno (inaugurato a fine aprile alla presenza del Presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti, dell’assessore al Turismo  Lorenza Bonaccorsi e dell’assessore al Bilancio e Patrimonio Alessandra Sartore) e dell’Innovation lab è infatti giunto a compimento il progetto della Regione Lazio mirato a consolidare il ruolo di questo antico (XI secolo d.C.) e spettacolare sito quale polo culturale e turistico di riferimento per abitanti della zona e visitatori di tutte le età, anche in virtù dei nuovi allestimenti museali ideati dallo studio dell’architetto Carlo Lococo e diretti da Flavio Enei, e dell’arrivo della fibra che ha permesso di dotare di wifi l’intero complesso. Riaperto in maniera permanente oltre un anno fa dalla Regione Lazio, anche grazie all’intesa con MIBAC e Comune di Santa Marinella, il Castello (la cui gestione è stata affidata alla società regionale LAZIOcrea) è stato meta nei primi 12 mesi di oltre 50mila visitatori, cui vanno sommate le 12.000 presenze fatte registrare durante l’ultima stagione estiva e il recente boom di presenze al Villaggio di babbo Natale, con 25.000 visitatori,  e ha ospitato mostre, spettacoli, eventi e concerti organizzati in collaborazione con Coopculture  che hanno visto protagonisti grandi nomi dell’intrattenimento e della cultura italiana.

L’Ostello

La struttura ricettiva è stata realizzata al primo piano nell’edificio che delimita la corte interna ove si affaccia la Rocca, mentre al piano terra sono situati la Sala della Legnaia e la reception. La struttura può accogliere, a prezzi contenuti, fino a 42 ospiti in 14 camere, alcune delle quali dotate di terrazzi vista mare. Si tratta di una soluzione ideale per giovani turisti e famiglie che intendono coniugare una vacanza culturale con la possibilità di vivere il mare e praticare sport acquatici come il surf (dagli amanti dell’onda la spiaggia di Santa Severa è considerata uno dei paradisi italiani). Ma in effetti l’Ostello rappresenta un’opportunità per tutti quelli che si vogliano regalare un weekend romantico (al Castello è stata girata la scena chiave del film cult di Moccia “Tre metri sopra il cielo”) e rilassante a un rapporto qualità/prezzo davvero ottimo.

Realtà virtuale e realtà Aumentata

L’Innovation lab (il cui sviluppo tecnologico è stato affidato a LAZIOcrea con il contributo di Volkswagen Group Italia) consente ai visitatori delle nuove aree museali di godere degli effetti della realtà aumentata, o di quelli della realtà virtuale. Attraverso la tecnologia, accompagnata dalla voce narrante del noto geologo e divulgatore scientifico Mario Tozzi, è possibile effettuare un tour virtuale. I contenuti sono stati accoppiati a monitor multitouch oppure a sistemi video immersivi, anche interattivi, basati su pellicole trasparenti e/o vetro. Le soluzioni tecnologiche adottate sono state applicate all’interno di alcune strutture del Castello, come la Rocca, la Torre Saracena, la Sala Nostromo. I visitatori potranno scaricare una App mobile con realtà virtuale e realtà aumentata. Una App per IOS e Android, sviluppata da LAZIOcrea, offrirà tutte le informazioni.

 

Laboratorio di restauro

Inaugurato a novembre 2018 il nuovo Laboratorio di primo intervento conservativo e restauro, è una realtà unica nell’area del litorale ed  è stato allestito al secondo piano del Museo del Castello, la nuova struttura museale che espone una ricchissima raccolta di reperti archeologici provenienti dagli scavi effettuati nell’ultimo decennio nel borgo castellano del quale racconta la storia oltre all’esposizione di numerosissimi  reperti provenienti da Castrum Novum,  dal pozzo 112 dell’area di Pyrgi, dagli scavi della chiesa paleocristiana e da quelli della Casa del Nostromo. I visitatori del Polo Museale del Castello hanno la possibilità di accedere a questa nuova ala della Rocca dove poter osservare i restauratori all’opera su reperti archeologici.

 

Eventi

Alle attività congressuali ed altri servizi sono stati destinati una parte del primo piano dell’edificio denominato “Manica Lunga” e i locali posti al piano primo dell’edificio denominato “Manica Corta”. Inoltre, all’interno del Castello durante tutto il corso dell’anno vengono svolti convegni, conferenze, dibattiti, corsi, seminari, video-proiezioni, spettacoli, eventi, manifestazioni culturali, mostre ed attività espositive a carattere temporaneo.

 

Info: Il complesso monumentale è aperto al pubblico   dal martedì al venerdì con i seguenti orari:

dal 1 aprile al 30 giugno | dal 1 al 30 settembre dal martedì al venerdì dalle ore 9.00 alle ore 18 sabato e domenica dalle ore 10.00 alle ore 19.00

dal 1 ottobre al 31 marzo dal martedì al venerdì dalle ore 9.30 alle ore 16 sabato, domenica e festivi dalle ore 10.30 alle ore 17

dal 1 luglio al 31 agosto dal martedì alla domenica dalle ore 10.30 alle ore 15.30 ingressi  con partenza fissa ogni ora per 50 persone massimo. Pausa 13:30-14:30 dalle ore 16.00 alle ore 23.00 apertura ordinaria

24 e 31 dicembre 2018 dalle ore 10.30 alle ore 14. Chiuso il lunedì, 25 dicembre e 1 gennaio.  La biglietteria chiude un’ora prima

Tutte le info sul sito www.castellodisantasevera.it

 

Cosa visitare

Il Castello

Il Borgo medievale

La Rocca e la Torre Saracena

La Chiesa Paleocristiana

Il Battistero

La Chiesa di Maria Assunta

Il Museo del Mare e della navigazione antica

Il Museo del Territorio

L’Antiquarium

Il Centro visite della Riserva di Macchiatonda

 

Dott.ssa Rosella Presciuttini

      Relazioni istituzionali

      Ufficio Stampa Castello di S. Severa

Print Friendly, PDF & Email