martedì, Gennaio 31Settimanale a cura di Valeria Sorli

Emozioni e solidarietà con i City Angels

Per molti è un sogno ad occhi aperti, per altri è l’inizio ispirazionale di un possibile cambiamento, per altri ancora è un momento di gioia in un’esistenza fatta di emarginazione: stiamo parlando della “Befana dei Clochard”, l’evento benefico organizzato dai City Angels a favore dei sempre più numerosi senzatetto della metropoli lombarda.

Dopo due anni di arresto a causa dell’emergenza Covid, il Principe di Savoia ha aperto le proprie porte offrendo un pranzo a oltre 200 senza tetto, una giornata allietata da musica ed intrattenimento con l’organizzazione dei City Angels capitanati da Mario Fulan.

Grande la partecipazione di tanti nomi importanti del mondo dello spettacolo e della politica, scesi in sala per servire il pranzo uniti dalla famosa pettorina rossa tra cui i tre candidati alle regionali della Lombardia Pierfrancesco Majorino, Letizia Moratti e Attilio Fontana. Momenti di emozione e soprattutto di commozione per un evento che compie 18 anni, ideato dalla Madrina dell’Associazione, Daniela Javarone che ha commentato con gioia: “Questo evento è diventato maggiorenne e siamo felici di essere tornati con entusiasmo e impegno ancora più forti.  Spesso queste persone rifiutano di essere accudite in strutture organizzate quindi scelgono di restare per strada. I City Angels svolgono un grandissimo lavoro di aiuto tutto l’anno ma questo evento rappresenta qualche cosa di unico. Ringrazio tantissimo il Direttore del Principe di Savoia che tanti anni fa rese possibile questo mio desiderio: ricordo che gli chiesi quasi con timore se era possibile realizzare un pranzo a favore dei senzatetto e lui accettò subito oltre ad aprire le porte principali dell’hotel per accoglierli. Ci sono delle realtà veramente drammatiche e c’è bisogno di aiuto”.

“Una bella carica di emozione e di positività per il futuro, oltre ad una bellissima iniziativa- ha dichiarato  emozionatissimo Mario Furlan- Negli ultimi due anni i problemi delle persone in gravi difficoltà economiche sono aumentati notevolmente a causa della pandemia, del carovita e dell’inflazione. Milano e le altre 24 città in cui siamo presenti ha bisogno di aiuto: tutti noi possiamo fare qualcosa tramite le donazioni e il volontariato. Chiunque può diventare uno degli angeli!”.

Presenti in sala numerosi testimonial da anni impegnati nei progetti degli angeli della città come Ivana Spagna, Enrico Beruschi, Susanna Messaggio, Marco Ferradini, Edoardo Raspelli. Nota la presenza anche del Ministro per l’Istruzione e il Merito Giuseppe Valditara e la senatrice Mariastella Gelmini, oltre allo chef personale del Principe Alberto di Monaco, Christian Garcia, che ha preparato il pranzo per i clochard. Un momento particolarmente bello è stato l’allestimento in mezzo al salone del “tavolo della pace”,  in collaborazione con l’Ambasciatore del Belize Nunzio “Pupi” D’Angieri innanzi al quale si sono seduti cinque russi e cinque ucraini per pranzare insieme tra le due bandiere dell’Ucraina e della Russia.

I City Angels sono stati fondati a Milano nel 1994 da Mario Furlan, docente universitario di Motivazione e Crescita personale. Sono presenti in 21 città italiane e a Lugano, Mendrisio e Chiasso, in Svizzera, per un totale di oltre 600 volontari, di cui più della metà donne.

Per sostenere i City Angels www.cityangels.it

Print Friendly, PDF & Email