domenica, Settembre 26Settimanale a cura di Valeria Sorli

Angelo Sanzio- Dopo il GF ho ancora tanto da raccontare!

Angelo Sanzio, il nostro Ken italiano vuole ritornare dentro la casa più spiata d’Italia.

Sento di non essermi fatto conoscere abbastanza, vorrei far vedere alcuni lati del mio carattere che non sono usciti fuori, solo così potrò dire di aver completato un percorso all’interno della casa.
Il mio appello è indirizzato ad Alfonso Signorini che spero possa accogliere la mia richiesta.

Quali sono i lati del tuo carattere che vorresti evidenziare?

Quando ho partecipato al GF, non ho visto l’uragano che c’è in me, perchè sono una persona che ha sempre lottato per la propria libertà e le mie ambizioni.
Voglio mettermi ancora una volta alla prova, sento che non sono riuscito a dimostrare al 100% la mia vera essenza.

Chi era Angelo bambino?

Ero un bambino molto semplice e sensibile, non è stato per niente facile vivere in un piccolo paese come Civitavecchia, ho subito molti pregiudizi e molte ingiustizie.
Sono stato spesso oggetto di bullismo e discriminazione a causa del mio orientamento sessuale.
Ricordo ancora il periodo delle scuole elementari, e quando c’erano le feste di compleanno dei miei compagni, puntualmente non venivo invitato e questa cosa mi ha fatto veramente male.
L’unico posto in cui mi sentivo protetto era casa mia perché la mia famiglia è stata un forte scudo nel quale ho trovato riparo. Il mio grande sfogo era la danza classica e  avevo delle amichette che sono sempre state al mio fianco, con le quali stavo bene. Non c’erano pregiudizi, ero libero di esprimere il mio essere senza aver paura.
Diciamo che sono stati anni terribili che non auguro a nessuno e che hanno fatto nascere in me la paura di rapportarmi con il mondo maschile.
Ho seguito dei percorsi terapeutici per sconfiggere questa paura, c’è voluto molto tempo per riacquistare fiducia nei confronti del mondo maschile ma ci sono riuscito!

Come hai mosso i tuoi primi passi nello showbiz?

Ad essere sincero è stato tutto per puro caso, ricordo che quel periodo mi stavo sottoponendo a degli interventi chirurgici presso lo studio medico del Dottor Urtis, sono stato contattato dalla giornalista Antonella Spinelli che all’epoca lavorava nel programma “Nemo” su Raidue, condotto da Enrico Lucci.
Oltre alla mia parte estetica questo programma cercava una storia autentica e soprattutto di rilievo da raccontare.
Successivamente fui contattato da una giornalista di Studio aperto per un’intervista, sinceramente non avrei mai
pensato che dopo questa intervista si sarebbero aperte molte porte nel mondo dello spettacolo.
La mia madrina ufficiale che mi ha fatto fare il grande salto di qualità è stata Barbara d’Urso, che con molta professionalità e sensibilità mi ha accolto nel suo salotto televisivo.
Ricordo ancora l’emozione, lei è stata carinissima fin dall’inizio facendomi sentire subito a mio agio.
Grazie a Barbara che mi ha permesso di entrare dentro la casa del Gf, ho dimostrato a tutti che dietro quella continua ricerca spasmodica della perfezione c’è molto di più.
Bisogna scindere il personaggio dalla persona ed io nella mia vita di tutti giorni, sono semplicemente Angelo Sanzio e solo quando si accendono le telecamere, divento il “Ken Italiano” che muta la sua immagine grazie al trucco e alle lenti azzurre .

Che esperienza è stata partecipare al GF?

È stata un’esperienza fantastica che non dimenticherò mai, un’esperienza che tutti almeno una volta nella vita dovrebbero provare .
Per me è stato un vero e proprio riscatto partecipare a questo reality perché in parte ho potuto dimostrare realmente chi sono, lasiando cadere quella che è la mia maschera.
È stato un percorso terapeutico perché sono riuscito ad aprirmi raccontando avvenimenti del mio passato che mi hanno fatto star male.
Una vera e propria pulizia dell’anima, che ha lasciato andare quei fantasmi che mi hanno accompagnato fin dall’infanzia.
Sono contento di aver smosso le coscienze di tutti quei ragazzi che all’epoca bambini, non si sono comportati bene con me, infatti una volta uscito dalla casa mi ha fatto piacere ricevere dei messaggi di scuse da parte loro ,meglio tardi che mai!

Parlando di flirt all’interno della casa c’è un qualcuno che ti ha fatto girare la testa?

Sinceramente no, l’unica cosa che posso dire è che ho trovato un’amicizia vera con Filippo Contri.
Un’amicizia che è stata travisata da molte persone e che hanno fatto di tutto per allontanarci, ma fortunatamente dopo un periodo di rottura, abbiamo avuto un confronto e insieme abbiamo messo una pietra sopra su alcuni atteggiamenti ingiustificati da parte di qualche persona a noi vicina.

Sei stato al centro di un caso mediatico che ha scosso e incuriosito l’opinione pubblica, stiamo parlando di Mark Caltagirone Ci sono stati dei risvolti in questa storia?

È passato molto tempo, ma ad oggi non ho mai capito che ci fosse dietro quei messaggi di minaccia che mi sono arrivati.
Sinceramente se devo dire la verità sono ancora curioso di sapere chi fosse colui o colei che mi ha contattato, pensate che non ho ancora cancellato tutti quei messaggi.
L’unica cosa certa di questa storia è che sono andato avant ugualmente, e penso che ci siano problemi più seri nella vita.
Posso dirti che non ho più visto Pamela Prati ma so che ora sta bene e questo mi rende contento, poi per quanto riguarda la Pericciolo e la Michelazzo oggi i nostri rapporti sono più sereni.
Sono una persona che tende sempre a perdonare perché penso che il perdono contribuisca al miglioramento della nostra vita.

Come si svolge la tua giornata tipo?

Prima cosa controllo le mail di lavoro e dopo essermi fatto la mia beauty routine quotidiana, inizio a lavorare per circa otto ore.
Cerco di seguire una dieta sana ed equilibrata, faccio molto sport e sono seguito ormai da tantissimi anni da un bravissimo personal trainer di Caltanissetta, Alfonso.
Dedico molto tempo alle mie amicizie e finalmente la sera quando sono a casa in completo relax, mi piace raccontare la mia quotidianità a tutti i miei followers attraverso delle dirette Instagram.

Sappiamo che oltre ad essere famoso per i tuoi vari progetti televisivi, sei anche molto quotato nella creazione di profumi. Ci spieghi meglio come si articola il tuo lavoro?

Il mio lavoro e’ quello di creare profumi, precisamente vado alla ricerca di materie prime, le più pregiate al mondo.
Una volta che ho selezionato e catalogato le materie prime le miscelo a seconda dell’idea che mi commissiona il cliente. Adesso sto lavorando alla creazione di un profumo a base di fiori d’arancio: la Zagara è una delle note più straordinarie e raffinate al mondo, un profumo che racconta leggerezza, libertà e purezza”. Sono certo che ne uscirà un meelange che saprà di liberá, di cui abbiamo tanto bisogno.

Parlando di social network ,abbiamo notato che Carlo Siano è diventato una delle presenze fisse nelle tue dirette Instagram

La nostra amicizia è nata per puro caso, non sapevo chi fosse Carlo, l’ho visto per la prima volta nel video musicale “Notte perfetta” di Cristiano Malgioglio e da subito ho notato che di perfetto non c’era solo la notte!
Nel video c’era anche la mia amica Ambra Lombardo e subito ne ho approfittato per chiedere informazioni su di lui, ovviamente con rispetto e stando al mio posto.
Non ho fatto nulla di particolare per conoscerlo, gli ho mandato semplicemente un messaggio su Instagram e ci siamo conosciuti.
È un bravissimo ragazzo, sensibile e molto rispettoso, grande sportivo e orgoglio della Boxe italiana , tra noi c’è tanta sintonia,sono contento perché è nata una bellissima amicizia.

Se avessi l’oppurtunita’ di ritagliarti uno spazio tutto tuo in TV cosa ti piacerebbe fare?

Sono una persona che dice quello che pensa nel bene e nel male, senza mettere nessun tipo di filtro, mi piace il confronto e lo scambio di opinioni, quindi potrei benissimo ricoprire il ruolo dell’opinionista.
Non nascondo il fatto che mi piacerebbe avere un programma televisivo che sia di supporto per tutte le persone che come me vogliono migliorare il proprio aspetto esteriore, ma senza stravolgerlo.
Un programma tv che racconti tutto quello che c’è da sapere sulla chirurgia plastica, perché penso che ogni tipo d’intervento chirurgico che va a modificare i tratti somatici di una persona, debba essere monitorato costantemente da figure professionali come gli psicologi. Prima di affrontare un qualsiasi cambiamento è bene essere un pò speleologi di noi stessi e capire se ciò che stiamo facendo è dettato da un desiderio reale oppure è semplicemente una fuga da qualcosa che va risolta in altro modo.
Da anni combatto contro tutti quei chirurghi plastici che in qualche modo rendono “cavie da laboratorio” moltissime transessuali con interventi invasivi che deturpano la loro bellezza,e questo non lo trovo per niente giusto.

Da poco è uscito il tuo libro, ci puoi anticipare qualcosa?

Si finalmente il mio libro è uscito!
La televisione, i giornali , come anche i settimanali nazionali si sono interessati non solo della mia immagine, ma soprattutto alla mia storia. Un intreccio di volti e forti contrasti,una vita strappata, raccolta, abbracciata da una società particolare- Questo libro è una denuncia e per certi versi una liberazione, come un lungo confessionale dove ho raccontato tanto, magari troppo, forse come accadeva nel confessionale del GF,una volta finito di parlare, facevo scivolare velocemente sulle gambe le mie mani, un sorriso agli autori e mi rimettevo il microfono, e uscendo continuavo il reality!
Non ho mai smesso di sognare, di respirare e di mordere questa vita, che ha un sapore meraviglioso.
Quando Matteo Fantozzi mi propose di scrivere questa biografia ho accettato perché il mio scopo è quello di raggiungere tanti giovani che si trovano in quelle situazioni un po’ particolari che ti propone quel periodo terribile e bello che è l’adolescenza. Auguro loro di trovare non il mio stesso coraggio, ma la loro forza che è sicuramente più cazzuta della mia, per volare sopra la bruttezza e dirigersi verso quell’orizzonte che è pieno di luce e colori a tinte forti .

Come pensi di vederti tra 10 anni?

Nel frattempo spero di essermi affermato come creatore di profumi.
La chirurgia non mancherà mai, avrò lo stesso viso di oggi, ma sicuramente qualche ruga ci sarà sulla mia pelle e questo vorrà dire che ho riso e sorriso tanto con le persone che amo”.

 

Print Friendly, PDF & Email