martedì, Gennaio 19Settimanale a cura di Valeria Sorli

Alviero Martini-Profumi e balocchi

Cosa sarebbe la nostra esistenza senza una fragranza che ci distingue? La nostra personalità ha spesso bisogno di essere sottolineata da una elegante scia di un aroma che ci rappresenti senza essere invadente e che  lasci una reazione positiva in chi incontriamo, e che magari si volti al nostro passaggio, perchè oltre ad averci notato ci ha “annusato”. Certo c’è anche chi si volta per l’eccesso di una profumazione inadatta, dobbiamo fare molta attenzione al fattore PH della nostra pelle e testare con accuratezza le reazioni di una essenza dal momento che viene spruzzata, annusarla nel suo evolversi e mischiarsi con la nostra pelle,  infine valutare la persistenza e decidere se ci appartiene o no, al di là del  primo impatto, sia positivo che meno intrigante. Uno tra i mestieri più sofisticati si chiama proprio “naso”, ed è colui o colei che ha il suo talento nelle narici e la sua fortuna la fa con le case profumiere, perché un “naso” può determinare il successo di un profumo al di là delle esigenze del nome che porta. Ho avuto modo di lavorare con diversi “nasi”, dei veri geni dell’olfatto e ho capito che quella dote è rara, o la si ha, o non la si può inventare. Si può affinare nel tempo, ma di base un “naso” sa riconoscere tutti gli elementi che compongono una fragranza e soprattutto sa correggere, aggiungere, sottrarre, o modificare la combinazione delle varie note. Già perché un profumo è fatto di note: testa, cuore, fondo. Il fondo è la radice che genera  una fragranza, il cuore la arricchisce e solamente le note di testa, che sono le prime ad arrivare al nostro senso olfattivo faranno la nostra scelta…ma non finisce qui; è la reazione successiva che nell’arco di due o tre ore  può persistere correttamente, può evolversi in modo non gradevole o addirittura sparire completamente. E’ un lavoro molto profondo e delicato quello della scelta di un profumo. Se la facciamo per noi è certamente più facile, ma se vogliamo  regalare un profumo, non solo dovremmo conoscere bene la persona che lo riceve, e che magari ha già una essenza nel suo beauty case, spesso le donne sono molte gelose del proprio profumo che non ne vogliono rivelare il nome. Possiamo certamente azzardare , ma la personalità del nostro amato o amata non la dobbiamo sottovalutare, non dobbiamo regalare un profumo che piace a noi, ma che ben sì che combini con il ph della persona che riceverà un nostro gradito omaggio. Un consiglio? Scegliete un profumo “lieve”, delicato e non invasivo, al limite lo userà con discrezione, ma non lo abbandonerà se fosse troppo “impregnante”o forte. .Quello dei profumi da donna è un mondo quasi magico e spruzzarsi ogni giorno il proprio profumo è una “coccola quotidiana”, così’ personale che permette di affrontare la giornata e con la sua persistenza, determina il nostro carattere. Inoltre le fragranze variano stagionalmente, come il nostro umore.  L’universo dei profumi è vastissimo, per ogni gusto e personalità, suddivisi in varie famiglie: freschi, fruttati, intensi o leggeri. Partiamo da una distinzione fondamentale che chiarisce l’appartenenza del profumo ad una classe piuttosto che un’altra. Il Perfume è il top di gamma perchè contiene un alto concentrato di essenze combinate con alcool, dal 20 al 30%, e per questo è spesso più costoso. Segue l’Eau De Parfum e le sue caratteristiche sono quelle di avere un dosaggio inferiore al 20% di mix aromatici, ed è per antonomasia il profumo nobile che si trova spesso in commercio. Sotto questa famiglia c’è  l’ Eau De Toilette, che scende ancora di percentuale, sotto il 13%  fino verso il 5%. Successivamente a questo troviamo l’Eau De Cologne, ricco di alcol ma con fragranza bassa, intorno al 2-4%. Infine ci sono le Acque, che non per questo sono meno importanti, semplicemente l’alcool è sostituito con acqua il che permette l’utilizzo su pelli più sensibili. Ecco perché il successo delle Acque, nate negli anni 90, e lanciate sul grande mercato da Calvin Klein che ha sedotto un mercato molto giovane, non ancora pronti ad una scelta molto personalizzata, ma di fatto è diventato uno tra i profumi più venduti al mondo. Molti  altri marchi hanno seguito “l’onda”, e oggi il mercato offre una vasta gamma di acque.
Per ALV by Alviero Martini ho fatto una scelta decisa: ho voluto un Eau De Parfum, in gergo detto EDP, dunque molto ricco, perché volevo distinguere bene le sei fragranze proposte. Inoltre seguendo i colori della mia linea di accessori Passport, composta da cinque colori, ho abbinato essenza e colore a una città italiana, e così’ il White è diventato Taormina che ha come fondo legni dolci, ambra grigia e muschio nel Cuore, rosa e note fruttate. In Testa  rosa damasco, molto femminile e gradevole. Quelle che vi descrivo per ogni fragranza si chiamano Piramidi olfattive, e così il color Denim è stato abbinato a Capri, con muschio bianco, vaniglia e patchouly di fondo, mughetto, ciclamino Ylang Ylang e acacia nel cuore e una nota marina in testa: un profumo per i due sessi, molto intrigante. Il color Safari prendi il nome di Roma, decisamente  femminile con un fondo di vetiver, ambra, vaniglia, sandalo, Cuore: cannella, chiodi di garofano,coriandolo e rum, zenzero e pepe rosa in Testa, un mix vincente. Il color Mocha è abbinato a Venezia, con un fondo di ambra grigia, patchouly, sandalo legno guaiaco e muschio bianco. Nel Cuore una violetta, rosa, chiodi di garofano e cannella mentre in Testa prevale il bergamotto, petitgraine e pepe rosa, conferendo una forte personalità come del resto la città lagunare merita. Firenze avvolto dal color nero ha un fondo di patchouly , ambra grigia e muschio, rosa e geranio nel Cuore e in Testa pepe rosa e davana, maschile e di forte temperamento. Infine siamo usciti con un extra Black, molto particolare, adatto al maschio per eccellenza, con un fondo di legno cedrino, fava tonka, cedro del Marocco, nel Cuore liquirizia, anice e ananas, mentre in Testa il cipresso, il cardamomo, la lavanda, e le foglie di eucalipto lo definiscono perfettamente.
Il mondo dei profumi è infinito, e per il prossimo anno abbiamo in previsione l’uscita di un Perfume, uno maschile e uno femminile che lasceranno il pubblico sbalordito, ma per adesso sono  top secret i vari componenti. “Annusate”  intanto le sei fragranze in vendita nelle migliori profumerie in Italia. Lasciatevi affascinare dal mondo delle essenze, e se avete un vostro “must”, potrebbero cambiare la carte in tavola, o meglio far ricredere il vostro naso provando le  Eau De Parfum “ALV by Alviero Martini “. 
Print Friendly, PDF & Email