sabato, Aprile 17Settimanale a cura di Valeria Sorli

Alviero Martini- La magia della neve

Molti non amano la neve anzi, la detestano, invece tra i fenomeni atmosferici io la amo moltissimo !              Il candore di una strada, un tetto, un prato, una panchina, alberi, siepi, insomma tutto ciò che la neve può ricoprire! Si crea quell’atmosfera di silenzio ovattato quasi felliniana. Ricordo i giochi da bambino con il lancio delle palle di neve, i pupazzi e quando facevamo addirittura i ghiaccioli. Non dimentico quando la sera mettevamo qualche goccia di tamarindo in un bicchiere, lo si riempiva di neve e con un bastoncino di legno che fungeva da stecca e li lasciavamo tutta la notte fuori immersi neve. Al mattino presto, verso le sei, non c’era caffelatte caldo che ci trattenesse, si correva nel prato e ci leccavamo i baffi con il ghiacciolo di neve!
Ricordi meravigliosi d’infanzia e di neve, anche quando ghiacciava e rendeva tutto più difficile e talvolta pericoloso.  Le montagne, le piste innevate, le baite, il fruscio degli sci su un manto infinito.
Nevicava anche in America, quella volta che andai a Santa Fe’ a fine anno, ero in giro per gli Stati Uniti da una settimana con la mia nuova accompagnatrice, l’adorabile quanto logorroica Katy; peccato che Katy fosse la persona più disordinata che avessi mai incontrato. Una mattino ci svegliammo alle cinque per raggiungere  l’aeroporto di Las Vegas con destinazione Albuquerque nel New Mexico, meta Santa Fe’, cittadina molto in voga in quegli anni. Usciti  dall’aerostazione scopriamo che era in corso una nevicata colossale, c’erano già venti centimetri di neve! Santa Fe’, bellissima quanto folcloristica cittadina in stile messicano, con tutta quella neve era semplicemente spettacolare!

La neve in qualsiasi posto del mondo, suscita sempre un grande fascino!

Print Friendly, PDF & Email