giovedì, Maggio 23Settimanale a cura di Valeria Sorli

A Bolzano si accendono le luci sul Mercatino di Natale

Torna il Mercatino di Natale di Bolzano ed è subito magia.
Il 23 novembre alle ore 17
si accenderanno le luci del 
grande albero di piazza Walther e delle tradizionali casette di legno.
La città si veste a festa ed è pronta a regalare emozioni con tantissimi appuntamenti  tra arte, musica, cultura e giochi.
Per grandi e piccini.
Natale 2023 – È tutto pronto a Bolzano: il 23 novembre alle ore 17 l’appuntamento è in piazza Walther, il “salotto buono” della città, per alzare il sipario su uno degli eventi più attesi dell’anno, il Christkindlmarkt, il tradizionale Mercatino di Natale giunto alla sua 32esima edizione, ed assistere all’accensione delle oltre 1300 luci del grande “Albero dei Desideri” (20 metri) decorato per l’occasione, grazie alla Fondazione Lene Thun, da bellissimi addobbi simboli di sogni e speranza che riproducono le opere realizzate dai bambini e ragazzi in cura presso gli ospedali durante i laboratori di ceramico-terapia offerti da Fondazione Lene Thun.

A Bolzano la magia del Natale invade tutta la città: per le vie del centro, nei cortili, in piazza e nel parco Alcide Berloffa è una grande festa di luci, decori, alberi, cori e note di suonatori di corno alpino, canti natalizi e risate dei bambini. L’aria profuma di cannella e spezie, di legno di montagna, di dolci fatti in casa e di vin brulé, e le bellissime casette di legno che abbracciano la piazza si riempiono di palline colorate, ninnoli e ciabattine di panno, tovaglie ricamate, lanterne, carillon, angioletti, presepi e statuine di artigianato altoatesino da cui è impossibile non lasciarsi incantare.
Questo è il momento in cui Bolzano diventa il set di una favola d’inverno
e invita tutti, bolzanini e turisti, a vivere la città con gioia ed emozione dall’alba al tramonto.

Oltre alla piazza principale dove verranno allestiti ben 65 chalet in legno e al Parco di Natale (Parco Alcide Berloffa) che ospiterà altri 32 stand, Il Mercatino toccherà altri luoghi della città, come il vicino cortile di Palais Campofranco con il suo gigantesco Ginkgo biloba e le piazzette tra le case medievali del centro storico (piazza del Grano e del Municipio) con un calendario ricco di eventi: dai programmi musicali in diversi punti del centro, nel chiostro dei Domenicani e nel Duomo, al trenino elettrico che – dalle ore 10 alle ore 16 – permette di godersi la città da piazza Walther a piazza Gries e ritorno, ai tanti appuntamenti artistici e culturali che trasformeranno Bolzano in una destinazione tra le più desiderabili per vivere il Natale a 360°.

In Piazza della Mostra, lo Chalet di montagna THUN è pronto ad incantare grandi e piccini e accogliere tutti gli ospiti con la sua atmosfera calda e raccolta, il legno profumato decorato a festa, le luci colorate e tutte le creazioni THUN in ceramica decorata a mano.

Tra gli chalet di legno che offrono artigianato artistico e delizie gastronomiche, speck e salumi dell’Alto Adige, tornano anche quest’anno la Wine Lounge con una selezione di vini autoctoni (come il Santa Maddalena e il Lagrein) ma anche di spumanti tipici dell’Alto Adige, e lo stand dedicato a grappa e distillati al Parco Berloffa.

Palazzo Mercantile ospiterà invece l’ottava edizione di Un Natale di Libri, la passerella culturale che vedrà scrittori di fama presentare i loro ultimi best-seller: attesi nomi del calibro di Paola Barbato, Vittorio Emanuele Parsi, Mariapia Veladiano, Waltraud Mittich, Luca Fregona, Carlo Cottarelli, Valerio Varesi, Massimo Montanari, Alberto Mattioli, Gaia Tortora, Pupi Avati (in collaborazione con la Società Dante Alighieri), Megi Bulla e altri.

Anche l’arte contemporanea trova spazio nel programma di “Bolzano Città degli Angeli” con il consueto progetto “Angelus Loci”, con la direzione artistica di FranzLAB: in quattro luoghi della città troveranno posto originali installazioni site specific realizzate da artisti locali, ognuno dei quali ha scelto materiali e forme diverse per rappresentare il suo “angelo del luogo”. Carla Cardinaletti ha scelto la silhouette del Rosengarten per “Angel”, una scultura quasi immateriale che si staglia verso il cielo e si illumina coi colori del tramonto della montagna cittadina; la tecnologia è invece lo strumento utilizzato da Michael Fliri per la sua complessa installazione di musica, video e fotografie; l’opera di Elisa Grezzani è un grande coloratissimo arazzo, una sorta di “talismano” che raffigura un angelo portatore di nuova luce, pace e speranza; mentre Hubert Kostner ha pensato proprio alla luce che risplende come un angelo che illumina l’umanità nel segno della convivenza pacifica. L’ “Angelus Loci” si farà vento e movimento, luce ed energia, risuonerà di suoni e parole attraverso queste bellissime opere collegate tra loro in un suggestivo percorso tematico per le vie della città.

Ogni sabato poi, alle ore 11, BZ Heartbeat presenta lo spettacolo su ghiaccio “Lo Schiaccianoci” in collaborazione con Bolzano On Ice nel bellissimo patinoire allestito nella piazza del Municipio. Mentre Piazza del Grano ospiterà il consueto mercatino solidale.

La festa dei più piccoli

Il Natale è la festa dei piccoli, si sa, e Bolzano ha sempre un occhio di riguardo per i più piccini soprattutto quando pensa al calendario di iniziative natalizie. Nel Parco di Natale, per esempio, i bambini potranno ammirare la magica Stella di Natale che ogni anno ammalia i piccini con la sua imponenza e le mille luci. Ma non potranno nemmeno resistere a un divertente giro sulla giostra in sella a un magico cavallo, a una corsa  sul trenino elettrico in piazza Walther, al teatrino dei burattini o al pattinaggio su ghiaccio o alle tante attività creative e i laboratori a loro dedicati: ogni mercoledì, per esempio, nel cortile di Palais Campofranco, dalle ore 15 alle 17, ci sarà un workshop in cui i bambini, assistiti da personale qualificato, impareranno a creare con le proprie mani piccoli angeli natalizi da portare a casa.

Chi cerca trova…

Una delle ricchezze della città è il suo importante patrimonio museale. La visita al Mercatino di Natale di Bolzano può trasformarsi anche in un’esperienza culturale divertente alla scoperta dei musei cittadini con l’iniziativa “Find & Win”. L’Azienda di Soggiorno e Turismo e i musei di Bolzano invitano tutti a scoprire il lato artistico della città attraverso una sorta di “caccia al tesoro” andando alla ricerca di alcuni codici QR nascosti nei vari musei: basterà poi scansionarli per accedere ad un quiz e partecipare così all’estrazione di uno dei numerosi premi in palio. Inoltre, visitando i musei si otterrà anche il Museum Passport, con tanto di timbro per ogni mostra visitata.
Un Mercatino sempre più green

Anche quest’anno le casette del Mercatino di Natale di Bolzano s’impegneranno a favore dell’ambiente e del rispetto per la natura. I Mercatini originali dell’Alto Adige sono sinonimo di utilizzo di prodotti regionali e a basso impatto ambientale, di gestione efficace dei rifiuti, di risparmio energetico e di mobilità sostenibile. Per vivere quindi l’Avvento in maniera più ecologica e rispettosa dell’ambiente, l’invito agli ospiti è anche quello di raggiungere il Mercatino in treno. Inoltre, le brochure dedicate saranno stampate su carta 100% riciclata, verranno usate posate e stoviglie riutilizzabili, si eviterà l’uso di bibite in lattina e gli stand gastronomici proporranno cibi e bevande stagionali, regionali, vegetariani e con ingredienti biologici e solo acqua in vetro con il marchio “Mercatino di Bolzano”.

Per gli orari di apertura del Mercatino (dal 24.12 al 6.01): https://www.mercatinodinatalebz.it

Il tempo dell’attesa
L’Avvento a Bolzano si respira nell’aria, nella concitazione delle persone che preparano addobbi e biscotti e nel piacere di ritrovarsi al mercatino. Ecco allora cosa fare in attesa della festa:
. Andare nel bosco a raccogliere il muschio per il presepe, pigne e rami di pino per preparare la corona d’Avvento e gli addobbi per l’albero.
. Vivere l’emozione di aprire al mattino una casella del calendario d’Avvento.
. Preparare ogni giorno una ricetta diversa di dolci, come i biscotti al panpepato, lo Zelten e il Weihnachtsstollen, per arricchire i dolci momenti della sera della vigilia.
. Trovarsi con gli amici al Mercatino per un vin brulé in compagnia, quattro chiacchiere e gli auguri.
. Passeggiare sotto i Portici e lungo le vie della città illuminate e addobbate a festa.
. Rispolverare le figure intagliate nel legno tramandate da generazioni per allestire il tradizionale presepe.

A caccia di gusti e di sapori
L’Alto Adige è indubbiamente un attraente territorio del gusto. Una visita al Mercatino di Bolzano diventa anche un’ottima occasione per assaporare le tipiche e genuine pietanze locali. A farla da padrone sono i dolci come i Lebkuchen, le frittelle di mele, biscotti, Zelten e Stollen accompagnati da vin brulé, succo di mela e cioccolata caldi. Ma oltre agli stand gastronomici, una sosta nei ristoranti cittadini dove operano ottimi cuochi e dove è presente un’apprezzata cultura del vino è un’esperienza da non perdere e rende la città un’accattivante meta per i buongustai. Questi i ristoranti che hanno preparato uno speciale menù del Mercatino: Laurin, Zur Kaiserkron, Ristorante Argentieri, Tree Brasserie, Italia&Amore, Gasthaus Fink, Löwengrube, Batzen Häusl.

 

Pacchetto vacanza
Il pacchetto “Magie d’Avvento e Capodanno a Bolzano”, valido dal 30 novembre al 6 gennaio con arrivo domenica, lunedì o martedì, offre 3 pernottamenti per 2 persone in camera doppia con colazione (se non altrimenti indicato), partecipazione gratuita a una visita guidata del programma settimanale, ingresso gratuito al Museo Mercantile e a Castel Roncolo, la tazzina da collezione del Mercatino di Natale con il design esclusivo di questa edizione e un assaggio di biscotti natalizi. I prezzi variano in base alla struttura prescelta.
(https://www.mercatinodinatalebz.it/alberghi-mercatini-bolzano.htm).
Natale sugli sci

A soli 20 minuti da Bolzano, Obereggen è l’area turistica ideale per trascorrere una giornata di puro relax tra una visita al mercatino e lo shopping in città. Nota per essere annoverata tra i migliori comprensori sciistici delle Alpi con 48 km di piste e due snowpark con halfpipe serviti da modernissimi impianti di risalita, Obereggen – nel comprensorio Ski Center Latemar – oltre a piste perfettamente innevate di ogni grado di difficoltà, offre due piste da slittino, numerosi tracciati per escursioni a piedi, tre parchi per bambini e accoglienti rifugi per una sosta culinaria. Una meta per tutta la famiglia, mentre gli sciatori più esigenti possono godersi gli oltre 100 km di piste nelle vicine aree sciistiche della val di Fiemme/Obereggen con un solo skipass.

Print Friendly, PDF & Email