mercoledì, Aprile 17Settimanale a cura di Valeria Sorli

Tokyo- Fiori rosa, fiori di sakura

A TOKYO, FIORI ROSA, FIORI DI SAKURA

 

5 marzo 2024 – A Tokyo la fioritura dei sakura è alle porte. Negli ultimi anni, gli inverni miti hanno fatto sì che i fiori di ciliegio sbocciassero prima del consueto in molte aree del paese e anche nel 2024 Tokyo vedrà una fioritura precoce, prevista intorno al 20 marzo. La piena fioritura sarà raggiunta nei 5-10 giorni successivi, il che significa che il periodo per lo hanami sarà leggermente anticipato. È un fatto assodato che l’osservazione dei ciliegi fioriti è una delle pratiche tradizionali che più affascinano i visitatori di tutto il mondo. La stagione migliore per la varietà classica, Someiyoshino, va da fine marzo a inizio aprile, ma in tutta l’area di Tokyo esistono numerose varietà di ciliegi che si sviluppano e sbocciano per un periodo relativamente lungo, da febbraio a fine aprile, offrendo a tutti la possibilità di ammirare questo incantevole fenomeno naturale. Uno dei luoghi più popolari per lo hanami è il fiume Meguro, sulle cui acque si riflettono le chiome rosate dei ciliegi. Per l’occasione, gli argini del fiume si gremiscono di flâneurs, che passeggiano lungo il tunnel dei rami fioriti, ammirando lo spettacolo che li sovrasta e ristorandosi presso bancarelle e carretti di street food e birra. Tuttavia, la capitale vanta una miriade di mete adatte all’osservazione dei ciliegi, dai parchi più noti del centro, alle gemme nascoste dei dintorni.

 

Una meta originale e unica per lo hanami è Okutama, un bellissimo rifugio naturale nella parte occidentale di Tokyo. Qui, il Lago Okutama crea uno scenario pittoresco, con le varie sfumature di rosa dei sakura selvatici presenti sia sulle sponde sia sulle pendici delle montagne circostanti, che si riflettono nello specchio d’acqua. Lo spettacolo può essere ammirato camminando sul lungolago e attraversando il ponte galleggiante di Mugiyama, e, grazie alle temperature leggermente più basse, il periodo si protrae dall’inizio alla fine di aprile.

Sempre nel lato occidentale di Tokyo, nel sobborgo di Tachikawa si trova il parco Showa Kinen, che, all’interno dei suoi 180 ettari, ospita circa millecinquecento ciliegi, molti dei quali cinquanterari, la cui fioritura avviene da metà marzo a metà aprile. Spostandosi a Komatsugawa, nel quartiere di Edogawa, nella parte orientale della città, si trova una terra meno conosciuta ai più, ma ricca di acqua e di verde, con schiere di ciliegi in fiore che costeggiano per circa 2 km le sponde del fiume Arakawa e costituiscono un punto d’osservazione ideale per chi vuole ammirare la fioritura in tutta tranquillità, lontano dalle folle.

Avvicinandosi al centro, tra i parchi, quello di Ueno è uno dei punti di osservazione dei ciliegi in fiore più importanti della città, con oltre 800 ciliegi Someiyoshino. I ciliegi di Ueno, come quelli in molte altre zone della città, tra cui Rikugi-en e Higashimurayama, vengono illuminati per lo yozakura, la suggestiva contemplazione serale. A Chiyoda, i ciliegi intorno al fossato di Chidorigafuchi formano un tunnel di petali, che si riflette sull’acqua insieme ai grattacieli di Marunouchi. Questa vista strepitosa è ammirabile anche a tarda sera a bordo di barchette a remi nei giorni del Chiyoda Sakura-matsuri. Sempre per coloro che amano osservare la città dall’acqua, non c’è niente di meglio delle brevi crociere su piccoli cabinati a motore sul fiume Meguro di Spice Serve, alcune delle quali offrono un calice di bollicine rosé e un amuse-bouche, o nelle più tradizionali yakatabune sul fiume Sumida di KKday, con possibilità di pranzare o cenare con un menù di mare e tempura.

 

Per quanto riguarda la gastronomia, non mancano le specialità a tema. Dall’8 marzo al 7 aprile, Café & Bar Tower View Terrace, all’interno del Tokyo Prince Hotel, da cui si gode una vista spettacolare sulla Tokyo Tower e sui ciliegi fioriti del Parco Shiba, prepara delle graziose scatole, contenenti antipasti color sakura e porzioni di pregiato manzo giapponese, aragosta e abalone. Completano il menù il temari-zushi, palline di riso condito con ingredienti variopinti, e dolci, da gustare osservando il panorama. Anche lo storico Hotel Gajoen Tokyo a Meguro, dal 16 marzo al 7 aprile, nei suoi quattro ristoranti, offre menù speciali ispirati ai fiori di ciliegio, con ingredienti di stagione e sakura drink dal profumo di primavera, ma anche delicate scatole bento da asporto per assaporare i sapori autentici della cucina giapponese durante un pic-nic sotto i ciliegi in fiore. Inoltre, l’albergo propone ai suoi ospiti dei laboratori di calligrafia con vari colori e servizi fotografici di nozze in kimono sotto i ciliegi del fiume Meguro.

Infine, per chi visita Tokyo nella seconda metà di aprile, non è troppo tardi per vivere l’esperienza dello hanami: si tratta del Parco Asukayama, nella parte settentrionale della città. Al centro del parco, che è un luogo leggendario per i sakura fin dal periodo Edo (1603-1868), si trova un boschetto di ciliegi della varietà Yaezakura, la cui fioritura dura fino alla fine di aprile, raggiungendo l’apice più tardi rispetto ad altre varietà. Per arrivarci, si può prendere il Tokyo Sakura Tram, l’unico superstite del sistema di tram Toden. Come promette il nome, il percorso del tram tocca numerose mete famose per i ciliegi fioriti, osservabili dal finestrino e mescolate a scene di vita quotidiana, rendendo lo hanami un’esperienza esclusiva e indimenticabile.

Print Friendly, PDF & Email