giovedì, Dicembre 7Settimanale a cura di Valeria Sorli

Sky Arte- Spazio alla Cultura

THE SQUARE. SPAZIO ALLA CULTURA

Terza Stagione

 

La trasmissione di Sky Arte che racconta la cultura contemporanea

in tutte le sue forme, attraverso le voci di numerosi ospiti, racconti di mostre e musei italiani, animazioni, performance musicali e… molto altro

 

NONA PUNTATA: GIOVEDÌ 9 MARZO 2023

 

con Michele D’Aurizio, Caterina Riva, Vanni Santoni, Francesco Paolo Campione, Massimo Vitta Zelman, i JoyCut, Denis Curti, Charles-Antoine Revol

 

Ogni due settimane alle 20.40 su Sky Arte

in streaming su NOW e on demand

 

 

 

Da giovedì 10 novembre alle 20.40 va in onda ogni due settimane su Sky Arte la terza stagione di THE SQUARE. SPAZIO ALLA CULTURA, la trasmissione realizzata da TIWI e condotta da Nicolas Ballario che racconta la cultura contemporanea in tutte le sue forme. Attraverso le voci di tanti ospiti, servizi speciali su mostre e musei di tutta Italia, animazioni che approfondiscono temi attuali della cultura contemporanea e una ricca agenda di appuntamenti, THE SQUARE è uno strumento per essere sempre aggiornati sul panorama artistico del nostro Paese. Gli episodi sono visibili anche in streaming su NOW e on demand.

 

Dopo il successo della prima e della seconda stagione del programma, in cui artisti, musicisti, registi, attori, danzatori e lavoratori del mondo della cultura, dello spettacolo e dell’arte hanno trovato palcoscenico privilegiato per i loro progetti, la terza edizione arriva con alcune novità, tra cui la direzione artistica delle performance musicali affidata a Rodrigo D’Erasmo, musicista, storico membro degli Afterhours, direttore d’orchestra e produttore discografico, e la rubrica in animazione Di cosa parliamo quando parliamo, che spiega il significato di alcune espressioni legate all’attualità o al mondo dell’arte, in modo leggero, ironico ma mai banale. Tra le conferme invece la rubrica La Cura Ludovico, con Ludovico Pratesi, un minuto per raccontare i significati che si celano dietro i capolavori dell’arte moderna e contemporanea.

 

Ospiti delle puntate precedenti sono stati: la produttrice musicale, polistrumentista, cantante, nonché musicista della band di Vasco Rossi Beatrice Antolini, Emiliano Pagani e Daniele Caluri, autore e disegnatore del fumetto Don Zauker, il cantautore, polistrumentista, produttore discografico, fondatore e frontman del gruppo Afterhours Manuel Agnelli, le ideatrici del progetto editoriale dedicato al turismo culturale Travel On Art e autrici di Street Art in Italia Anna Fornaciari e Anastasia Fontanesi, il chitarrista e fondatore dei Bud Spencer Blues Explosion e degli I Hate My Village Adriano Viterbini, l’artista e direttore artistico della Quadriennale di Roma Gian Maria Tosatti, il musicista Paolo Angeli, la storica e curatrice di design Domitilla Dardi, la cantante e produttrice discografica Meg, l’attrice Sara Drago, l’artista, compositore, polistrumentista Vincenzo Vasi, l’artista visivo e regista Yuri Ancarani, il musicista e polistrumentista Francesco Arcuri, l’autrice e fondatrice della casa editrice minibombo Silvia Borando e il musicista e chitarrista degli Afterhours Xabier Iriondo.

 

La nona puntata di The Square, in onda giovedì 9 marzo, si apre con il racconto di una mostra che attraverso le opere di nove artisti e artiste fa affiorare una posizione inedita sull’arte italiana del secondo dopoguerra e fa riflettere su quanto questa sia il prodotto di interscambi culturali con altre geografie. Si tratta di sub, pensata e allestita per il MACTE di Termoli, e a raccontare di questa mostra sono il curatore Michele D’Aurizio e la direttrice del MACTE, Caterina Riva.

 

In studio, Nicolas accoglie il primo ospite di questa puntata, lo scrittore Vanni Santoni. Durante la sua intervista si parla di controculture e sottoculture, e di come queste influenzano anche il mondo dell’intelligenza artificiale fino a mettere in discussione il ruolo stesso dell’autore.

 

Il secondo servizio ci trasporta dentro l’universo tradizionale giapponese fatto di geishe, samurai, maschere teatrali e… piacere. Il curatore della mostra Francesco Paolo Campione e il presidente di Skira editore Massimo Vitta Zelman illustrano il percorso espositivo di Utamaro, Hokusai, Hiroshige. Geishe, samurai e la civiltà del piacere che, alla Società Promotrice delle Belle Arti di Torino, raccoglie oltre 300 capolavori dei maggiori maestri dell’ukiyo-e.

 

A seguire, è il momento di rinfrescare lo sguardo pigro di noi spettatori con La Cura Ludovico, la rubrica di Ludovico Pratesi che in questa puntata racconta della prima fotografia della storia, Vista dalla finestra a Le Gras di Joseph Nicéphore Niépce.

 

Gli ospiti musicali sono invece i JoyCut, formazione bolognese che ha raggiunto il palco dei The Cure, dei Chemical Brothers, degli Arcade Fire, e che a giugno ha fatto uscire un nuovo album, TheBluWave. Il brano che Pasquale Pezzillo, Gaël Califano e Julian eseguono in trasmissione è un estratto di ThePlasticWhale_. Durante l’intervista con Nicolas, Pasco racconta cosa significa solcare i grandi palchi della musica ma anche i luoghi sacri dell’arte visiva, come la Biennale di Venezia, e conosciamo quali ideali animano la produzione musicale del gruppo: tra le altre cose, la sostenibilità ambientale.

 

Infine, ci spostiamo ad Alba dove alla Fondazione Ferrero è possibile vedere una mostra dedicata a Jacques Henri Lartigue, il fotografo “inventore della felicità”. Alle voci dei curatori Denis Curti e Charles-Antoine Revol è affidato il racconto di questa grande retrospettiva.

 

Per ultimo, ma non per importanza, Nicolas segnala i principali appuntamenti dal mondo dell’arte e della cultura nella sua agenda.

 

Buona visione!


Print Friendly, PDF & Email