sabato, Settembre 19Settimanale a cura di Valeria Sorli

Simone Di Matteo: L’irriverente opinionista della tv

Abbiamo parlato spesso di lui soprattutto per le sue originali iniziative, come la giornata dell’auto, celebrazione da lui istituita, e che siamo sicuri nel corso degli anni diventerà un appuntamento molto sentito e condiviso, non solo in Italia. Simone Di Matteo, alias L’Irriverente, lo spostato di Pechino Express, è un personaggio e opinionista tv nonché autore e scrittore. Reduce da Domenica Live, dove proprio domenica scorsa è stato ospite di Barbara D’Urso per delle dichiarazioni molto scottanti sul caso della presunta “Marchesa D’Aragona”. Lo abbiamo intervistato per voi.

Ciao Simone come stai?

Irriverentemente, ti direi che sto come a Vite al limite su Real Time, ma questa è un’altra storia. Sto bene, mi diverto e faccio quel che mi va, quando mi va e come mi va.

Facciamo un piccolo passo indietro, questa estate da un tuo romanzo ha preso vita un’opera teatrale.

L’amore dietro ogni cosa è andato in scena a Roma al teatro Tordinona, per la regia di Guido Del Vento lo scorso luglio. È stato un grande successo, sold out per entrambi gli appuntamenti. Guido Del Vento, grazie alla sua dinamica e visionaria regia, è riuscito a trascinare lo spettatore nel mio universo interiore, in una sorta di Oz della mia mente. Le mie passioni, le mie paure, ma specialmente la mia visione dell’amore hanno offerto lo spunto per la creazione di personaggi in cui chiunque potrà riflettersi e ritrovarsi. È il libro al quale sono più legato, perché è scritto sulle pagine del mio cuore.

È stata un’estate molto attiva tra impegni e ospitate, tempo per rilassarti invece?

Ma chi vuole rilassarsi, odio l’ozio e l’oziare. Più faccio e meglio sto, non ci riesco proprio a stare fermo. La mia vita è in continuo movimento.

A cosa stai lavorando in questo periodo?

Ho in cantiere due nuovi libri, uno tra prosa e poesia, l’altro è l’ultimo capitolo della dissacrante trilogia letteraria dedicata al mondo dello spettacolo, e tornerà a firma mia e di Tina Cipollari. Ogni mercoledì, ma tu sei un attento lettore, redigo sulle pagine di M Social Magazine la mia rubrica L’Irriverente dove mi occupo di televisione e personaggi.

Domenica eri ospite da Barbara D’Urso a Domenica Live. Cosa pensi della signora Daniela Del Secco?

Il mio è stato un semplice intervento. Barbara d’Urso stava cercando qualcuno che potesse avvalorare il titolo nobiliare di Daniela Del Secco, ma purtroppo quello proprio non sarei potuto essere io. Grazie a Maria Monsè, ho avuto modo in passato di osservare e conoscere la “Baronessa di Catanzaro” all’interno di eventi e feste organizzate da Maria. Quando Maria dichiara che Daniela Del Secco si imbucava a queste feste, sta dicendo la verità. Quando Daniela finge di non conoscere Maria, sta dicendo una bugia. L’ennesima. Se davvero consideri una persona il “nulla”, perché cerchi di sgomitare davanti gli obbiettivi per starle accanto? Non mi piacciono i bugiardi. Premetto che non ci trovo nulla di male nel costruirsi un personaggio e recitare un ruolo in tv, ma rinnegare i propri genitori e le proprie origini mi sembra davvero assurdo, ridicolo e diseducativo. C’è un momento in cui bisogna dire la verità, intanto perché, non facendo del male a nessuno, non c’è da vergognarsi di niente, e poi perché è il pubblico a chiederlo, lo stesso pubblico che permette a tutte le persone che navigano all’interno del mondo dello spettacolo di lavorare in tv. A quel pubblico tutti noi dobbiamo tanto. Io trovo Daniela una donna intelligente e arguta, a tratti divertente, ma le recrimino la poca onestà che sta dimostrando. Io le consiglio di chiarire definitivamente una volta e per tutta questa storia.

Come ha accolto il pubblico questa tua scelta di esporre la verita?

Il pubblico come sempre si divide in tre categorie, c’è chi ti va a favore, chi contro e chi rimane totalmente indifferente.

Nonostante L’Irriverente nasca sulla carta, davanti alle telecamere appare molto a suo agio. Solare, divertente e con garbo racconta nel suo stile pungente il suo sapere. Un personaggio che non passa assolutamente inosservato e che non guarda in faccia a nessuno; sempre pronto a dire e soprattutto difendere la verità anche al punto di risultare antipatico. Siamo pronti a scommettere che lo rivedremo presto in tv, e ce lo auguriamo, la televisione ha bisogno di persone vere!!!

Print Friendly, PDF & Email