domenica, Ottobre 17Settimanale a cura di Valeria Sorli

Rajee Narinesingh-La donna di cemento

Si chiama Rajee Narinesingh ed è una delle più famose donne transgender del mondo. Attrice, attivista, autrice, cantante, spiritualista è diventata celebre per essere stata soprannominata “La donna di cemento”. Ebbene si, incredibile a dirsi, ma Rajee per ottenere la femminilità che ha sempre desiderato è stata vittima a sua insaputa di terribili iniezioni di silicone e altro materiale tossico tra cui colla e addirittura cemento.       I fatti risalgono a diversi anni fa’: tali procedure effettuate sul viso, nel seno e nei glutei nell’inquietante mercato illegale della medicina estetica hanno innescato una tremenda reazione avversa, sfigurando orribilmente il volto di Rajee fino a compromettere la sua stessa vita. Dopo anni di atroci sofferenze, il suo caso è venuto alla luce, portando alla condanna degli autori dei misfatti su Rajee e su molte altre donne in Florida.

La storia di Rajee ha fatto il giro del mondo diventando il simbolo della lotta contro la medicina estetica illegale, un mondo oscuro molto diffusa negli USA che permea nel silenzio la vita e le aspirazioni estetiche di molte donne. Dopo anni di interventi correttivi “La donna di cemento” è stata protagonista in tre edizioni del famoso reality show Botched per tre complicati trattamenti correttivi che hanno finalmente donato a Rajee una nuova vita.

 

La tua storia legata al mercato nero della medicina estetica e quindi alle terribili complicazioni derivate ha scosso il mondo intero. Come stai oggi?

 

Mi sento una privilegiata per avere potuto trasformare la mia terribile storia in un esempio motivazionale per molti. Innanzitutto è un monito per dissuadere chiunque dal ricorrere a soluzioni azzardate legate alla medicina estetica: non fatelo! Non cadete in mano a false promesse! Affidatevi solo a medici seri.                  In America diciamo “Make your mess your message”, ovvero rendi il tuo caos nel tuo messaggio vincente! Dopo tanti anni ricevo ancora messaggi di persone da tutto il mondo che mi ringraziano per avere condiviso pubblicamente la mia storia. Purtroppo ho ancora diversi noduli e diversi processi infiammatori in viso e nel mio corpo, nel seno e nei glutei. Sono costantemente seguita dal Dr. John Martin. Purtroppo i danni resteranno per sempre ma mi ritengo una donna fortunata per essere uscita da un vero incubo.

 

La tua storia ha aiutato molte persone a fuggire dal black market legato alle iniezioni o oltre soluzioni alternative alla medicina estetica certificata?

 

Assolutamente si: sono passati diversi anni ma la mia storia è stata talmente sconvolgente da restare un esempio da non seguire per chiunque desideri rincorrere il desiderio di bellezza con messi non corretti.

 

 

 E’la prima volta che fai un’intervista in Italia? Hai visitato il nostro Paese?

Si e ne sono felicissima! Purtroppo non sono mai stata in Italia ma ho avuto qualche fidanzato italiano!

 

Hai calcolato in quante trasmissioni televisive sei stata ospite per testimoniare la tua storia?

 

Onestamente no! Praticamente sono stata in quasi tutto il mondo: Dr. Phil show, the Anderson Cooper Show, the Trisha Goddard Show, Botched, I Am Jazz, National Geographic, Good Morning UK e poi indiversi programmi in Spagna, Germania e Grecia. E’ stata una missione!

 

Sei un’attrice talentuosa e apprezzata: preferisci il teatro oppure il cinema?

Recitare è la mia vita! Il mese prossimo girerò un film in Florida dove interpreterò il ruolo di una cartomante. Amo molto il cinema: colgo l’occasione per esprimere la mia ammirazione a due grandi attrici italiane, Sophia Loren e Gina Lollobrigida! Come mi piacerebbe parlare italiano, la lingua dell’amore!

 

Come attivista in difesa dei diritti dei transgender hai dei programmi futuri?

La mia attività come attivista è costante: ho collaborato in progetti di sensibilizzazione per organizzazioni come Human Rights Watch, American Red Cross, The Pride Center e Arianna Center. Attualmente sono la portavoce dell’organizzazione TransSocial, molto attiva anche dal punto di vista degli aiuti umanitari alla comunità trans. Sto collaborando anche per Trans Gurus e My Southern Exposure.

 

“Beyond the face value” è la tua bellissima autobiografia: che cos’è il valore della bellezza e in generale della vita?

Sbagliando ho imparato a dare il giusto valore alla vita: l’anima, il nutrimento dell’anima, la parte vibrazionale della nostra vita. E’ importante lottare con tenacia per fare realizzare i nostri sogni nel modo più spirituale possibile. Non sonno una donna religiosa ma sono una grande spiritualista: ho seguito gli insegnamenti di Louise L. Hay, Deepak Chopra, Rev. Michael Bernard Beckwith, Dr. Ernest Holmes, Esther Hick Abraham, Gary Zukav. Credo fermamente che il nostro viaggio terreno abbia un significato divino: siate positivi, ottimisti, altruisti. La vita è spiritualità e bellezza senza fine.

 

Prima di salutarci, sei anche una cantante: la tua hit “Stumble” (inciampare) è stato un successo nelle discoteche americane.

Si, l’ho incisa in versione dance dopo tanti anni. Tutti noi possiamo inciampare, cadere, farci male, ma dobbiamo sempre rialzarci e trovare il coraggio di andare avanti, magari trasformando una sconfitta nella nostra più grande vittoria.

 

Print Friendly, PDF & Email