martedì, Ottobre 4Settimanale a cura di Valeria Sorli

Jurassic World- Il deludente dominio

Finalmente dopo tanta attesa per tutti i fan della saga giurassica l’estate 2022 a quasi 30 anni dalla primissimo capolavoro Jurassic Parc era stata annunciata come il momento del “giudizio finale”, ovvero la conclusione dell’ultimo capitolo. Le aspettative infatti erano altissime, complici anche i vari “trailer” che da quasi un anno passavano su yotube e sui vari social con scene assolutamente uniche!

E le premesse c’erano davvero tutte: il cast riunito al gran completo, tutti i dinosauri insieme, l’ansia del gran finale, effetti speciali datati 2022 tali da lasciare un ricordo indelebile eppure il jurassic soufflè si è sgonfiato rovinosamente al punto da far rimpiangere il capolavoro senza tempo del primo Jurassic Park: Il Dominio, ovvero l’ultimo atto della saga di Jurassic Park 1993, Il mondo perduto Jurassic Park 1997, Jurassic Park III 2001, Jurassic World 2015, Jurassic World il regno distrutto 2018, è finito per essere un’accozzaglia di tutti gli altri film precedenti con tanti effetti (poco) speciali, presenza minima dei dinosauri e tanta, anzi troppa trama fragile e banale.

Il filo conduttore che tenta di mettere a posto le tessere del puzzle giurassico in un ordine cronologico e con un senso compiuto crea infatti un vortice serrato da un incalzare di altri intrecci finendo con il disorientare un po’ anziché mettere le “cose in chiaro”; tuttavia, fin qui ci può stare ma ciò che in assoluto delude è proprio il susseguirsi di scene ad alto contenuto d’azione che tolgono spietatamente quel sano e paradossale realismo tipico di Jurassic.

In quest’ottica il regista non ha proprio risparmiato nulla mettendo i protagonisti in situazioni che nel loro essere fantascientifiche finiscono per essere quasi puerili. Qualche esempio? Cadute da aerei che si schiantano al suolo senza lasciare neppure un graffio,  cattivi improbabili, scene prevedibili, bagni nel lago ghiacciato che non generano nemmeno un pochino di congelamento, contrabbandiere ultra sexy, un mercato di dinosauri simile piuttosto ad una fiera medievale, storie d’amore improbabili e mielose, corse su motociclette dinnanzi alle quali Avatar pare un romanzo verista e così via. Ma i protagonisti non dovevano essere i dinosauri? In sintesi: più denti e meno azione. Delusione a parte se hai visto Jurassic Park non puoi non vedere Il dominio, quindi buona visione a tutti.

 

Print Friendly, PDF & Email