giovedì, Ottobre 17Settimanale a cura di Valeria Sorli

Il fascino di Lady Tabata

Dopo pochi minuti che parli con lei sei subito affascinato: Barbara Delmastro Meoni,in arte Lady Tabata,  è una donna unica, carismatica, bellissima. Ex Top model di grido, regina delle discoteche di classe, il suo diventerà un nome di grande interesse all’imminente edizione del Salone del Libro di Torino, dove presenterà il suo primo libro “Lady Tabata, la regina della notte”.

Trasgressione, classe, seduzione, bellezza: in lei vive un arcobaleno di sfumature sullo sfondo di una donna dal carisma unico.

Barbara, come nasce questo libro?

Nasce da una vita intera, la mia vita. Grazie alla collaborazione di una “ghost writer” ho potuto esprimere i concetti che desideravo nel modo più diretto possibile. Racconto la mia vita, da “brutto anatroccolo” alle passerelle di tutto il mondo, dall’anoressia alla riscoperta di me, la mia infanzia vittima del bullismo all’alta moda parigina, da bambina emarginata a ragazza osannata; parlo della vita di notte, delle discoteche, delle PR. E’ soprattutto un romanzo, un progetto nato per caso: è stato infatti l’editore stesso a propormi questa idea e da lì ho deciso di raccontarmi.

Nella prefazione compare il nome di Piero Chiambretti!

Si, ed è stato un onore! E’ una persona geniale, sia come giornalista sia come showman. Lo adoro. Oltre a lui c’è anche Luca Abete, un mio grande amico. Lo stimo per il grande coraggio e la determinazione.

Che cosa ti aspetti da questo libro?

Spero che possa diffondere spunti positivi, legati alla rivincita che sono stata in grado di prendermi.

Hai un messaggio da mandare con chi invece potrebbe criticare la tua immagine?

Invito ad andare oltre, di non fermarsi alle apparenze, di imparare a conoscere veramente le persone. Giudicare senza conoscere è uno dei mali della nostra società, se non un peccato mortale nel mondo delle relazioni.

Il regno delle discoteche è cambiato tantissimo: che cosa rappresenta per te il divertimento notturno?

Innanzitutto deve essere un divertimento, cosa che oggi è progressivamente decaduta. Vorrei diffondere un messaggio diverso, di puro e sanno divertimento senza ogni possibile forma di degenerazione. Ma ci rendiamo conto che per molti giovani essere “fighi” significa impasticcarsi fino a perdere il controllo di se’? Mi manca tantissimo quella discoteca dove l’eleganza, la seduzione, la classe, lo champagne erano una forma per essere veramente “fighi”. Non a caso nelle mie discoteche ho inserito un servizio di navetta per chi non è in grado di affrontare il viaggio verso casa.

Hai ricevuto anche importanti riconoscimenti per questa tua posizione…

Si: nel 2015 e nel 2017 sono stata premiata dall’International nightlife per l’educazione civica al divertimento e come icona della notte con il ‘Golden Moon’ . Inoltre con il supporto dell’associazione benefica ‘La Rete di Atena’ è nato il progetto ‘Lady Tabata va a scuola’, un opuscolo con il fumetto di Lady Tabata che ti spiega come divertirti in modo sano. Abbiamo distribuito questo opuscolo in alcuni licei di Torino dove ho presenziato anche come insegnante. E’ stato un progetto molto importante per il mio impegno verso i giovani di oggi.

Il tuo alter ego in fumetto Lady Tabata ti ha dato anche grandi soddisfazioni!

Lei era la mia amica immaginaria quando da bambina tutti mi isolavano o mi bullizzavano. Mi rivolgevo a lei per giocare e sentire un’amica. Oggi è diventata oggi un fumetto, una vera e propria eroina contro la violenza sulle donne e le ingiustizie sociali attraverso un comics con oltre tre milioni di visualizzazioni. Lo trovate su http://www.ladytabatacomics.com/

Vorresti fare tv?

Si, mi piacerebbe partecipare ad un programma di Chiambretti oppure al Maurizio Costanzo Show. Poi vorrei essere ospite di Gigi Marzullo per raccontare al popolo della notte la magia della notte: chi meglio di me la conosce?

 

 

 

Print Friendly, PDF & Email