giovedì, Maggio 23Settimanale a cura di Valeria Sorli

Festival di Castrocaro

CRESCE L’ATTESA PER LA FINALE DEL

FESTIVAL DI CASTROCARO

PREVISTA IL 22 SETTEMBRE

E CONDOTTA DA

CLEMENTINO E MANOLA MOSLEHI

 

Una giuria presieduta dal Maestro

BEPPE VESSICCHIO

sceglierà il vincitore tra questi giovani talenti:

BOSCO, PRIDEA, TOBIA LANARO,

KAOTIKA, DJOMI, SARA RUSSO,

VIRGINIA TONIATO, NICOLE VIOTO,

i FRENÈSYA e i SENZA VOLTO 

 

Patron e direttore esecutivo del Festival

CARLO AVARELLO

 

Produce ISOLA DEGLI ARTISTI

 

 

Mancano 5 giorni all’attesa finale della 65esima edizione del “FESTIVAL DI CASTROCARO” prevista venerdì 22 settembre a CASTROCARO TERME E TERRA DEL SOLE (FC) e presentata dal rapper CLEMENTINO e dalla conduttrice radiofonica di Radio Italia MANOLA MOSLEHI.

 

«Presentare il leggendario Festival di Castrocaro non sarà facile commenta Clementino ma mi impegnerò al massimo per portare a casa un obiettivo che è sempre stato uno dei miei sogni. Ce la metterò tutta guagliù ve lo prometto!».

 

«La conduzione del Festival di Castrocaro sarà per me una grande opportunità di crescita professionale afferma Manola Moslehi Quella di quest’anno sarà un’edizione completamente rinnovata e, permettetemi di aggiungere, per niente anacronistica, anzi… La musica contemporanea e alcuni dei suoi giovani rappresentanti saranno al centro dell’attenzione del Festival e di una giuria di professionisti incredibili. Non vedo l’ora di iniziare e mi entusiasma ancora di più sapere di avere accanto in quest’avventura un artista come Clementino che stimo da sempre».

 

Sul palco allestito nella Piazza d’Armi della città romagnola si confronteranno 8 solisti, un duo e una band che presenteranno un loro inedito e che sono stati selezionati a luglio da una giuria presieduta dal direttore d’orchestra, compositore, musicista e arrangiatore BEPPE VESSICCHIO e formata dal Patron e Produttore Esecutivo del Festival CARLO AVARELLO e dall’autore SALVATORE MINEO.

Oltre alla gara in qualità di super ospiti si alterneranno sul palco tanti big della musica italiana.

 

Il 22 settembre i finalisti verranno valutati da una giuria di qualità formata da professionisti e addetti ai lavori del mondo della musica guidata da Maestro Beppe Vessicchio, che giudicherà la qualità dell’inedito e le doti canore e di interpretazione affiancata da una giuria composta da web celebrities e content creator che ufficializzeranno sui propri profili social i tre talenti preferiti. Questo duplice punto di vista sui finalisti intende unire la tradizione di un festival che è un’istituzione del mondo della musica italiana dal 1957 e che ha segnato la nascita artistica di miti della musica come Zucchero, Eros Ramazzotti e Laura Pausini, alle nuove generazioni e al linguaggio del web e in particolare dei social network che hanno cambiato in larga parte la il mondo della comunicazione e della musica.

 

Questi i nomi dei finalisti e i titoli degli inediti che presenteranno sul palco:

BOSCO, nome d’arte di Alberto Boschiero, cantautore di 25 anni, Venezia – inedito “Disegni Bianchi”;

PRIDEA, nome d’arte di Chiara Bruno, cantautrice di 26 anni, Palermo – inedito “Chiamami adesso”;

TOBIA LANARO, cantautore di 23 anni, Vicenza – inedito “Basta”;

KAOTIKA nome d’arte di Pietro Peloso, cantautore di 22 anni, Orta Nova, Foggia – inedito “Ho pianto”;

DJOMI nome d’arte di Domenico Pini, cantautore di 21 anni, Ravenna – inedito “Chiama un dottore”;

SARA RUSSO interprete di 24 anni, Bacoli, Napoli – inedito “C’est la vie”;

VIRGINIA TONIATO cantautrice di 24 anni, Padova – inedito “Nonno Tino”;

NICOLE VIOTO interprete di 19 anni, Venezia – inedito “Due come noi”;

I FRENÈSYA, duo formato dai fratelli cantautori e polistrumentista Flavia, 22 anni, e Federico Marra, 28 anni, Roma – inedito “Rumore bianco”;

I SENZA VOLTO, band formata da Nicola Colomboni, cantante, 26 anni, Nicolae Giuliani, batterista, 25 anni, Nicola Ragnetti, bassista, 31 anni, Tommaso Golaschi, chitarra e seconda voce, 28 anni, Foggia – inedito “Ascolta”.

 

Altra novità del Festival saranno i premi previsti per i vincitori: il primo classificato avrà l’opportunità di realizzare tre brani e un videoclip a cura e spese di Isola degli Artisti. La produzione si occuperà di tutte le spese per la realizzazione di un EP che sarà prodotto dalla label e distribuito da ADA/Warner Music; il vincitore del premio della critica potrà di realizzare un brano e un videoclip, sempre a cura e spese di Isola degli Artisti. Il singolo sarà prodotto dalla label e distribuito da ADA/Warner Music.

 

Isola degli Artisti

Una scelta che non significa isolamento ma, all’opposto, inclusione, condivisione e partecipazione.

A dare vita a questa realtà, unica nel suo genere, è stato Carlo Avarello, compositore, produttore e fondatore della label Isola degli Artisti, una delle più rilevanti realtà indipendenti dell’attuale panorama artistico italiano.

Sin dalla scelta del nome – perfetto connubio tra realtà e poesia – è evidente la mission: creare uno spazio aperto all’arte ed alle idee, un luogo dove la musica e, più in generale, l’arte possano germogliare. In quest’ottica si è deciso di riunire fisicamente in un’unica struttura, nelle vicinanze di Roma, interpreti, autori, musicisti, talent, pittori, grafici, videomaker, social media manager ed altre figure, che interagendo si influenzano reciprocamente.

La conferma di questo continuo fermento in divenire arriva direttamente da quella che è stata ribattezzata la cantera: Isola degli Artisti è diventata, infatti, nel tempo un punto di riferimento in Italia per giovani interpreti, autori e cantautori e vanta produzioni e collaborazioni con i grandi della musica italiana.

In qualità di Management e/o di Music Publisher dei propri artisti, Carlo Avarello ha partecipato 13 volte al Festival di Sanremo.

Moltissime le collaborazioni tramite i propri artisti o i propri autori con celebrità, alcune delle quali di caratura internazionale, tra cui Al Jarreau, Gilberto Gil, Loredana Bertè, Lucio Dalla, Elodie, Emma, Fiorella Mannoia, Massimo Ranieri, Ornella Vanoni, Antonello Venditti, solo per citarne alcuni.

Una menzione particolare, Fiorella Mannoia (con i due brani Che sia benedetta e Il peso del coraggio) ed Elodie (con il brano La Verità).

Con gli anni, Isola degli Artisti si è affermata anche come casa di produzione per programmi televisivi: nell’ambito di tale attività si inseriscono la quindicesima edizione del Premio Lunezia (che ha visto la partecipazione di artisti quali Andrea Bocelli, Charles Aznavour e Patty Pravo, Ivano Fossati, Pooh, Gianni Morandi) ed il Premio Lelio Luttazzi (rassegna d’autore, dedicata all’intramontabile Maestro Luttazzi – tenutasi presso il Blue Note di Milano e andata in onda nella prima serata di Rai Uno – a cui hanno preso parte, omaggiando con aneddoti speciali il genio dello swing, Pippo Baudo, Fabio Fazio, Rosario Fiorello, Teo Teocoli e Renzo Arbore, nonché interpreti del calibro di Arisa, Paolo Belli, Elodie, Marco Masini, Fabrizio Moro, Roberto Vecchioni e Nina Zilli).

Tra le esperienze professionali di Carlo Avarello, in qualità di Produttore discografico si possono anche annoverare le partecipazioni, negli ultimi 4 anni, al format Amici di Maria De Filippi di ben 7 talenti provenienti da Isola degli Artisti Academy (tre dei quali sono arrivati sino alla finale del programma); inoltre ha rivestito il ruolo di direttore musicale di Amici Celebrities e di Amici di Maria De Filippi 2019/2020.

Nella sua poliedrica attività rientra anche quella di musicista che lo ha portato ad esibirsi, con i progetti di cui seguiva anche la direzione artistica, su molti palchi internazionali quali il Blue Note di New York, il Blue Note di Tokio, Umbria Jazz, Arena di Verona.

 

https://www.instagram.com/isoladegliartisti   https://festivaldicastrocaro.it  https://instagram.com/festivaldicastrocaro.official   https://www.isoladegliartisti.it

 

Print Friendly, PDF & Email