giovedì, Ottobre 17Settimanale a cura di Valeria Sorli

Da Studiofood33 una serata su cibo e prevenzione assieme a Lilt

 

Appuntamento ai fornelli di STUDIOFOOD33, lo spazio polifunzionale con cucina living dedicato alle “cooking experience”, per un incontro sulla “CUCINA NATURALE” e sui corretti stili alimentari, in collaborazione con LILT – la Lega Italiana per la Lotta ai Tumori Onlus sezione di Torino.

Dalle 18,30 alle 21,30 di martedì 25 Giugno, nella location di via dei Mille 33 a Torino, i partecipanti hanno indossato cappello e grembiule da chef e sono stati suddivisi in tre brigate per la preparazione di tre ricette della dieta mediterranea, con la guida della nutrizionista Anna Carlin.

La serata ha approfondito  i temi della salute e l’importanza della prevenzione, per comprendere come entrambe passino anche e soprattutto dai fornelli e da una cucina consapevole. L’incontro ha offerto ai partecipanti non solo nozioni pratiche e appunti di nutrizione, ma anche un momento di piacevole convivialità, come è nello stile di tutte le “experience” organizzate da STUDIOFOOD33.

«La nostra location è decisamente poliedrica – spiega Federica Zago, Co-founder di STUDIOFOOD33 – e si presta ad accogliere differenti format a seconda delle specifiche esigenze. Collaboriamo spesso con realtà del territorio per creare eventi su misura e in questo caso siamo davvero lieti di poter lavorare con LILT per un’iniziativa così importante».

“La prevenzione è la prima arma che abbiamo contro i tumori – spiega Donatella Tubino, presidente LILT Torino – per questo riteniamo fondamentali le azioni di informazione sui cittadini.  L’evento del 25 giugno rientra nelle iniziative che organizziamo periodicamente sul territorio e finalizzate a educare le persone alla salute”.

Parte del ricavato della serata andrà a sostenere i numerosi progetti di prevenzione dedicati alla cittadinanza, come ad esempio visite ad orientamento oncologico, conferenza sui corretti stili di vita presso centri o aziende, progetti dedicati alla scuola di ogni ordine e grado e molti altri.

Print Friendly, PDF & Email