sabato, Giugno 22Settimanale a cura di Valeria Sorli

Come truccarsi senza arrecare problemi agli occhi

Per molte donne il trucco è uno strumento utile per mettere in risalto i tratti somatici ed esaltare la bellezza naturale. Può essere usato per coprire piccole imperfezioni come macchie della pelle, occhiaie, acne, e per mettere in risalto alcune parti del viso come le labbra, gli zigomi o gli occhi. Alcune donne ammettono di sentirsi più sicure e belle quando si truccano, ed essere appagate dal proprio aspetto esteriore può avere un impatto positivo sulla propria autostima e sulla fiducia in se stesse; ma ci sono sempre alcune piccole precauzioni che devono essere prese per assicurarsi che il make-up non sia dannoso, soprattutto per gli occhi, una parte molto delicata del viso. Secondo gli esperti di clinica baviera una delle aziende leader in Europa nel settore dell’oftalmologia, il trucco, tra le altre cose, aumenta le probabilità  di soffrire di patologie oculari come blefariti, congiuntiviti, ulcere corneali e irritazioni oculari.

 

Applicare correttamente il trucco può aiutare a prevenire danni agli occhi ed è importante per mantenere una buona salute visiva. Se in qualsiasi momento si avvertono irritazioni o fastidi, è bene rimuovere immediatamente il trucco e, se necessario, consultare un oftalmologo. Gli esperti di Clinica Baviera hanno elencato alcune linee guida da seguire per truccarsi senza arrecare danni agli occhi:

 

1. Utilizzare prodotti di qualità
2. Controllare la data di scadenza dei prodotti per il trucco
3. Utilizzare prodotti ipo-allergenici
4. Pulire regolarmente pennelli e applicatori
5. Non condividere mai i trucchi
6. Lavarsi sempre accuratamente le mani prima di iniziare
7. Effettuare una corretta pulizia del viso
8. Applicare prima una crema idratante
9. Non applicare il trucco sulle palpebre interne
10. Applicare il trucco delicatamente e non strofinare gli occhi
11. Evitare di fare un uso eccessivo del trucco
12. Rimuovere sempre il trucco prima di andare a dormire

 

Oltre a spiegare i rischi che si possono correre quando si applica il trucco in modo errato e i relativi accorgimenti da prendere per non danneggiare la salute degli occhi, da Clinica Baviera arrivano anche alcuni preziosi consigli per valorizzare al meglio lo sguardo di ognuno, a seconda del tipo e della forma di occhi che si possiede.

 

Occhi ravvicinati
Sono occhi caratterizzati da una piccola distanza tra loro. É necessario usare una tonalità più chiara per l’attaccatura dell’occhio e un colore più scuro all’esterno per dare una sensazione di maggiore separazione. Per questo tipo di occhi è ideale usare un evidenziatore sul solco lacrimale e iniziare con l’eyeliner al centro dell’occhio, oltre a utilizzare mascara.

 

Occhi distanziati
Quando gli occhi sono lontani, sembrano più piccoli rispetto al resto del viso, quindi bisogna cercare di camuffare lo spazio tra loro. Per dare questa sensazione si possono applicare tonalità scure agli angoli degli occhi e poi aumentare gradualmente il tono per creare un effetto più chiaro. L’eyeliner egiziano può essere utilizzato per evidenziare maggiormente gli occhi, poiché il nero scuro e il bianco dell’occhio creano un contrasto molto suggestivo.

 

Occhi asiatici
Questi occhi sono più piccoli del solito, hanno una forma obliqua e sembrano avere una piega all’interno. Si consiglia di mettere l’ombretto scuro sulla palpebra mobile e un altro ombretto colorato sulla zona esterna. Per dare maggiore luminosità si può anche applicare una tonalità più chiara nella zona del solco lacrimale.

 

Occhi infossati
Le persone con occhi infossati sono quelle il cui bulbo oculare è spostato verso la parte posteriore dell’orbita, facendo apparire l’occhio più piccolo e “infossato”. Per rendere l’occhio più grande si può usare un correttore sulla zona palpebrale per uniformare il tono, ed è preferibile usare colori chiari per ottenere un effetto ingrandito. Per l’eyeliner, da dimenticare il nero, meglio optare per i toni del grigio o addirittura del bianco.

 

Occhi sporgenti
É esattamente il contrario, sono occhi che sporgono sopra il livello del viso; si può creare un’ombra scura e mettere l’eyeliner sopra e sotto. Il mascara va usato solo sulle ciglia superiori e si consiglia una linea nera nella parte interna superiore.

 

Occhi cadenti all’ingiù
Sono quella tipologia per cui la palpebra sembra esercitare una pressione sull’occhio. Gli ombretti più adatti sono quelli dalle tonalità più chiare come il beige, il rame e il rosa. Inoltre, è ideale applicare una tonalità più chiara sull’attaccatura delle ciglia e una più scura sul bordo e sfumare il tutto per dare un aspetto più “ampio”.

 

Occhi a mandorla
Gli occhi a mandorla sono tendenzialmente i più comuni, sono occhi simmetrici con una forma “a mandorla” e qualsiasi tecnica sopra descritta funziona bene per truccarli. È preferibile utilizzare una tonalità media per la palpebra e una più scura per l’orbita, sfumando le due insieme.

 

La Dott.ssa Giulia Raimondi, Medico Chirurgo Oculista di Clinica Baviera spiega: “Truccarsi in modo adeguato è fondamentale per non creare lesioni o traumi agli occhi; bisogna fare molta attenzione con il mascara e con la matita per evitare abrasioni superficiali più o meno dolorose nella congiuntiva o nella cornea. Le infezioni da trucco sono molto frequenti ma di solito non gravi. Bisogna però controllare il buono stato dei prodotti per il make-up, e non aggiungere acqua o olio dentro il mascara quando è secco, perché ciò potrebbe far proliferare batteri; evitare sempre il fai da te nelle infezioni e consultare un oculista in caso di occhi rossi, lacrimazione eccessiva o prurito”. 

 

 

Su Clinica Baviera:
Con un’esperienza di oltre 25 anni, Clinica Baviera è un centro medico all’avanguardia nel campo dell’oftalmologia che offre un servizio completo per la cura dei problemi e delle malattie dell’occhio basato su criteri di qualità e sull’uso delle più recenti tecniche di microchirurgia. Ha una rete di cliniche con più di 85 centri in quattro paesi europei (Spagna, Germania, Italia e Austria) e uno staff di oltre 1.000 professionisti, di cui più di 200 oculisti.
Print Friendly, PDF & Email