giovedì, Giugno 13Settimanale a cura di Valeria Sorli

Carinzia- Primavera/Estate 2024

Nel versante sud delle Alpi austriache si trova la Carinzia, che confina con l’Italia. Un territorio tutto da scoprire sia dal punto di vista paesaggistico, sia per gli aspetti culturali, molto influenzati dai costumi sloveni, ma soprattutto da quelli italiani. Una terra di mezzo, crocevia di popoli diversi e col tempo perfettamente entrati in connubio tra loro, dando vita a una cultura varia sotto ogni aspetto, dalla cucina alle tradizioni, dall’arte al piacere dell’ospitalità. Paesaggisticamente ci troviamo tra dolci colline, vette imponenti e una miriade di laghi, di cui tanti balneabili, aspetto che consente di vivere una vacanza in montagna senza però rinunciare al piacere dei bagni estivi. Il tutto condito da un clima mite, influenzato da quello mediterraneo, che consente di godere giornate di sole e serate fresche di riposo. Vediamo, di seguito, gli aspetti più interessanti della Carinzia in estate.

©Gerald Kostl/KW

I LAGHI DELLA CARINZIA
La Carinzia conta oltre 1000 laghi, gran parte balneabili, con temperature che raggiungono addirittura 28°. Ecco alcuni modi per apprezzarli e viverli appieno.
Pedalare intorno a venti laghi: il “Gran tour dei laghi di Carinzia”
Un itinerario cicloturistico di 420 km che toccherà i “20 laghi più belli della Carinzia”. La forma a otto del percorso consente di programmare e combinare le tappe a piacimento e chi desidera affrontare l’intero itinerario può già pregustare una vacanza cicloturistica in cui si pedala sempre nelle vicinanze di qualche caldo lago balneabile. Esistono pacchetti completi, che includono pernottamento, trasporto bagagli, materiale informativo, assistenza telefonica e altro.

©Gert Perauer/KW

5 esperienze speciali sull’acqua: laghi balneabili con valore aggiunto
Limitarsi a nuotare non basta per comprendere tutta la bellezza dei caldi laghi della Carinzia. Perché non provare a esplorare il lago Wörthersee con la tavola da stand-uppaddle? Chi preferisce prendersela con calma, apprezzerà il lago Wörthersee come ritrovo internazionale della “community” dello yoga. Mai sentito parlare della zattera del gusto sul lago Weissensee? Si tratta di un’occasione speciale per immergersi nella natura gustando le prelibatezze della gastronomia locale. Gli spiriti più avventurosi e romantici apprezzeranno le gite in canoa nelle Everglades del lago Faaker See o quelle in barca a remi nelle baie del lago Millstätter See.
IN BICI IN CARINZIA
La Carinzia è una terra che si presta molto ad essere visitata su due ruote: tanti infatti sono gli itinerari ciclistici di facile percorrenza che consentono di unire l’attività fisica al piacere della scoperta. Opportunità anche per affinare la tecnica sulla mtb e bike park per bambini.
15 chilometri unici in tutta l’Europa: il Flow Country Trail a Bad Kleinkirchheim
A Bad Kleinkirchheim si trova la pista da mountain bike più lunga d’Europa (15 chilometri). In Carinzia i mountain biker hanno a disposizione non meno di 3000 chilometri di percorsi autorizzati per mountain bike, per esempio nella Carinzia del sud, sulle Alpi Carniche e della Gailtal o nei dintorni di Villach.
Libertà in bicicletta: Ciclovia Alpe Adria e Ciclabile della Drava
Tra gli itinerari più celebri e frequentati in Europa, la Ciclovia Alpe Adria e la ciclabile della Drava sono i percorsi più adatti per le famiglie, per chi vuole provare per la prima volta una vacanza in bicicletta. La Ciclovia Alpe Adria parte da Salisburgo e, attraversando Villach, arriva fino a Grado, mentre, la ciclabile della Drava, lunga 510 chilometri, attraversa la Carinzia fino al confine croato-sloveno di Varaždin.

©BRM/Franz Gerdl

BIKEWorld of Mountains and Lakes
Si sviluppa nelle Alpi Carniche, nelle Alpi Giulie e nelle Alpi della Gailtal, i biker trovano una vasta rete di percorsi MTB che si snoda per un totale di 950 km con 46 diversi itinerari in vari livelli di difficoltà. Il modo migliore per conoscere la diversità dell’area dell’Alpe-Adria è percorrere un tour transfrontaliero in Italia, dove si possono scoprire la cultura e la gastronomia di due paesi. Tra le principali attrazioni ci sono 11 single trail, il Flow Trail MEX Line I e il Lift & Bike Giro, lungo 11,7 km. E quando serve, tre impianti di risalita estivi assicurano un comodo percorso “uphill”.
In bici in miniera
Nella Carinzia del sud, equipaggiati con casco e pila frontale, si percorre un’antica galleria mineraria lunga sette chilometri. All’interno della montagna si trovano possenti formazioni rocciose e sale alte fino a 30 metri. L’ingresso della galleria si trova in Slovenia, ma lungo il percorso si attraversa il confine carinziano quasi senza accorgersene. Un’avventura senza frontiere per tutta la famiglia. Nel 2018 il tracciato all’interno della galleria è stato arricchito con un trail di altri 2 km.
Primavera ciclistica in Carinzia
La bicicletta è il grande tema della primavera carinziana. Per questo c’è un’ampia gamma di appassionanti eventi ciclistici in tutte le zone turistiche della Carinzia, soprattutto nel mese di maggio, come le SEEDURO WEEKS (3 fine settimana di immersione nel mondo mountain bike) nella zona turistica di Villach – Lago Faaker See – Lago Ossiacher See; i Family Bike Break Days sul Lago Turnersee con bike workshop e tanto divertimento; Vintage Style nella zona turistica degli Alti Tauri, un itinerario sulla pista ciclabile della Drava con biciclette storiche o classiche.

©Gert Steinthaler/KW

NON SOLO LAGHI. I FIUMI DELLA CARINZIA
La Carinzia è una terra d’acqua, dove è possibile fare tantissime attività sia in estate sia in inverno. Oltre ai tanti laghi, sono presenti anche diversi fiumi, tra cui i principali sono il Gail, il Lavant e la Drava.
Viaggio alla scoperta del fiume Drava in 13 tappe: il “Draupaddelweg”
Il fiume più grande e più lungo della Carinzia è la Drava che come un tortuoso nastro verde attraversa il land più meridionale d’Austria. Oltre ai cicloturisti, sempre più numerosi sono anche i canoisti che in canoa canadese e in kayak (ma non mancano nemmeno i patiti dello stand-up-paddling) frequentano le aree ricreative costituite dal fiume. Dall’inaugurazione del “Draupaddelweg”, vengono proposti pacchetti specifici per esplorare quattro sezioni del fiume in 13 tappe. Per il ritorno alla fine del tour o per raggiungere i punti di partenza di ogni singola sezione è a disposizione il rapido e pratico servizio bus navetta del Drau Paddel Center. Nell’alta valle della Drava si può appoggiarsi anche sulla ferrovia. Naturalmente, si può utilizzare in autonomia sia il treno, sia la bicicletta. La via d’acqua “Draupaddelweg” si può facilmente abbinare ad escursioni in bicicletta e a piedi, o ad altre attività come la pesca, il golf e il volo in parapendio.
A PIEDI IN CARINZIA: TRAIL E SENTIERI
4 tappe giornaliere e 55 celestiali chilometri: la “Via Paradiso”
Un cammino lungo la “Via Paradiso” sul lago Millstätter See. Si può partire già con i primi
raggi del sole e camminare in armonia con la natura lungo facili sentieri nei boschi. A ogni passo si apre la vista sul lago Millstätter See da prospettive sempre nuove e con irresistibili attrattive: sentieri nella natura lungo la sponda, posti panoramici privilegiati e tuffi rinfrescanti nelle acque del lago Millstätter See che arrivano fino a 27° di temperatura. Le tante terrazze sul lago invitano a concludere in bellezza la giornata godendosi il tramonto.
750 chilometri di meraviglia: l’Alpe Adria Trail
L’Alpe Adria Trail parte dal ghiacciaio del Grossglockner e in 43 tappe si spinge fino al mare Adriatico. Chi non vuole percorrerlo per tutti i suoi 750 chilometri, può scegliere di affrontare qualche tappa giornaliera. Questo trekking offre la possibilità di combinare perfettamente la libertà del vagabondare a piedi con l’assistenza di una moderna destinazione escursionistica. L’arrivo e la partenza di svariate tappe sono raggiungibili anche in ferrovia, senza stress e nel rispetto dell’ambiente. Un aiuto prezioso per programmare opportunamente il viaggio è offerto non solo dal centro prenotazioni, che si occupa di organizzare l’alloggio e il trasporto bagagli e di suggerire i migliori ristoranti, ma anche da diverse guide reperibili in libreria e dalla Alpe-Adria-Trail App, un’app gratuita che funge da guida escursionistica. L’offerta comprende pacchetti su misura per escursionisti vegetariani e per chi cammina insieme al suo cane.

©Gert Perauer

Gli Slow Trails
La gente ama camminare lungo le sponde e nelle vicinanze dei laghi. La vastità dello spazio creato dagli specchi d’acqua, lo scenario dei monti all’orizzonte creano un’atmosfera che dona distensione e ispirazione. Per rispondere a questa esigenza sono stati realizzati 20 Slow Trails in Carinzia. Sentieri tranquilli con vista sul lago, lunghi circa 10 chilometri e con dislivelli che non superano i 300 metri. Chi percorre gli Slow Trail della Carinzia s’immerge in un’esperienza naturale lontana anni luce dallo stress quotidiano, che stimola i sensi e regala tranquillità. Ogni Trail ha una sua storia e un suo particolare carattere, a volte mistico e incantato, a volte ricco di elementi architettonici di grande interesse, a volte con panorami incantevoli. Tutti questi sentieri offrono la possibilità di bagnarsi, vuoi rinfrescandosi nell’acqua frizzante dei laghi, vuoi camminando a piedi nudi su morbidi cuscini di muschio.
Trails accessibili a tutti
Nell’ambito del progetto dell’ARGE Naturerlebnis Kärnten “Esperienza nella natura per tutti”, in tutta la Carinzia sono state create esperienze naturalistiche attraenti e prive di barriere, per persone con o senza disabilità, anziani e famiglie con bambini nei passeggini. Sono state create 10 strutture che permettono a chiunque di raggiungere luoghi speciali in aree protette selezionate e di vivere la natura con tutti i sensi.
Queste strutture spaziano dai percorsi avventura sul Lago Weissensee e nel Parco della
Biosfera dei Nockberge, a un sentiero geo-didattico sulla Strada alpina di Villach e a punti di accesso al lago privi di barriere. Tutte offrono escursioni facili e rilassanti o visite a siti naturali speciali e sono state certificate con il sigillo dell’Associazione austriaca per idisabili (ÖZIV).
GUSTI DI CARINZIA
Una delle peculiarità della Carinzia è che le valli Gailtal e Lesachtal sono state le prime destinazioni Slow Food Travel al mondo e, in queste zone, è possibile capire come si produce il formaggio a latte crudo (Gailtaler Almkäse, prodotto dell’Arca), scoprire antichi mulini, imparare a preparare il pane con farine di cereali antichi, scoprire il mondo dell’apicoltura di montagna, cucinare i piatti tradizionali insieme agli chef della zona.
La cucina della Carinzia centrale
La Carinzia centrale è un luogo di grande fascino grazie all’atmosfera particolare e alla ricca varietà di offerte ed è anche la 3ª destinazione di slow food travel in Carinzia (insieme alle valli Gaital e Lavanttal). I “Buschenschenken”, le tipiche osterie contadine adagiate in paesaggi idilliaci, propongono spuntini sostanziosi, mentre le trattorie tradizionali offrono prelibatezze della Carinzia centrale.
A chi cerca regionalità e prodotti genuini, raccomandiamo i produttori del “Marktplatz Mittelkärnten” composto da gastronomi votati alla qualità, agricoltori, artigiani, viticoltori, birrai e finitori creativi che producono e lavorano con passione prodotti regionali di alta qualità.

©MTG_Martin Hofer

Un incontro culinario tra i popoli: la cucina di Alpe Adria
La variegata gamma di generi alimentari disposta sui bancali attorno al «pescatore di pietra» è una gioia per il palato e per gli occhi. Nel ristretto spazio del mercato Benediktinermarkt di Klagenfurt, gli avventori e i curiosi possono compiere un goloso viaggio nei sapori, nei profumi e nelle bontà delle tre culture che s’incontrano a Klagenfurt: qui le tradizioni culinarie di Carinzia, Slovenia e Friuli confluiscono nella cucina di Alpe Adria. I veri buongustai, sempre a caccia di cose sopraffine, scopriranno fra gli stand molti prodotti che non si trovano nei supermercati: il pane profumato fatto nel forno contadino, il latticini biologici dell’allevatore di pecore, gli insaccati affumicati in casa seguendo segretissime ricette di famiglia, prodotti ittici di fiume, lago e mare appena pescati. Nel mese di settembre vengono organizzate a Klagenfurt le “Settimane della cucina Alpe Adria”, un evento dedicato a chi ama gustare e assaggiare i sapori tipici di una terra.
ARTE E CULTURA IN CARINZIA
Varietà e vastità dell’offerta culturale del land più meridionale d’Austria
Dal crogiuolo di tre diversi ambiti culturali scaturisce l’offerta di spettacoli teatrali, mostre,
musei, festival musicali, galleria d’arte, iniziative culturali e letterarie. Fra gli eventi di maggior rilevanza internazionale si annoverano l’Estate Carinziana – Carinthischer Sommer, il festival di Taggenbrunn, il programma del teatro civico di Klagenfurt, il Museo
Liaunig (la più vasta collezione privata d’arte contemporanea in Austria), le Giornate della Letteratura di Lingua Tedesca (“Premio Bachmann”) e il Festival Chitarristico Internazionale sul lago Millstätter See. Altre esperienze culturali straordinarie sono garantite da Gmünd, città degli artisti, con una mostra dedicata al surrealista Max Ernst, dal castello di Hochosterwitz, dalle “Donnerszenen” (scene tonanti) nelle corti interne del
centro di Klagenfurt e dal museo dell’esploratore e alpinista Heinrich Harrer a Hüttenberg.
Le città della Carinzia
Le città della Carinzia sono dei veri e propri “insider tips”: Klagenfurt sul lago Wörtersee,
con il suo elegante centro storico e una vasta gamma di attività culturali, Villach con il suo stile di vita mediterraneo e i suoi costumi vivaci, la medievale Friesach con i suoi castelli, la città degli armaioli di Ferlach, con il suo museo della caccia, o Gmünd, la città degli artisti.

Print Friendly, PDF & Email