martedì, Gennaio 31Settimanale a cura di Valeria Sorli

Blue Note Milano

Blue Note Milano è pronto ad accogliere il nuovo anno. Il 2023 sarà ricco di festeggiamenti in occasione dei
vent’anni dall’apertura del locale: per l’occasione ci saranno numerosi eventi e celebrazioni, da gennaio alla
fine della stagione, e anche la programmazione sarà, se possibile, ancora più stellare del solito.
Sul palco il primo giorno dell’anno l’Harlem Gospel Choir per l’ultimo appuntamento milanese della sua
tournée. Il repertorio è tradizionale, ma non annoia mai, grazie anche all’autentico spirito gospel in grado
di infondere gioia e serenità. Il coro, ribattezzato “Angles in Harlem” dagli U2, continua a riscuotere
successo in ogni angolo del pianeta, portando ovunque nel mondo una maggiore comprensione della
cultura afro-americana e della musica ispirata chiamata Gospel così come si suona nella Black Church.
(Ore 20:30 SOLD OUT/22:30
Domenica 1° gennaio il Blue Note di Milano si trasferirà inoltre alla Reggia di Venaria per un
appuntamento speciale di Blue Note Off, il format originale nato con l’obiettivo di portare la grande musica
jazz fuori dalla sede storica di via Borsieri. All’interno della Cappella di Sant Uberto si esibiranno gli Eric
Waddell and the Abundant Life Gospel Singers, una formazione che raccoglie i migliori talenti della città
di Baltimora, negli Stati Uniti, in grado di regalare al pubblico un eccezionale accostamento di voci e timbri
dalle sfumature profonde e potenti. Il concerto si sviluppa in un repertorio vasto che va dai moderni
arrangiamenti del gospel contemporaneo, inclusi alcuni brani del Maestro Waddell, a temi tradizionali nelle
versioni più amate dal grande pubblico.
(Ore 19:30 – I biglietti sono disponibili sul sito La Venaria Reale )
Dopo una pausa di qualche giorno, si riprende ufficialmente sabato 7 gennaio quando tornerà sul palco di
via Borsieri Big One, la migliore tribute band europea dei Pink Floyd che negli anni ha calcato alcuni dei
palchi più prestigiosi al mondo. Il loro spettacolo, The European Pink Floyd Show, ha riscosso ovunque un
grande successo di pubblico e di critica ed è stato inserito in molti cartelloni di importanti festival musicali
nazionali e internazionali. Per l’occasione proporranno al pubblico milanese due concerti diversi, alle 20.30
e alle 22.30, durante i quali ripercorreranno le tappe della fortunata carriera dei Pink Floyd: per gli
affezionati della rock band britannica è a disposizione un biglietto cumulativo che consente di assistere a
entrambi gli spettacoli.

(Ore 20:30)
Domenica 8 gennaio sarà ancora Natale in via Borsieri: Alexia torna sul palco del Blue Note con il suo
nuovo Winter Tour “My Xmas”, che prende il nome dall’omonimo album. L’idea di fare un disco di cover
natalizie in inglese le è venuta a Natale 2021, quando è tornata con i ricordi alle sue origini, al periodo in
cui il sogno di diventare cantante non si era ancora concretizzato, quando amava il blues e il soul. Il
repertorio pesca a piene mani soprattutto negli anni ’60, ‘70 e ’80, da Stevie Wonder a Darlene Love da
Brenda Lee a Tom Petty, ma non manca qualche classico natalizio: tutti i brani sono stati reinterpretati con
la tipica vocalità di Alexia, ma nello stesso tempo mantengono chiara la loro identità.
(Ore 20:30 )
Martedì 10 gennaio sarà la volta di un vero outsider della scena soul contemporanea, Frank McComb:
grande virtuoso del piano e delle tastiere, ha iniziato a suonare a tredici anni nella chiesa di famiglia e,
prima di intraprendere la carriera solista, ha collaborato con artisti del calibro di Prince, Teena Marie,
George Duke, Lalah Hathaway e Branford Marsalis, che lo ha introdotto nel mondo discografico. Lo stile del
musicista di Cleveland ricorda grandi come Donny Hathaway, Stevie Wonder e George Benson, senza
essere l’imitazione né dell’uno e né dell’altro, ma con un tocco di personalità unico, vintage e moderno al
tempo stesso. Per l’occasione sarà in quartetto, accompagnato da Marcello Sutera al basso elettrico, Donato
Sensini al sassofono e da Francesco Mendolia alla batteria: insieme proporranno i brani dell’album Love
Stories e molto altro.
(Ore 20:30)
Mercoledì 11 gennaio torna al Blue Note Celebrate News Orleans!, la festa in musica dedicata al jazz e
alle sue mitiche origini che continua a trovare nuovi adepti e ad appassionare il pubblico milanese. Sul
palco ci sarà la Breezy Jazz Band di Domenico Mamone che ripercorrerà i brani più celebri di Sidney
Bechet, nei quali si riassapora la New Orleans degli albori del jazz: dalle sessioni con Louis Armstrong, agli
echi blues e dixieland. Per l’occasione sarà riproposto l’ormai immancabile menù cajun con tutti i suoi
piatti colorati e profumati di spezie, capaci di regalare al palato sorprendenti sapori decisi e delicati allo
stesso tempo.
(Ore 20:30)
Venerdì 13 e sabato 14 gennaio torna in via Borsieri l’immancabile James Taylor Quartet con quella
tipica e inconfondibile miscela di soul, funk, jazz, spy movies, r’n’b. Famosa e apprezzata in tutto il mondo,
questa band storica ha saputo definire il genere acid jazz e il suo leader, James Taylor, nel corso degli anni
ha collezionato le più svariate partecipazioni ai dischi di artisti del calibro di U2, Pogues, Manic Street
Preachers, fino ad arrivare agli ultimi lavori di Tom Jones e Tina Turner. Puntuali come ogni anno i
musicisti del gruppo riproporranno al loro affezionato pubblico milanese i più fortunati brani della loro
lunga carriera.

(Ore 20:30)
Da martedì 17 a sabato 21 gennaio torna al Blue Note di Milano la band pioniera dell’acid jazz: gli
Incognito con 10 concerti pieni di soul, jazz, funk ed energia pura. Il gruppo non ha certo bisogno di
presentazioni: dal 1979 – anno della fondazione – a oggi non ha mai smesso di raccogliere consensi tra
pubblico e critica di tutto il mondo. In via Borsieri sono una presenza fissa, che torna ogni anno a riempire
le serate milanesi: per festeggiare degnamente questo ritorno, i musicisti inglesi non solo riproporranno i
brani più famosi della loro fortunata carriera, ma presenteranno anche le tracce del loro ultimo album,
Tomorrow’s New Dreams.

Martedì 24 gennaio sarà la volta della tanto amata “Cantafiorista” Rosalba Piccinni: al suo affezionato
pubblico proporrà un concerto che lei stessa definisce “intimista”, per indicare quell’atteggiamento e quella
tendenza propri di chi cerca di esprimere i moti dell’animo umano, i sentimenti e le emozioni in tutte le
loro delicate e sottili sfumature, attraverso la rappresentazione di sensazioni e situazioni che toccano la
propria radice personale. In questo caso Rosalba toccherà l’intimità della sua musica e del suo cuore.

Print Friendly, PDF & Email