domenica, Settembre 26Settimanale a cura di Valeria Sorli

Alfredo Pirri ” PASSI”- Film documentario su Sky Arte

  • Alfredo Pirri, PASSI|Castello Maniace Un film documentario che racconta la pavimentazione di specchi realizzata dall’artista per la Sala Ipostila del Castello Maniacedi Siracusa. Da martedì 7settembre il film prodotto da Adituse diretto da Pietro Leone è visibile online sul sito di Sky Arte
  • PASSI, la coinvolgente installazione itinerante di Alfredo Pirri(Cosenza, 1957) giunta per la prima volta in Sicilia,nella Sala Ipostila del Castello Maniace di Siracusa,a cura di Helga Marsala, è la protagonista assoluta del documentario Alfredo Pirri, PASSI / Castello Maniace –DOC, prodotto da Adituse diretto dal filmmaker Pietro Leone. PASSI, che fino al 31 dicembre 2021 ricopre di specchi il pavimento della Sala Ipostila del castello, in un’affascinante corrispondenza con il mare che circonda la fortezza, da martedì 7settembre, è visibile nel racconto di questo documentario,realizzato in stretta collaborazione con l’artista e la curatrice della mostra.”Il film è innanzitutto il risultato di un processo di ascolto e osservazione –racconta Pietro Leone–      Mi sono trovato a essere complice e spettatore del lavoro di Alfredo Pirri, tra la fase della performance e dell’allestimento, rispettandone i tempi, catturandone suoni, luci, geometrie. In assenza di alterazioni e manipolazioni, ho affidato la mia prospettiva ai riflessi dello spazio, dell’architettura e dell’azione performativa, osservati attraverso il pavimento di specchi ed esplorati in modo estemporaneo, così che potessero materializzarsi scorci singolari, nuovi. Il film si sviluppa dunque, in buonaparte,nei termini di una visione immateriale, lasciando a pochissimi elementi il compito di raccontare la complessità e l’essenza dell’opera    .Ho inoltre assegnato alla notte una dimensione simbolica speciale: la parte iniziale si svolge al buio, grazie a una costruzione di luci artificiali e ombre. Sono scene in cui Pirri, nella sua solitudine, inizia a immaginare e concretizzare rotture, riflessi, linee, posizioni, evocazioni. La profondità dello spazio raddoppiato emerge così lentamente, al margine delle passeggiate di Pirri tra i corridoi e le passerelle del castello, mentrela luce del giorno rivela l’opera compiuta”. Da un’idea della curatrice, in stretta collaborazione con la Soprintendenza dei Beni culturali e ambientali di Siracusa, Aditus-concessionaria per i servizi aggiuntivi della Regione Siciliana per i principali siti archeologici e culturali della Sicilia orientale -ha prodotto e realizzato PASSI di Alfredo Pirri, che all’interno dello storico edificio del Castello Maniaceri disegna l’ambiente generando una perfetta sintesi tra architettura e natura, tra storia e arte contemporanea.

Il pubblico, camminando sulla superficie di specchio,posata dall’artista sul pavimento della Sala Ipostila del castello(una superficie calpestabile in sicurezza grazie al tipo di materiale utilizzato),diventa protagonista di una performance collettiva, contribuendo a frantumare gli specchi. Sul pavimento in frantumi “galleggiano”, come testimonianze emerse dagli abissi,alcuni reperti provenienti dal Museo archeologico “Paolo Orsi” di Siracusa,in dialogo con leggerissime sfere colorate realizzate dall’artista: pesanti “proiettili” in pietra di antiche catapulte diventano in questo contesto oggetti misteriosi, metafisici, dal forte valore simbolico e formale. In una seconda sala sono esposti frammenti di capitelli ritrovati in loco, memorie storico-architettoniche accostate a due nuovi disegni e una maquette di specchi dedicati al Maniace, insieme a una serie di acquerelli realizzati recentemente dall’artista.“Il documentario dedicato all’edizione di Passiper il Maniace è molto più di un’appendice didattica con funzione esplicativa–spiega Helga Marsala–Un’opera a tutti gli effetti, esposta all’interno dell’ampia Project Room, tra i reperti medievali del castello, i disegni e la maquettedi Pirri; un breve film,che dell’installazione restituisce una visione autoriale, personale, non di puro reportage ,pur mantenendo un approccio al racconto rigoroso, rispettoso: la conversazione conPirri (la cui versione estesa è pubblicata nel libro sulla mostra edito da Electa) si inserisce con naturalezza tra le potenti immagini del castello, dell’opera e dell’azione performativa preliminare,grazie a cui l’artista ha definito l’installazione.Un lavoro filmico di osservazione, dialogo e immaginazione, ma anche una ricerca di linguaggio, che ha trovato una sintesi suggestiva e non scontata”.

Alfredo Pirri, PASSI / Castello Maniace -DOC202114’30” -colore suono. Un documentario di Pietro Leone Camera Pietro Leone,Daniele PisanoSuono/montaggio/musica Pietro Leone,Dario Frasca Intervista e coordinamento Helga MarsalaProduzioneAditu

Print Friendly, PDF & Email