mercoledì, Luglio 28Settimanale a cura di Valeria Sorli

MARKETERs MAKEIT!21 – LUXURY RELOAD

Come ogni anno, il MARKETERs Club dell’Università Ca’ Foscari di Venezia, ci ha deliziati con un fantastico evento centrato sul mondo del lusso.

I vari talk si sono svolti tra il 12 e il 16 aprile, portando tantissimi ospiti interessanti tra cui Sergio Azzolari e Romano Cappellari.

 

Il primo incontro è stato infatti attuato da Azzolari, General Manager di Fay & Hogan: ci ha spiegato come questi due brand di carattere rilevante, si stiano adattando ad un nuovo futuro basato sulla digitalizzazione e non più sulla fisicità del prodotto. Hogan ha lanciato un nuovo format, “HOGAN REBEL”, che è la nuova feature dell’azienda: la relazione con il cliente inizia ad andare oltre la vendita effettiva di un articolo, creando una customer experience a 360° indimenticabile.

Fay invece, si sta imbattendo nel progetto “Forged in the U.S.A, cooled in Italy”: estraendo dati importanti e costruendo dei modelli di riferimento reali chiamati “Personas”, stanno provando a far valere la vera essenza originale del brand.

 

Durante il secondo talk con il Digital Marketing & Digital Media Manager di Frederique Constant, Dal Bianco Soren Matteo, abbiamo visto come il relatore sia uscito da un mondo come la Medicina per portare la sua carriera sotto i riflettori dei grandi Business.

L’importante produzione di orologi firmati Frederique Constant, vuole dare un impatto positivo alla sua clientela, “democratizzando il lusso” e renderlo accessibile a più realtà di consumatori. Design, Quality e Innovation, sono i tre punti cardine del brand: l’avvio di Slimline Monolithic Manufacture ha dimostrato l’efficacia dei suoi prodotti, con la realizzazione di un orologio con soli 3 componenti anziché 26.

 

Per il terzo talk, sono intervenuti degli esponenti importanti di due colossi del lusso: sto parlando delle grandi firme Visionnaire e Luisaviaroma.

Visionnaire vuole creare empatia verso i suoi clienti, costruendo un forte legame tra il prodotto finale e chi lo compra: c’è qualcosa di più oltre al lusso. Dietro ogni suo articolo si cela una storia ben descritta, basandosi sul concetto del “One of a kind” e rendendolo unico sotto ogni aspetto; tra le materie prime sfruttate da Visionnaire troviamo infatti il sale dell’Himalaya.

Luisaviaroma è uno dei leader dell’e-commerce italiano che da una semplice bottega di cappelli di paglia, si è trasformata in un brand di fama mondiale. La sua fortuna e astuzia è stata quella di aver saputo abbracciare la vendita online, spedendo le sue collezioni in più di 150 paesi esteri. Luisaviaroma però non è solo un brand, ma bensì una vera e propria community che centra valori quali la sostenibilità e l’innovazione e li diffonde tra i suoi seguaci.

 

L’evento complessivo (interamente fatto a distanza) ha visto protagonisti 15 studenti dell’Università Ca’ Foscari di Venezia, che si sono impegnati nei vari processi della sua realizzazione: dalle campagne social alla ricerca di ospiti, media partner e sponsor. Su Instagram hanno raggiunto più di 98,000 impressioni sulle storie, mentre su Facebook più di 13,000 persone si sono imbattute nei loro post.

La Gente Che Piace ha partecipato al MARKETERs MAKEIT!21 come Media Partner e sicuramente in futuro, ci saranno altre nuove e sensazionali collaborazioni con il MARKETERs Club.

Print Friendly, PDF & Email