martedì, Agosto 20Settimanale a cura di Valeria Sorli

La forza di un rapporto è nella maturità

 

LA FORZA DI UN RAPPORTO E’ NELLA MATURITA’

RICCARDO FOGLI E KARIN TRENTINI L’ESEMPIO BELLO DI UN AMORE VERO

 

Tra pellicole, palcoscenici e tele, in scene note e colori, in ogni forma di arte e di emozioni, vuoi che siano sorrisi o lacrime, gioie o dolori, l’Amore è l’unico, consapevolmente o inconsapevolmente, motore dell’esistenza di tutti. Solo chi sceglie di amare un’altra persona nella stessa misura e forma in cui ama se stesso, può venire a conoscenza di tale magia.

L’amore fa volare alto chi lo conosce, lo vive e se ne ciba, per quello che si riceve e spesso ancor più saziabile è quello che si da. Proprio quando c’e’ naturale equità tra questo scambio, esso vive e sopravvive ad ogni forma di incomprensione, l’uno vive occupandosi e preoccupandosi del bene dell’altro. Crescendo non in quantità, perchè la massima quantità è quella che nasce e permane per sempre, esso, semplicemente, cresce attraverso le varie fasi e passaggi. Da che ci porta in volo, esso, poi ci adagia, l’uno al fianco dell’altro a costruire il quotidiano. Ed è proprio quando si riconosce e si ama la quotidianità dei “due mondi” congiunti, nella diversità, nella curiosità di entrambi, nella completezza, nell’avere gli stessi obiettivi, spesso anche di qualche battibecco, l’amore vivrà nell’essenza della sua esistenza. Anche quando potrebbe essere stritolato da circostanze, avvenimenti, dubbi, incomprensioni, sospetti, delusioni, esso riesce, attraverso una conoscenza di se stesso e dell’altro, nonchè di ciò che si prova, per poter gestire il dolore e il disappunto momentaneo per poter rinascere e continuare. Continuare a volere per poi adagiarsi a camminare insieme, per poter costruire quel quotidiano che altro non è un paragrafo aggiunto al libro della propria esistenza.

Sotto i riflettori, spesso, volutamente o involutamente, si consumano storielle di turno o in alcuni casi ci viene dato qualche forte spunto di bella riflessione, come in questo caso. Senza entrare nel particolare, abbiamo assistito ad un “attacco” ad una storia importante, quella cioè tra il cantante Riccardo Fogli e la moglie, la ballerina-modella-imprenditrice Karin Trentini. Undici anni dove ampiamente può ritenersi, evidentemente, un’unione solida e di spessore, tanto che i due hanno una figlia bellissima,  Michelle Mary.

Lui a km di distanza quale concorrente dell’ultima edizione de “L’isola dei famosi”, tra mosquitoes e la sopravvivenza, gli viene comunicato, giustamente, che forse il suo rapporto sentimentale traballa, causa alcuni gossip. Riccardo soffre non poco ma dichiara in diretta che si fida della moglie e del loro amore. Passano le settimane, torna dall’isola e la moglie, al suo fianco e per la prima volta va in TV dove dichiara: “mi sono stretta a mia figlia e soffrivo per lei e per Riccardo che era lontano.

Tante sono le considerazioni ma una su tutti è che l’Amore va protetto, anche quando viene minato da eventi e circostanze sgradevoli. Questi sono esempi che, pubblicamente, dimostrano, non volendo, di cosa sia un rapporto maturo, un rapporto vero.

Noi della Gente che piace facciamo tanti auguri a Riccardo Fogli e Karin Trentini, avanti sempre!

Print Friendly, PDF & Email