domenica, Maggio 19Settimanale a cura di Valeria Sorli

Benessere: Mentha piperita

 

La Menta contiene olio essenziale soave, composto, acidi, tannino, resina, pectina. Trova impiego come stimolante del sistema nervoso, come disinfettante delle vie orali, nelle diarree croniche, nell’isterismo.
Utile nelle crisi asmatiche, come espettorante, digestiva, carminativa; e’ un eccellente digestivo. Il mentolo contenuto nell’olio essenziale si usa come anestetico. E’ una pianta dalla radice biancastra e gambo stolonifero, eretto, ramoso. Il fusto puo’ raggiungere un’altezza di 50 centimetri. Ha foglie opposte, ovato-lanceolate, seghettate, verdi, brevemente picciolate, fortemente odorose. In estate compaiono i fiori, bianco-violacei o rosei, in piccoli glomeruli riuniti in racemi spighiformi densi e interrotti. La piperita e’ una forma ibrida, frutto probabilmente dell’incrocio di Menta Viridis e Menta Acquatica. Pianta
rustica, si adatta con facilita’a terreni e climi differenti, pur prediligendo le temperature temperate e il terreno sciolto e le
esposizioni non troppo soleggiate. E’ molto comune sui terreni calcarei. Tra le mente quella Piperita e’ certamente quella piu’ coltivata per le virtu’ terapeutiche e aromatiche, ma anche le specie in genere piu’ diffuse allo stato selvatico presentano le stesse proprieta’.  Per l’utilizzo in cucina, le foglie possono essere raccolte in qualsiasi stagione, tenendo presente che quelle piu’ tenere presentano un aroma piu’ dolce e delicato di quelle piu’ vecchie che pero’ hanno un profumo piu’ intenso. A scopo terapeutico si raccoglie la pianta intera alla fioritura o poco prima. La raccolta anche in grande quantita’ non crea problemi di distruzione, data la grande diffusione della specie. Utilissima in campo liquoristico, medicinale, culinario, e’ una delle
piante piu’ profumate. L’olio essenziale di Menta se massaggiato localmente diluito in un olio base e’ utile per tutti i tipi di mal di testa, da quelli digestivi a quelli dovuti dal cambio di pressione. Ottimo anche per dare sollievo alle tensioni cervicali, dolori mestruali e muscolari, in caso di distorsioni e reumatismi in quanto esercita un’azione analgesica e antireumatica. Se inalata, questa essenza ha un effetto rigenerante sulla psiche, per questa ragione viene efficacemente impiegata per favorire lo studio, o per migliorare  gli stati di affaticamento psico-fisico e a problemi dovuti ad ansia, insonnia, depressione. In generale possiamo dire che l’olio essenziale di Lavanda,insieme a quello di Menta e’ tra i piu’ importanti nell’Aromaterapia e anch’esso non dovrebbe mai mancare nell’armadietto dei rimedi.

www.centrobenessereshaanthi.it