giovedì, Luglio 25Settimanale a cura di Valeria Sorli

Luciano Tarullo- Qualcosa di vero nel mondo

Venerdì 5 luglio, presso il Parco Pubblico di Agropoli (SA), il cantautore Luciano Tarullo presenterà il suo nuovo album, “Qualcosa di vero nel mondo”.
Ad accompagnarlo sul palco ci saranno i membri della sua band: Ivan Tornese alla chitarra, Roberto Guariglia al basso e Michelangelo Sarnicola alla batteria.
La serata sarà arricchita dalla presenza di vari ospiti speciali che si alterneranno sul palco, tra cui SOLO, Mico Argirò, Ylenia Lamagna e Antunzmask. Quest’ultimo, oltre alla sua esibizione, proporrà anche un DJ set molto particolare nel post-concerto.
Durante il live, l’artista Giuseppe Inverso contribuirà a rendere la serata ancora più speciale con una performance di live painting, creando opere d’arte dal vivo che completeranno l’atmosfera del concerto.
«È una gioia immensa presentare il mio nuovo album nella mia città e avere l’opportunità di ospitare sul palco tanti amici artisti», ha dichiarato il cantautore.
I prossimi concerti del cantautore si terranno il 21 luglio a Torchiara, presso il Palazzo Baronale, e il 28 luglio presso il Castello dell’Abate di Castellabate.

Multilink “Qualcosa di vero nel Mondo”
“Qualcosa di vero nel Mondo” su Spotify

BIOGRAFIA
Luciano Tarullo è un cantautore e musicista italiano, nato ad Agropoli (SA) nel 1990. Laureato al DAMS, ha intrapreso la carriera di Direttore Artistico del live club “Officina72” di Agropoli, organizzando più di 100 concerti tra il 2016 e il 2019. Attualmente, è docente di Educazione musicale presso l’I.C. Francesco Mastriani di Napoli.
Nel febbraio 2017, Tarullo pubblica il singolo “Spalle al muro”, un brano dalle forti tinte rock, preceduto dal singolo “L’isola” nel 2016. Il 30 marzo 2019, esce il suo primo album, “L’ISOLA”, dopo un’anteprima esclusiva su RockON.it. Nel disco, si parla di vita e perdite (“Benvenuto”, “Come un angelo senz’ali”), amicizia e il “bisogno di farcela” (“Il senso di noi”), impulsi profondi che faticano a emergere (“Il tempo”). Si trattano argomenti legati alla visione della società e della cultura, criticandone la scarsa autenticità (“Tu da che parte stai”, “È così che va il mondo”, “Spalle al muro”), fino ad arrivare a tematiche esistenziali che cercano di scavare nell’intimo dell’anima (“Quello che resta”). “Il tempo” (2019) e “Benvenuto” (marzo 2020) sono gli altri due estratti dall’album.
Dopo la pubblicazione del disco, segue un tour di più di 30 date tra la primavera e l’estate del 2019 e la partecipazione alla finalissima di Sanremo Rock ed. 2019 presso il Teatro Ariston di Sanremo. Nel 2018, collabora con Guido Guglielminetti, storico bassista e produttore di Francesco De Gregori, in un tour di presentazione del libro “Essere basso” del musicista piemontese e dell’album “L’isola”.
A novembre 2020, esce il singolo “Di rosso e di viole”, accompagnato da un videoclip pubblicato in anteprima dal Corriere del Mezzogiorno (Corriere della Sera). “Qualcosa di vero nel mondo” è il titolo del suo secondo album in studio. Il disco, composto da 8 tracce, contiene i singoli “Di rosso e di viole” (2020), “Insegnami a sorridere ancora” (2022), “Quello che siamo diventati” (2022), e “Quando scopriremo di essere grandi” (2024).
Linktree
Print Friendly, PDF & Email