martedì, Agosto 20Settimanale a cura di Valeria Sorli

Venerdì 21 giugno alle 17 VI edizione del Premio CONI Lazio al Castello di Santa Severa

 

Venerdì 21 giugno alle 17 si terrà la sesta edizione del Premio CONI Lazio, tradizionale vetrina delle realtà e delle eccellenze sportive, espressione del nostro territorio. L’evento vedrà sfilare i protagonisti del 2018 scelti tra atleti, tecnici, dirigenti e società sportive.

Quest’anno la manifestazione è stata inserita nel protocollo di “CONI & Regione, compagni di sport”, farà parte delle manifestazioni in cartellone per “Lazio delle Meraviglie-Estate 2019 ed avrà per cornice lo splendido Castello di Santa Severa.

“Siamo orgogliosi di ospitare il Premio CONI nello splendido scenario del castello di Santa Severa, location perfetta per il meglio dello sport della Regione Lazio – afferma il presidente della Regione Nicola Zingaretti – Il protocollo “CONI e Regione, compagni di sport” è un grande successo che dimostra quanto sia vivo il tessuto sportivo regionale, tanto nelle sue eccellenze che nello sport di base e quanto sia prezioso l’apporto del Comitati Regionale del CONI”

“Il panorama sportivo del nostro territorio è sempre ricco di sorprese e il Premio CONI Lazio è una chiave per scoprirle – spiega il presidente del CONI Lazio Riccardo Viola – quest’anno abbiamo sostituito il palcoscenico istituzionale della presidenza della Regione con il Castello di Santa Severa e questo grazie all’accordo che da tre stagioni ci vede insieme, con il presidente Zingaretti e il suo staff, offrire grazie a “Compagni di sport” un programma di attività a 360°. Dalle piazze alle carceri e alle case famiglia, siamo ancora una volta in campo insieme per ribadire che lo sport è salute e diritto. Per tutti.

L’evento sarà ospitato nella Sala Nostromo del Castello e alla presenza dei massimi esponenti delle istituzioni e dello sport regionale verranno consegnati i premi a coloro che si sono particolarmente distinti nel corso della passata stagione.

I premiati. Sono 17 i riconoscimenti assegnati dalla Commissione giudicante. Nella categoria Atleti ritireranno il premio Benedicta Chigbolu, una delle protagoniste della staffetta azzurra 4×400; Luca Marziani, campione italiano di salto a ostacoli; Chiara Pellacani, giovanissima tuffatrice azzurra che si è già fatta conoscere in Europa e Davide Di Veroli, campione del mondo e olimpico giovanile, che riceverà il riconoscimento intitolato a Stefano Simoncelli. Nella categoria Dirigenti non ha bisogno di presentazioni Roberto Fabbricini, che ha legato il suo nome a cinquant’anni di sport italiano. Lo stesso ha fatto con la pallavolo Luciano Cecchi, premio Cosimo Impronta. Tra sport, impegno sociale e spettacolo si sviluppa invece l’attività di Luciano Capponi. Nella categoria Società Sportive non potevano mancare le due protagoniste della pallanuoto capitolina, la Pallanuoto Roma promossa quest’anno nella massima serie e la SIS Roma, che dopo aver conquistato la coppa Italia è arrivata a giocarsi la finale scudetto. Un discorso a parte forse meritano la Virtus Basket e la Società Sportiva Lazio. La prima ha riportato la capitale nella pallacanestro che conta e la seconda è tuttora la più grande polisportiva d’Europa. Al vertice di queste due società, a fare la differenza, Claudio Toti e Antonio Buccioni. Al dt dell’hockey azzurro Roberto Da Gai, chiamato a lavorare su una Nazionale competitiva con tutti, come abbiamo visto in Malaysia, il premio riservato al Tecnico.

Solidarietà, diritti e amore paterno affiorano dai riconoscimenti per l’arbitro Daniele Pozzi, rappresentante suo malgrado di una categoria assurdamente a rischio, premio Andrea Pesciarelli come pure Giorgio Lo Giudice, “decano” dei cronisti sportivi romani e primo giornalista a ricevere il premio CONI Lazio. Il premio del Comitato lo abbiamo assegnato a Paolo Vargetto, più noto forse come “il papà di Sara”, podista improvvisato che ha prestato le sue gambe alla figlia.

Infine, abbiamo voluto ricordare due persone che in maniera diversa hanno incrociato la strada del CONI Lazio. Daniele Nardi, che avevamo premiato in occasione della prima edizione nel 2014, “il piccolo uomo di collina” che amava le grandi montagne e Felice Pulici, per quattro anni al fianco di tutti noi, ma per sempre nel nostro cuore.

Media. Sarà possibile seguire la manifestazione in diretta sulla frequenza 93.00 mh di Radio Roma Capitale, media partner di CONI & Regione, compagni di sport. Mercoledì 26 giugno, alle ore 20.30, una sintesi di 30 minuti del Premio CONI Lazio andrà in onda su Rete Oro News, canale 210 del digitale terrestre. 

 

I PREMIATI 2018

ATLETA

Maria Benedicta CHIGBOLU;

Davide DI VEROLI (Premio “Stefano Simoncelli”); Luca MARZIANI;

Chiara PELLACANI

DIRIGENTE

Luciano CAPPONI;

Luciano CECCHI (Premio “Cosimo Impronta”); Roberto FABBRICINI

SOCIETÀ SPORTIVA

SSLazio;

Roma Pallanuoto;

Sis Roma Pallanuoto;

Virtus Roma

TECNICO

Roberto DA GAI 

Premio ANDREA PESCIARELLI

Giorgio LO GIUDICE;

Daniele POZZI

Premio del RICORDO

Daniele NARDI;

Felice PULICI

Premio COMITATO

Paolo VARGETTO

Print Friendly, PDF & Email