venerdì, Marzo 5Settimanale a cura di Valeria Sorli

Solidarietà- Pasti x 100 anziani soli con il menù di Edoardo Raspelli

“CucinaVicina”- l’iniziativa del comune di Carbonara al Ticino(Pavia) di domenica 31 gennaio

RISTORANTI E SUPERMERCATI UNITI
PER REGALARE UN PASTO A CENTO ANZIANI SOLI

L’idea del sindaco ,il farmacista Stefano Ubezio che ha coinvolto anche la Protezione Civile
Il menu del ristorante Chierico suggerito da Edoardo Raspelli

La chef Laura Chierico, insieme ad altri chef che hanno risposto al suo invito, preparerà gratuitamente un pasto completo per i circa 100 residenti di Carbonara al Ticino (Pavia) che vivono soli e hanno più di 70 anni. I pasti così preparati saranno consegnati a domicilio dai volontari del Gruppo Comunale di Protezione Civile per il pranzo di domenica 31 gennaio.
Il comune di Carbonara al Ticino (1.446 abitanti, set del celebre film di Renato Pozzetto “Il ragazzo di campagna”) ha coordinato tutta l’iniziativa, scelto il target di popolazione e attivato i volontari di Protezione Civile. I piatti sono stati suggeriti da Edoardo Raspelli che aveva conosciuto la realtà del piccolo comune pavese durante il suo Sindacontest, gara tra i sindaci aderenti al gruppo di FaceBook SE SEI SINDACO di Davide Ferrari, in collaborazione con Riccardo Reina.
Tutte le materie prime sono state donate dal supermercato Famila di San Martino Siccomario con la sola eccezione del cinghiale che invece è stato donato dai cacciatori di Carbonara al Ticino e proviene dall’attività di gestione e controllo della specie sul territorio. La forte presenza del cinghiale rappresenta innanzi tutto un problema per l’agricoltura per via dei danni che causa alle colture oltre che un pericolo per via dei numerosi incidenti stradali che causa (alcuni purtroppo con conseguenze mortali per gli automobilisti). La popolazione di cinghiale è quindi oggetto di gestione e la sua carne può diventare una risorsa alimentare importante.
CucinaVicina nasce dall’idea di essere vicini ad una fascia di popolazione che, a causa dell’emergenza sanitaria in corso, rischia di rimanere isolata dagli affetti e dai familiari.

Il MENU

Primo piatto- lasagna di pasta fresca( 40 tuorli, zucchine, porri, fagiolini alla ligure, mozzarella fiordilatte).
Secondo piatto- bocconcini di cinghiale cacciato in civet con patate. La marinatura è composta da vino Bonarda dell’ Oltrepò Pavese profumato con sedano, carota, cipolla, aglio e con il bouquet garni (erbe fresche e spezie pestate e raccolte in una piccola garza).
Dessert: carpaccio di frutta fresca con passata di frutti di bosco.

Print Friendly, PDF & Email