mercoledì, Ottobre 23Settimanale a cura di Valeria Sorli

Pizza crudista alla rucola

……la pizza è un best nella cucina tradizionale, non c’è che dire!  E quindi parlare di pizza crudista è un po’ azzardato! Ma poi ti accorgi che lieviti, farine e quindi glutine e condimenti vari la rendono pesante, non ti fanno godere il “dopo pizza”.

La nostra è una pizza un po’ diversa, ci assomiglia, come idea, per i condimenti che puoi inventarti sopra. La base, invece, senza glutine, né lieviti, né farine,  è un gioco di verdure, semi, noci, spezie, sapori: ognuno si diverti a trovare quella che gli corrisponde di più.

Base:

1 T di semi di lino

1 T di grano saraceno germogliato

1 zucchina

1 cipollotto

1 tazza di mandorle

crema di aglio

rosmarino

scarti di estrattore di carote e sedano

sale rosa dell’himalaya

pepe nero

olio evo

 

preparazione

Frullare a farina mandorle e semi. Poi aggiungere ,  in un robot  da cucina tutti gli ingredienti e creare ,  su carta da forno ,  nella teglia dell’essiccatore, la base per la pizza.

Essiccare a 42 gradi per circa una notte, tanto che la consistenza rimanga  morbida, ma solida.

Stendere il pesto  scelto o il formaggio crudista e decorare con rucola pomodorini origano e olive taggiasche.

 

Le basi si fanno con una parte , di semi ( di lino, di semi di girasole, di zucca, semi di chia..), circa il 30%, che sarebbero il nostro addensante e una parte di verdura, circa il 70% ( spinaci, cipolle, pomodori, pomodori secchi, zucchine, funghi…) e spezie varie.

Quindi le pizze possono essere tantissime, a voi crearle e poi condirle a piacere.

Print Friendly, PDF & Email