giovedì, Dicembre 3Settimanale a cura di Valeria Sorli

Nel bosco degli Artisti

“La mia terra”- A sorpresa il celebre flautista Griminelli e Diego Basso tra le Dolomiti per gli Eroi del Covid

 

L’artista, da sempre al fianco dei grandi della musica come Sting, Luciano Pavarotti e Zubin Mehta, ha sorpreso i presenti con una performance fuori scaletta

L’emozione che diventa commozione, la magia dei suoni che riecheggiano tra vette dolomitiche come Mulaz, Facobon e le Pale di San Martino, per poi espandersi fin dentro ai boschi.                                          Sono note che hanno fatto vibrare le corde, non solo degli strumenti, quelle del concerto “La mia Terra” andato in onda il 7 agosto, alle 10.30, nel”Bosco degli Artisti” in località Le Buse a Falcade (BL), nel cuore della Ski Area San Pellegrino. Un concerto con la grande orchestra, a quasi 2.000 metri di quota, che ha      reso omaggio agli eroi dell’emergenza Covid-19 con le musiche di Ennio Morricone.
Ad aggiungere pathos alle performance della grande orchestra, diretta dal maestro Diego Basso, ci ha pensato l’ospite a sorpresa dell’evento: il celebre flautista reggiano Andrea Griminelli, da sempre al fianco dei grandi della musica come Sting, Luciano Pavarotti e Zubin Mehta in esibizioni indimenticabili in tutto il mondo. Fuori programma Andrea Griminelli ha suonato The Mission la colonna sonora dell’omonimo film del 1986 di Rolan Joffé, composta, orchestrata e prodotta da Ennio Morricone. Tra gli ospiti di altissimo livello anche la soprano Claudia Sasso, il tenore Luca Minnelli e il Coro lirico Opera House.                            Emozionante la direzione d’orchestra con oltre 20 brani in scaletta e quattro bis.
Le Dolomiti della Ski Area San Pellegrino si sono così trasformate in cornice e cassa di risonanza di uno
spettacolo unico, tra le opere del Bosco degli Artisti e le postazioni create con gli alberi abbattuti dalla
tempesta Vaia che hanno accolto l’Orchestra Ritmico Sinfonica Italiana, diretta dal Maestro Diego Basso. Un concerto che ha registrato il tutto esaurito con due settimane di anticipo.
«Questo evento rientra tra le diverse iniziative della Ski Area San Pellegrino per promuovere arte e cultura       ad alta quota – spiega Mauro Vendruscolo, presidente della Ski Area San Pellegrino -. Oggi più che mai abbiamo bisogno di connetterci con la natura ed elevare la montagna a luogo capace di rendere l’arte fruibile in tutta sicurezza, all’aria aperta, tra vette incontaminate e percorsi da scoprire a piedi o in bici. Questo concerto ci ha concesso l’occasione per fermarci a riflettere su tutto quello che è accaduto in   questi mesi e sta ancora accandendo.
Un momento con noi stessi per imparare l’ennesima lezione che la natura ci ha dato, unendo la musica ad opera dell’uomo e allo straordinario fascino delle montagne».
Il ricavato sarà interamente devoluto alla Protezione Civile del Veneto che ha lavorato senza sosta in questi
mesi. Agli eroi dell’emergenza Covid-19 sono state dedicate le musiche di Ennio Morricone. Un viaggio tra
colonne sonore e brani tratti dai film Nuovo Cinema Paradiso (regia di Giuseppe Tornatore, 1988), The Mission (regia di Roland Joffé, 1986), La leggenda del Pianista sull’oceano (regia di Giuseppe Tornatore, 1998), C’era una volta in America (regia di Sergio Leone, 1984), C’era una volta il west (regia di Sergio Leone, 1968), Per un pugno di dollari (regia di Sergio Leone, 1964). In versione sinfonica, anche il brano “Il canto della terra”, scritto dal compositore  Francesco Sartori e reso famoso nel mondo dalla voce di Andrea Bocelli.

Il concerto è stato realizzato con la partecipazione della Regione del Veneto nell’ambito del progetto musicale “Tra terra e cielo” che porta la “Grande Orchestra” in palcoscenici a cielo aperto, dove la musica, oltre a trasmettere un messaggio di rinascita, si inserisce in luoghi suggestivi, tra cielo e terra, in perfetta armonia con l’ambiente. Evento organizzato con la collaborazione di Regione Veneto, Provincia di Belluno, DMO Dolomiti, Comune di Falcade, Promo Falcade Dolomiti e Ski Area San Pellegrino.

Print Friendly, PDF & Email